Sul Canale Youtube del MAC di Teolo video del Prof. Dino Formaggio

carro del sole

[D. Formaggio, Il carro del sole, 1983. Lamine e bacchette in ottone, ruote e ingranaggi per pompe idrauliche]

Sul Canale Youtube del Museo di Arte contemporanea del Comune di Teolo trovate alcuni video di interventi a trasmissioni televisive del Prof. Dino Formaggio.

Il Museo è stato inaugurato e aperto al pubblico nell’ottobre del 1993. É stato intitolato a Dino Formaggio – oltre che per i meriti e la notorietà acquisita come filosofo e critico d’arte – per il fatto che si devono a lui tutte le generose donazioni di opere di pittura e scultura che costituiscono il patrimonio del Museo.
In linea con una filosofia dell’arte di ispirazione fenomenologica di cui Formaggio fu promotore in Italia, l’originalità della raccolta museale, che conta ormai duecento opere di ottantasette artisti, non consiste nel documentare tendenze o scuole dell’arte di questo secolo o nel riunire artisti che si richiamano a un manifesto (pur raccogliendo alcuni autori, come Renato Birolli, Fiorenzo Tomea, Aligi Sassu, Alberto Casarotti, Dino Lanaro, che maturarono nell’ambiente del movimento milanese di ‘Corrente”, animato da Ernesto Treccani e che divenne, sul finire degli anni Trenta, un riferimento per i dissidenti dall’imperante novecentismo), ma nel presentare un campione, certamente limitato ma sufficientemente vario, dei notevoli rivolgimenti tecnici e culturali che l’arte ha conosciuto in questo secolo.

Vi segnaliamo inoltre che il 20 settembre presso il Museo è stata inaugurata la mostra per celebrare il centenario della nascita del filosofo Dino Formaggio: L’arte, il senso di una vita. Disegni, acquarelli, oli e sculture di Dino Formaggio artista. La rassegna propone una serie di disegni, acquarelli, oli e sculture del Filosofo, fino ad oggi conservati presso la sua dimora di Illasi (VR). 

Le opere d’arte esposte rappresentano un unicum nella storia della cultura nel senso che offrono le immagini che un filosofo, tra i più importanti della filosofia italiana del secondo Novecento, ha elaborato per rappresentare  nella concretezza del fare artistico alcuni dei vertici più significativi del suo pensiero.  Le immagini esposte, infatti, partono raccontando la sua vicenda personale ed umana, i suoi ricordi dell’infanzia – nei paesaggi di Marzio o Borgio Verezzi, nei ritratti dei genitori o dei piccoli alunni della povera scuola elementare di Motta Visconti (la sua prima esperienza in cattedra) – per arrivare alle figure simboliche del suo discorso filosofico, come il “Prometeo” che sottrae il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, o il “Don Chisciotte” che, lancia in resta, combatte contro ogni ingiustizia. Queste figure, dunque oltre e al di là del valore artistico, rappresentano anche la traduzione visiva dei temi più profondi del suo impegno morale e filosofico.

Sono opere assolutamente originali, che consentono di “vedere” la filosofia, che traducono nella materia formata dalla intelligenza delle mani la speculazione filosofica. Ora questa mostra propone un “caso culturale”, quello di un filosofo che non solo esprime ma realizza immagini che “sono” il suo pensiero.”

Lascia un commento

Archiviato in Anniversari, Filosofia contemporanea, Video

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...