eBook di filosofia: Aristotele, De coloribus

Francesco_Hayez_001

Aristotele, On Colorous (De coloribus): trad. in inglese e testo greco

Sul colore degli oggetti esiste una breve opera antica, l’unica dedicata esclusivamente al colore, che si è conservata integralmente ed è stata letta dai pittori e saggisti medievali attirando anche l’attenzione di Goethe, che l’ha tradotta in tedesco nella sua Farbenlehre.

L’opera, il cui titolo è Sui colori (in latino De Coloribus) è stata per molto tempo attribuita ad Aristotele, ma in età moderna è stata avanzata l’ipotesi che l’autore sia uno dei successori di Aristotele alla guida del Peripato, Teofrasto o Stratone. Il testo greco è stato pubblicato per la prima volta dallo stampatore ed editore Aldo Manuzio nel 1497 a Venezia, ed è stato tradotto dal greco al latino nel Medioevo. L’opera è stata letta anche da Leonardo da Vinci che pare abbia basato la propria teoria del colore almeno in parte su di essa.

L’impostazione del trattato in sei capitoli non è sistematica ma prevalentemente espositiva e illustrativa di alcuni fenomeni osservati del colore degli oggetti. Goethe ha dato questi titoli ai sei capitoli:

  1. I colori elementari, bianco, giallo e nero
  2. I colori intermedi, ovvero i colori mescolati
  3. L’indeterminazione del colore
  4. I colori artificiali
  5. Il colore delle piante e le loro trasformazioni mediante cottura
  6. Il colore di peli, piume e pelli

Nel primo capitolo l’autore nomina i colori “semplici” bianco, giallo e nero e li associa ai quattro elementi fondamentali. Diversamente dai precedenti scritti aristotelici, il bianco è associato all’aria, all’acqua e alla terra non tinta, il giallo è associato al fuoco e al sole, il nero è associato al mutamento degli elementi.

Nel secondo capitolo sono citate le mescolanze di colori semplici, dai quali derivano tutti gli altri colori. In questo caso si tratta però di mescolanze di luci e non di mescolanze per giustapposizione, sovrapposizione e complete elencate in Del senso e dei sensibili. In questo caso i colori citati sono il rosso, il viola, il grigio, il bruno. Tratta poi del colore del piumaggio degli uccelli e del colore apparente del mare e del cielo, riprendendo implicitamente le idee di Aristotele sulla mutabilità del colore delle cose indefinite:

Si ha il viola livido e brillante quando i raggi del sole si mescolano, deboli, col bianco pallido e velato. È per questo stesso motivo che l’aria prende talora di purpureo a levante e a ponente, quando il sole sorge e tramonta: allora i suoi raggi, particolarmente deboli, colpiscono l’aria scura.
Anche il mare tende al purpureo, quando le onde si alzano e la parte dell’onda che si inarca è in ombra, perché i raggi del sole colpiscono debolmente questa parte inclinata, e fanno sì che appaia il colore viola.
[Pseudo-Aristotele Sui colori] 2

Il quarto capitolo tratta dei coloranti naturali: fiori, radici, cortecce, foglie, frutti. Il viola si ottiene coi succhi secreti dal murice e per alcuni coloranti occorre un mordente. Il quinto e sesto capitolo trattano della mutevolezza del colore con il passare del tempo e delle condizioni ambientali. La maturazione e la mancanza di acqua tendono a modificare il colore verso il bianco, l’umidità e l’acqua verso il nero.

In un altro punto ancora distingue tra mescolanza additiva e sottrattiva.

In un altro punto significativo l’autore osserva che ogni luce è qualitativamente diversa da ogni altra (sole, luna, fuoco, lanterne) ed è modificata cromaticamente dagli oggetti dai quali è riflessa.” (tratto da Le dottrine del colore di Aristotele di Boscarol)

1 Commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia antica

Una risposta a “eBook di filosofia: Aristotele, De coloribus

  1. Pingback: Aritotele, Sui colori | now.here

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...