Archivi categoria: Banche-dati

Core (COnnecting REpositories): online tesi, articoli e biblioteche digitali

corelogo_hires

Core (COnnecting REpositories) è il portale sviluppato dal Knowledge Media Institute (KMi) dell’Open University che aggrega e rende fruibili risorse web open access disponibili in numerosi repository istituzionali. Vi potete trovare quindi articoli, tesi, papers, pre-print, biblioteche digitali.

“The goal of the project is to aggregate all open access content distributed across different systems, such as repositories and open access journals, enrich this content using text mining and data mining, and provide free access to it through a set of services. The CORE project also aims to promote open access to scholarly outputs. It fully supports the taxpayer’s entitlement to the research they have funded and facilitates the wide dissemination of the open access content. CORE works closely with digital libraries and institutional repositories.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia, Periodici, Tesi

EBSCO Open Dissertation: online tesi di laurea e di dottorato

EBSCO

EBSCO Open Dissertation è la nuova banca dati online che offre l’accesso ad oltre 800.000 tesi di laurea e dottorato in formato elettronico, provenienti da oltre 30 istituzioni. Per accedere al testo integrale delle tesi, dopo aver effettuato la ricerca, bisogna cliccare all’interno della scheda nell’URL riportata.

Gli autori possono chiedere l’inclusione della tesi nel portale.

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia, Filosofia antica, Filosofia contemporanea, Filosofia medievale, Filosofia moderna, Tesi

Système d’Information en Philosophie des Sciences (SIPS): una banca dati bibliografica free di filosofia della scienza

sips

Il Système d’Information en Philosophie des Sciences (SIPS) è la banca dati bibliografica free che mette a disposizione dei ricercatori, ed anche di un pubblico più ampio, l’insieme dei riferimenti bibliografici (singoli volumi, articoli di periodici, saggi raccolti in volumi collettivi, recensioni, tesi di dottorato…) nel campo della Filosofia della scienza dell’Otto-Novecento.

Ideato dal Centre de documentation et de bibliographie philosophiques (CDBP) dell’Università della Franca Contea (Besançon) – una sezione del Laboratoire de recherches philosophiques sur les sciences de l’action (EA 2274) –, il programma è stato posto in opera alla Maison des sciences de l’homme et de l’environnement (MSHE) Claude-Nicolas Ledoux (USR-CNRS 3124).

Il progetto conta anche sulla collaborazione attiva dei seguenti centri di ricerca :

  1. Philosophy Documentation Center (Charlottesville, Virginia, USA) ;
  2. Institut d’Histoire et Philosophie des Sciences et des Techniques (CNRS UMR 8590, Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne, ENS-Ulm) ;
  3. Laboratoire de Philosophie et d’Histoire des Sciences – Archives Henri-Poincaré (CNRS UMR 7117, Université de Nancy 2) ;
  4. Centre d’Épistémologie et d’Ergologie Comparative (CNRS UMR 7034, Université de Provence) ;
  5. Centro de Filosofia das Ciências da Universidade de Lisboa.

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia della scienza

PhilArchive: un ricco archivio online di articoli e saggi di filosofia

PhilArchive

PhilArchive è l’archivio online che mette in rete articoli e saggi di filosofia. Al momento  l’archivio contiene più di 29.000 lavori e si candida ad essere il più grande archivio open access di filosofia. L’archivio, presente dal 2009 all’interno della piattaforma di PhilPapers, è stato scorporato perché fosse più accessibile agli utenti.

E’ possibile sia effettuare ricerche impostando anche alert sia “caricare” i propri lavori nell’archivio considerando che i saggi che entrano nell’archivio non sono sottoposti a peer review ma devono comunque rispettare dei livelli minimi di qualità e rilevanza.

In molti casi sono presenti versioni pre-print di articoli. E’ disponibile anche una pagina in cui vengono esplicitate le politiche degli editori sulla pubblicazione in PhilArchive.

 

 

1 Commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia antica, Filosofia contemporanea, Filosofia medievale, Filosofia moderna, Papers, Periodici, Uncategorized

Epistolari di René Descartes: bancadati online di diverse edizioni delle lettere di Cartesio

220px-Descartes3

Epistolari di René Descartes è la banca dati online che rende disponibile on line l’edizione dell’epistolario di René Descartes pubblicato nel Seicento da Claude Clerselier (1614-1684), ossia 362 lettere comprendenti 39 lettere latine delle quali viene data anche la versione francese e 19 lettere che non sono di Descartes, insieme a una nuova edizione che comprende le lettere ultimamente ritrovate (in totale 736).

Si tratta, complessivamente, di quattro prodotti (due dei quali sono editati in linguaggio XML e due in formato immagine):

  1. Clerselier I
  2. Clerselier II
  3. Clerselier III
  4. EDeX

“– in XML sono i voll. I, II, III delle Lettres de Monsieur Descartes (Clerselier-XML) che Claude Clerselier aveva dato alle stampe a Parigi tra il 1657 e il 1667 presso l’editore Charles Angot e l’edizione completa delle lettere (Epistolario-EDeX);

– in formato immagine sono gli originali a stampa dell’esemplare (collocazione: n° 14185-14186-14187) custodito presso la Bibliothèque Mazarine (Clerselier I, II, III) e dell’esemplare (Clerselier-Institut I, II, III) custodito presso la Bibliothèque de l’Institut de France (MS 4469-4470-4471). Quest’ultimo corredato di postille manoscritte a margine e di becquets collazionati da Jean-Baptiste Legrand († 1704) e Adrien Baillet (1649-1706) su autografi oggi in gran parte perduti [vedi: Dalle edizioni secentesche alle moderne edizioni].

Clerselier-XML, Clerselier e Clerselier-Institut sono visibili l’uno di fianco all’altro, così da consentire un confronto immediato tra le minute trascritte in Clerselier-XML e stampate in Clerselier da una parte e tra questi due prodotti e gli autografi ricostruiti in Clerselier-Institut dall’altra.

Clerselier-XML riporta in testa a ciascuna lettera l’indicazione delle pp. in cui essa è presente in Clerselier, AT, BLet [vedi: Edizioni di riferimento], Epistolario-EDeX. Di queste stesse edizioni, nel corpo del testo di ciascuna lettera, sono indicati i cambi pagina.

Clerselier-XML è corredato da simboli che consentono la visualizzazione (e l’ingrandimento), mediante una finestra di pop-up, di figure e formule di Clerselier e dei becquets di Clerselier-Institut [vedi: Cosa si può fare].

Clerselier-XML è corredato da due ordini di note: di rinvi infratestuali a Clerselier I, II, III, a Clerselier-Institut e a Epistolario-EdeX; e bio-bibliografiche di informazioni essenziali sui personaggi citati.

L’edizione Clerselier-XML è stata curata da Siegrid Agostini (vol. I e vol. III: pp. 1-21 n.n. e pp. 1-332) e da Francesca Manno (vol. II e vol. III: pp. 332-646). All’edizione hanno collaborato, a vario titolo, Francesca Giuliano, Tania Lovascio, Emanuela Orlando, Alice Ragni, dottorande del dottorato italo-franco-tedesco in Forme e storia dei saperi filosofici. La revisione dei testi francesi è di Véronique Thiebot e Hélène Leblanc.”

In particolare l’Epistolario-EDeX, curato da Chiara Catalano, è una edizione normalizzata secondo la grafia moderna e il cui corpus è stato aggiornato alle più recenti acquisizioni: contiene gli autografi ritrovati da Erik-Jan Bos delle lettere di Descartes a Mersenne (27 maggio 1641) e a Matthias Pasor (26 maggio 1645); sostituisce (lettera n. DCCXXIV) il resoconto della lettera di Descartes a Clerselier del 6 novembre 1649 (Baillet II 387-388) con il testo della lettera (Baillet II 383) non pubblicato né da AT né da BLet. Valentina Pastorelli aveva segnalato nella sua tesi di dottorato (Adrien Baillet: La vie de Monsieur Descartes. L’epistolario cartesiano come trama del testo, Lecce, 5 maggio 2009) la presenza della lettera in Baillet senza precisare che essa non fosse stata mai pubblicata, cosa che, invece, ha fatto Erik-Jan Bos nel corso di una conferenza tenuta ad Uberlandia nel settembre 2013.

Molto utile è Dalle edizioni secentesche alle moderne edizioni, l’introduzione che chiarisce la storia delle edizioni della corrispondenza di Cartesio

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Biblioteche digitali, Filosofia moderna, Lettere

rousseauonline.ch: tutte le opere di Rousseau online (prima edizione)

Rousseau

rousseauonline.ch è il sito, sviluppato in collaborazione con la Bibliothèque de Genève e con il progetto svizzero e-rara.ch, che contiene la versione digitalizzata di tutta l’opera di Rousseau, così come venne pubblicata la prima volta, in 17 volumi, a Ginevra tra il 1780 e il 1789.

Il sito è articolato in queste sezioni:

  • table des matières: indice con la versione in html, EPUB e PDF dell’opera
  • images: le illustrazioni originali, le pagine dei titoli e le immagini contenute nei diversi capitoli
  • recherche: motore di ricerca testuale
  • carte interactive: mappa geografica-storica delle 400 lettere scritte da Rousseau tra il 1732 e il 1776 e pubblicate nell’edizione ginevrina.

1 Commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Lettere

The Philosophy Paperboy: ultimi articoli usciti nelle riviste di filosofia

philosophy-paperboy

The Philosophy Paperboy è l’interessante sito ideato da  Andrea Raimondi, dottorando presso l’Università di Nottingham, che segnala giornalmente gli ultimi articoli pubblicati nelle principali riviste di filosofia.

Al momento le riviste analizzate dal sito sono 540. Potete effettuare anche ricerche tematiche usando il box di ricerca nella homepage.

 

1 Commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Periodici, Recensioni

Project Agon: bibliografia e banca dati sulle “dispute” di età moderna

AGON

Il Project Agon. La dispute: cas, querelle, controverse and création à l’époque moderne è l’interessante progetto di ricerca online sulle dispute che videro “fronteggiarsi” in età moderna in Francia e in Inghilterra letterati, filosofi e scienziati e sul loro rapporto con la produzione scritta.

All’interno del ricco sito vi segnaliamo:

  • la bibliografia
  • la banca dati AGON che riporta per ogni voce le informazioni sulle dispute (partecipanti, cronologia, bibliografia, documenti…). É possibile fare ricerche per persona, data, tema e scorrere tutte le dispute inserite.

“The major debates of the early modern period probed epistemological, religious and philosophical questions. They divided scholars and intellectuals across the Republic of Letters. These conflicts were both local and had repercussions throughout Europe, were formulated in a variety of genres from treatises to correspondence, periodicals to pamphlets. They grew out of meetings and discussions in salons, clubs, Academies and cafés. It is thus essential to get a sense of the practices and interactions at play in these milieu: the developing literary field in France is characterised by both the world of the salons (a female, mondain space), and that of the academies (a male, scholarly space); but the querelles tended to transcend these two worlds.  In England, the spaces of cultural and literary interaction were different, composed of coffee-houses, clubs, academies and societies. But in both countries, the modus operandi of these spaces encouraged participants to think about their practice, and sometimes, their discipline. Distinctions between areas of knowledge, between ways of thinking and writing were debated, giving rise to new conceptions of genre and discipline.”

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia moderna

Nietzsche-Briefwechsel: l’epistolario di Nietzsche online

nietzsche_brief  Nietzsche1882

Nietzsche-Briefwechsel è la banca dati del Klassik Stiftung di Weimar che rende disponibile in rete l’indice delle lettere scritte e ricevute da Nietzsche dal 1847 al 1900.

Potete fare ricerche per nome del mittente e del destinatario, per luogo, per data, per incipit. Per ogni lettera viene indicato il luogo dove è conservato l’originale (se noto) e i riferimenti bibliografici alle edizioni a stampa. Di alcuni esemplari è presente anche la versione digitalizzata.

 

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Banche-dati, Filosofia contemporanea, Inventari

Lessico delle Passioni: il sito sul dibatttito sulle passioni in età moderna

lessico_passioni

Lessico delle Passioni è il sito e il progetto dell’Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee (ILIESI), diretto da Pina Tortarolo, che è è finalizzato alla memorizzazione e archiviazione di testi filosofici di vari autori, in lingua latina, italiana, francese e inglese, allo scopo di approfondire motivi filosofici, questioni metodologiche e problemi terminologici relativi al dibattito sulle passioni tra XVII e XVIII secolo, con particolare attenzione agli slittamenti semantici prodotti dalle traduzioni in altra lingua.

Il sito permette il confronto terminologico tra le Passiones animi di Descartes, il De l’usage des Passions di Jean François Senault, alcune opere di Hobbes, il Systeme de l’Ame di Marin Cureau de la Chambre e l’Ethica di Spinoza.

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Filosofia moderna