Archivi categoria: eBook di Filosofia

Laboratori di filosofia: M. Barbieri, Passeggiare nel tempo. Sul rapporto tra storiografia e filosofia della storia

506ac9b48c5a38ffef49522592a07fcb

Marco Barbieri, Passeggiare nel tempo storico. Sul rapporto tra storiografia e filosofia della storia

Questi brevi saggi, composti da studenti di questo Ateneo (Università degli Studi di Milano), iscritti alla Laurea Magistrale in Scienze filosofiche, sono il risultato di un Seminario interno al corso di Filosofia della storia dell’a. a. 2019-2020, tenutosi nell’aprile 2020, in piena pandemia. Utilizzando la piattaforma Microsoft Word, il seminario ha costituito il momento didattico culminante del corso, che aveva come intitolazione: “L’eredità del Secolo Breve”.

Le esercitazioni svolte dagli studenti magistrali hanno preso spunto dai volumi di Eric Hobsbawn (Il secolo breve) e di Ernst Bloch (Eredità di questo tempo), ponendo a confronto i giudizi dello storico con quelli del filosofo della storia, relativamente all’evento epocale della Rivoluzione d’Ottobre e della contro-rivoluzione Nazionalsocialista, individuati come l’asse portante della storia del Novecento. Questa lettura è stata guidata dal volume di Guido Davide Neri (Aporie della realizzazione), che rilegge l’esperienza dell’Est europeo come presa di coscienza dell’attualità della Filosofia in quanto critica dei totalitarismi.

I saggi offerti alla lettura e alla discussione del Blog della Biblioteca di Filosofia Unimi sono una selezione degli interventi meglio riusciti, appositamente rielaborati in vista della pubblicazione.

Prof. Amedeo Vigorelli

licenza-open-3

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia della storia, Laboratori di Filosofia

Laboratori di filosofia: T. Alberti, Reificazione e prassi. Un percorso teorico da György Lukács a Karel Kosík

index   Kosik1

Tommaso Alberti,  Reificazione e prassi. Un percorso teorico da György Lukács a Karel Kosík

Questi brevi saggi, composti da studenti di questo Ateneo (Università degli Studi di Milano), iscritti alla Laurea Magistrale in Scienze filosofiche, sono il risultato di un Seminario interno al corso di Filosofia della storia dell’a. a. 2019-2020, tenutosi nell’aprile 2020, in piena pandemia. Utilizzando la piattaforma Microsoft Word, il seminario ha costituito il momento didattico culminante del corso, che aveva come intitolazione: “L’eredità del Secolo Breve”.

Le esercitazioni svolte dagli studenti magistrali hanno preso spunto dai volumi di Eric Hobsbawn (Il secolo breve) e di Ernst Bloch (Eredità di questo tempo), ponendo a confronto i giudizi dello storico con quelli del filosofo della storia, relativamente all’evento epocale della Rivoluzione d’Ottobre e della contro-rivoluzione Nazionalsocialista, individuati come l’asse portante della storia del Novecento. Questa lettura è stata guidata dal volume di Guido Davide Neri (Aporie della realizzazione), che rilegge l’esperienza dell’Est europeo come presa di coscienza dell’attualità della Filosofia in quanto critica dei totalitarismi.

I saggi offerti alla lettura e alla discussione del Blog della Biblioteca di Filosofia Unimi sono una selezione degli interventi meglio riusciti, appositamente rielaborati in vista della pubblicazione.

Prof. Amedeo Vigorelli

licenza-open-3

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia della storia, Laboratori di Filosofia

eBook: G. Zaccaria, Dopo l’emergenza. Dieci tesi sull’era post-pandemica

fronte_6

Giuseppe Zaccaria, Dopo l’emergenza. Dieci tesi sull’era post-pandemica

“Le ferite profonde originate dall’effetto coronavirus ci insegnano molte cose, e soprattutto ci costringono a rimettere in discussione una serie di temi nevralgici per la nostra esistenza individuale e collettiva. Molte narrazioni sono andate in frantumi e c’è bisogno di riflessione. A condizione di rinunciare a rifugiarsi nei propri pregiudizi e nelle proprie certezze ideologiche e di mantenere uno spirito critico, è indispensabile fermarsi a pensare sulle le macerie della crisi immane che la pandemia ci lascia, per capire se sotto di esse possano crescere, al di là delle retoriche stucchevoli delle ferite che divengono opportunità, nuove idee per il futuro. Da questo punto di vista il virus ha agito nei diversi Paesi come un pettine impietoso, in modi differenziati in relazione alle diverse capacità di risposta, e ha evidenziato la necessità di misurarsi con una serie di nodi e di problemi troppo a lungo colpevolmente trascurati; ma contemporaneamente esso ha operato come un forte acceleratore storico di processi sociali ed economici che oggi si ripresentano sotto il segno drammatico dell’urgenza e dell’incertezza e la cui ennesima sottovalutazione avrebbe per effetto di pregiudicare in modo irreparabile la possibilità di un futuro un po’ meno precario ed incerto.”

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia politica

100 capitoli free della collana De Gruyter “Trends in Classics Supplementary Volumes”

used-books-store-2

Per “celebrare” l’uscita del centesimo volume della collana Trends in Classics Supplementary Volumes, l’editore De Gruyter mette online fino alla fine dell’anno i 100 capitoli più scaricati dai lettori.

Eccovi la lista completa:

Introduction
Nikos Manousakis in ›Prometheus Bound‹ – A Separate Authorial Trace in the Aeschylean Corpus

The Gold Tablets – Practical and Eschatological Aspects
Anthi Chrysanthou in Defining Orphism

Writing the God: Form and Meaning in Callimachus, Hymn to Athena
Richard Hunter in On Coming After

Introduction
Jonas Grethlein and Antonios Rengakos in Narratology and Interpretation

Ancient Scholarship Today
Franco Montanari in Approaches to Greek Poetry

Sound-Play in the Hesiodic Catalogue of Women
Christos Tsagalis in Poetry in Fragments

Mapping Counterfactuality in Apollonius’ Argonautica
Evina Sistakou in Geography, Topography, Landscape

“You must not stand in one place”: seeing in Sicilian and Old Attic Comedy
Anna Novokhatko in Gaze, Vision, and Visuality in Ancient Greek Literature

Madness Narrative in Euripides’ Bacchae
Anna Lamari in Wisdom and Folly in Euripides

Technological Wonder in Herodotus’ Histories
Maria Gerolemou in Medicine and Paradoxography in the Ancient World

Hyporchematic Footprints in Euripides’ Electra
Rosa Andújar in Paths of Song

Pioneers of Grammar. Hellenistic Scholarship and the Study of Language
Lara Pagani in From Scholars to Scholia

“Your first commitments tangible again” – Alexandrianism as an aesthetic category?
Filippomaria Pontani in Hellenistic Studies at a Crossroads

Seneca’s Thyestes: Three Female Translators into English
Stephen Harrison in Roman Drama and its Contexts

Intrepid Intratextuality: The Epistolary Pair of Leander and Hero (Heroides 18–19) and the End of Ovid’s Poetic Career
Thea S. Thorsen in Intratextuality and Latin Literature

Introduction
Lauren Donovan Ginsberg and Darcy A. Krasne in After 69 CE – Writing Civil War in Flavian Rome

Valerius Flaccus’s Collapsible Universe: Patterns of Cosmic Disintegration in the Argonautica
Darcy A. Krasne in After 69 CE – Writing Civil War in Flavian Rome

Olympians 1–3: A song cycle?
Jenny Strauss Clay in Archaic and Classical Choral Song

The Epicurus Trope and the Construction of a “Letter Writer” in Seneca’s Epistulae Morales
Jula Wildberger in Seneca Philosophus

Euripides’ ‘Family Reunion Plays’ and their Socio-Political Resonances
Ioanna Karamanou in Crisis on Stage

Narrative and Simile in Lycophron’s Alexandra
Alexander Sens in Hellenistic Studies at a Crossroads

The Reception of Horace Odes 2.4 in Horace Odes 2.5
Hayden Pelliccia in They Keep It All Hid

A Known Unknown in Pompeian Graffiti?
Peter E. Knox in They Keep It All Hid

Allusive Technique in the Argonautica of Valerius Flaccus
Damien Nelis in Intertextuality in Flavian Epic Poetry

Foreshadowing Medea: Prolepsis and Intertextuality in Valerius Flaccus
Chiara Battistella and Lavinia Galli Milić in Intertextuality in Flavian Epic Poetry

Gazing at Helen with Stesichorus
P. J. Finglass in Gaze, Vision, and Visuality in Ancient Greek Literature

How Rare are the Words that Make Up Intertexts? A Study in Latin and Greek Epic Poetry
Neil Coffee and James Gawley in Intertextuality in Flavian Epic Poetry

Protagoras and the Definition of ‘Sophist’ in the Sophist
Thomas M. Robinson in Plato’s “Sophist” Revisited

Back to the Point: Plato and Parmenides – Genuine Parricide?
Beatriz Bossi in Plato’s “Sophist” Revisited

Making the Case for a Linguistic Investigation of Greek Lexicography: Some Examples from the Byzantine Reception of Atticist Lemmas
Olga Tribulato in The Paths of Greek

Empedocles in the West, Panyassis in the East: Doric and Hexameter Poetry in the Classical Age
Enzo Passa in The Paths of Greek

Diodorus the Mythographer?
John Marincola in Host or Parasite?

Myth(ography), History and the Peripatos
Robert Fowler in Host or Parasite?

Dancing in Delphi, Dancing in Thebes: The Lyric Chorus in Euripides’ Phoenician Women
Enrico Emanuele Prodi in Paths of Song

Eratosthenes, Crates and Aristarchus on the Homeric dual. Rethinking the origins of the ‘analogy vs. anomaly controversy’
Stephanos Matthaios in Approaches to Greek Poetry

Sophocles’ Philoctetes and Political Nostalgia
Ruth Scodel in Crisis on Stage

Afterword: On the Nonexistence of Tragic Odes
Andrew Ford in Paths of Song

Explicit Theological Innovations: Xenophanes’ God
Nuria Scapin in The Flower of Suffering

The Kings of Comedy
Amy Richlin in Roman Drama and its Contexts

The imaginative poet: Aeschylus’ phantasiai in ancient literary criticism
Marco Ercoles in Approaches to Greek Poetry

Patterns of Human Error in Homer
Margalit Finkelberg in Homer and Early Greek Epic

Iterative and Syntactical Units: A Religious Gesture in the Iliad
Pietro Pucci in Homeric Contexts

Issues in Translation: Plutarch’s Moralia Translated from Greek into Latin by Iacopo d’Angelo
Giancarlo Abbamonte in Making and Rethinking the Renaissance

The Greek reaction to the slaughter of the Athenian captives at Aegospotami and Xenophon’s Hellenica
Aggelos Kapellos in Xenophon on Violence

Greek Tragedy and Attic Oratory
Andreas Markantonatos in Poet and Orator

Death and Life in Lucan
David Konstan in Life, Love and Death in Latin Poetry

Till Death do us Part … or Join: Love beyond Death in Ovid’s Metamorphoses
Alison Sharrock in Life, Love and Death in Latin Poetry

Tragic Translatio: Epistle 107 and Senecan Tragedy
Christopher Trinacty in Roman Drama and its Contexts

Janus Lascaris’ Florentine Oration and the ‘Reception’ of Ancient Aeolism
Han Lamers in Making and Rethinking the Renaissance

‘Stesichorean’ Footsteps in the Parodos of Aeschylus’ Agamemnon
Thomas R.P. Coward in Paths of Song

Unconventional Features in Homer: The Case of ἑέ and ἑοῖ
Sara Kaczko in The Paths of Greek

Philosophical and Structuralist Narratologies – Worlds Apart?
Jonas Grethlein in Narratology and Interpretation

Elements of Pantomime in Plautus’ Comedies
Bernhard Zimmermann in Roman Drama and its Contexts

Intertextuality and Intratextuality: Euripides’ Iphigenia at Aulis and Seneca’s Troades
Stavros Frangoulidis in Intratextuality and Latin Literature

‘Political Intratextuality’ with regard to Cicero’s Speeches
Gesine Manuwald in Intratextuality and Latin Literature

Apuleius on Raising the Dead Crossing the Boundaries of Life and Death while Convincing the Audience
Regine May in Recognizing Miracles in Antiquity and Beyond

Propertius and the Unstructured Self
Roy Gibson in Life, Love and Death in Latin Poetry

Some Polyvalent Intra- and Inter-Textualities in Fasti 3
S.J. Heyworth in Intratextuality and Latin Literature

Pre- and Post-digital Poetics of ‘Transliteralism’: Some Greco-Roman Epic Incipits
Stephen Hinds in Intertextuality in Flavian Epic Poetry

Engendering Civil War in Flavian Epic
Alison Keith in After 69 CE – Writing Civil War in Flavian Rome

Alcman’s first Partheneion and the song the Sirens sang
Ewen Bowie in Archaic and Classical Choral Song

Lucia Floridi Wondrous Healings in Greek Epigrams (and Their Parodic Counterparts)
Lucia Floridi in Medicine and Paradoxography in the Ancient World

A Little-Studied Dialogue: Responses to Plato in Callimachean Epigram
Benjamin Acosta-Hughes in Dialect, Diction, and Style in Greek Literary and Inscribed Epigram

Tragic smiles: When tragedy gets too comic for Aristotle and later Hellenistic readers
Marco Fantuzzi in Tragic smiles: When tragedy gets too comic for Aristotle and later Hellenistic readers

Casualty Lists in Performance. Name Catalogues and Greek Verse-Inscriptions
Andrej Petrovic in Dialect, Diction, and Style in Greek Literary and Inscribed Epigram

Posidippus and Achaemenid royal propaganda
Ivana Petrovic in Hellenistic Studies at a Crossroads

Aristotle on Music and Theatre (Politics VIII 6. 1340 b 20–1342 b 34; Poetics)
Egert Poehlmann in Theatre World

The Wanderings of a Greek Manuscript from Byzantium to Aldus’ Printing House and Beyond: The Story of the Aristotle Ambr. B 7 inf.
Stefano Martinelli Tempesta in Making and Rethinking the Renaissance

From Gabii and Gordion to Eretria and Methone: the Rise of the Greek Alphabet
Richard Jankoin in Panhellenes at Methone

From Greek to the Greeks: Homer (and Pseudo-Homer) in the Greco-Venetian Context between the Late Fifteenth and Early Sixteenth Century
Caterina Carpinato in Making and Rethinking the Renaissance

Instability and the Sublime in Martial’s Liber Spectaculorum
Siobhan Chomse in After 69 CE – Writing Civil War in Flavian Rome

Constructing (Super-)characters: The Case Study of Silius’ Hannibal
Marco Fucecchi in Intertextuality in Flavian Epic Poetry

Reading Civil War in Frontinus’s Strategemata: A Case-Study for Flavian Literary Studies
Alice König in After 69 CE – Writing Civil War in Flavian Rome

Introduction: Medicine and Paradoxography in Dialogue
George Kazantzidis in Medicine and Paradoxography in the Ancient World

‘A Historian Utterly Without Hope’: Literary Artistry and Narratives of Decline in Tacitus’ Historiae I
Sophia Papaioannou in Hope in Ancient Literature, History, and Art

Masters of War: Virgil, Horace, Owen, Pound, Trumbo, Dylan and the Art of Reference
Thomas Palaima in They Keep It All Hid

The oldest textual witness of John Tzetzes’ Exegesis of the Iliad
Fausto Montana in Approaches to Greek Poetry

Notes on the Origin and Diffusion of the -εσσι Datives
Albio Cesare Cassio in Studies in Ancient Greek Dialects

Augustan and Late Antique Intratextuality: Virgil’s Aeneid and Prudentius’ Psychomachia
Philip Hardie in Intratextuality and Latin Literature

Augustan and Late Antique Intratextuality: Virgil’s Aeneid and Prudentius’ Psychomachia
Philip Hardie in Intratextuality and Latin Literature

Is historia a Genre?
Christina Shuttleworth Kraus in Generic Interfaces in Latin Literature

The Flowers of the Meadow: Intrageneric Intertextuality in Achilles Tatius 1–2
Tim Whitmarsh in Dynamics of Ancient Prose

The Greek Language in the Black Sea
María Luisa del Barrio Vega in Studies in Ancient Greek Dialects

Kangaroo Courts: Displaced Justice in the Roman Novel
John Bodel in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

Fortunata and Terentia: A Model for Trimalchio’s Wife
Shannon N. Byrne in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

Babylonian Stories and the Ancient Novel: Magi and the Limits of Empire in Iamblichus’ Babyloniaka
Catherine Connors in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

The Interaction of Emotions in the Greek Novels
Michael Cummings in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

Eros the Cheese Maker: A Food Studies Approach to Daphnis and Chloe
Mary Jaeger in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

The Heroikos of Philostratus: A Novel of Heroes, and more
Francesca Mestre and Pilar Gómez in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

Refiguring the Animal/Human Divide in Apuleius and Heliodorus
Ellen Finkelpearl in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

Elements of Ancient Novel and Novella in Tacitus
Christoph Kugelmeier in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

Slavery in Flavian epic
Martin T. Dinter in Flavian Epic Interactions

Competitive Vocal Performance in Aristophanes’ Knights
Edith Hall in Poet and Orator

Copyists’ Versions and the Readership of the Greek Novel
Manuel Sanz Morales in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

Springs as a Civilizing Mechanism in Daphnis and Chloe
Janelle Peters in Cultural Crossroads in the Ancient Novel

The Topography of Epic Narrative in Ovid’s Metamorphoses
Ioannis Ziogas in Geography, Topography, Landscape

Lucan’s Caesar and Laelius
Matthew Leigh in Wordplay and Powerplay in Latin Poetry

Silius Italicus and Greek Epic: Imperial Culture Wars
Arthur J. Pomeroy in Wordplay and Powerplay in Latin Poetry

Hearth and Home in Euripides’ Alcestis
Laura McClure in Wisdom and Folly in Euripides

Genos, Gennaios, and Athens in the Later Tragedies of Sophocles
Sophie Mills in Crisis on Stage

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia antica

eBook di filosofia: C. Botti, Cura e differenza. Ripensare l’etica

cura

Caterina Botti, Cura e differenza. Ripensare l’etica

“«La vita è fatta di rapporti e della cura che vi mettiamo» e perché essa sia preservata, ovvero perché noi e gli altri si abbia una «buona vita», ce ne dobbiamo prendere cura, prestando attenzione a ciò che è importante in quelle relazioni, nella loro specificità, tenendo presente le dinamiche concrete, la loro «verità», ma anche la difficoltà di coglierle: prendendoci cura di come ci prendiamo cura. Questo il fulcro dell’etica della cura che qui si propone. L’etica della cura è riconosciuta come uno dei più interessanti contributi del pensiero femminista alla riflessione morale, ed anche come un paradigma morale in sé: la diversa visione della morale che questo approccio offre ha avuto infatti un impatto importante sulla riflessione filosofica, come anche sulla vita quotidiana di molte persone, poiché ha permesso di riguadagnare o illuminare il valore di una serie di pratiche, atteggiamenti e gesti diffusi; ha permesso, cioè, di portare a visibilità e di dare un significato a una serie di tratti dell’esperienza umana lasciati in ombra da altre teorizzazioni della morale. L’itinerario proposto in questo volume mostra che tipo di sviluppi si devono pensare, rispetto alle formulazioni più diffuse, perché il ripensamento della morale implicito in questo paradigma si dispieghi nelle sue potenzialità e si dimostri davvero adeguato e all’altezza del tempo presente e delle sue consapevolezze. Soprattutto quelle relative alla difficoltà di vedere e incontrare l’altro, coglierne i bisogni e prendersene cura, una volta che si sia messa in dubbio l’idea che esista un modo solo di essere umani, giungendo così a darne una riformulazione articolata ed inedita.”

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia morale

eBook di filosofia: B. Weatherson, A History of Philosophy Journals. Volume 1: Evidence from Topic Modeling, 1876-2013

standalone-journals

Brian Weatherson, A History of Philosophy Journals. Volume 1: Evidence from Topic Modeling, 1876-2013

Un’interessante analisi condotta su 10 riviste di lingua inglese che individua gli argomenti più affrontati.

“Anglophone philosophy in the twentieth century was centered, to an unprecedented extent, around journals: periodical publications that aimed to present (one vision of) the best philosophical work of the moment. By looking at the trends across these journals, we can see important trends in philosophy itself.

But looking at the journals is easier said than done. Most major journals have published thousands of articles. If we want to get a guide to philosophy as a whole, and not just to one particular vision of it, we need to look at several different journals. And now we’re needing to look at tens of thousands of articles.[…]

I used the data from JSTOR to build a Latent Dirichlet Allocation (LDA) model of the journals […]

An LDA model takes the distribution of words in articles and comes up with a probabilistic assignment of each paper to one of a number of topics. The number of topics has to be set manually, and after some experimentation it seemed that the best results came from dividing the articles up into 90 topics. And a lot of this book discusses the characteristics of these 90 topics.

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Periodici

Manuali free dell’editore Springer

Manuali

Fino alla fine di luglio l’editore Springer mette a disposizione una nutrita collezione di texbook.

Qui, trovate l’elenco alfabetico in Excel mentre in questa pagina trovate lo stesso elenco ma per argomento. Sono presenti manuali di ambito scientifico e “umanistico”.

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia della scienza, Logica

eBook di filosofia: N. De Vita, Inno e filosofia nel mondo antico

P._Oxy._LII_3679

Nicoletta De Vita, Inno e filosofia nel mondo antico

Tesi di dottorato discussa presso l’Università di Padova (2018)

“In un inno a Zeus, il filosofo Cleante afferma che l’inno è un dovere di natura per ogni uomo. Egli assegna a quella natura la comunanza con il divino e una facoltà specifica: l’«echou mimema» – una misteriosa interpolazione che, rimandando alla sfera della voce, motiva il canto dell’inno.
Nei suoi scritti filosofici, Epitteto, qualche secolo più avanti, sosterrà che è in quanto essere dotato di linguaggio («logos») che l’uomo non può non inneggiare a Zeus.
Similmente, già Platone era stato definito in tempi antichi il più «capace tra i compositori di inni» (Menandro I), ed egli stesso aveva indicato nell’inno a Eros il più compiuto esempio di filosofia. L’inno, scriveva nella Repubblica, è la sola forma di poesia che sia «ammessa» nella polis a venire (Resp. 607 a).
In tempi a noi recenti, al mondo moderno è stata diagnosticata un’irreparabile «perdita dell’inno» (Bailly), nonostante un poeta assai avveduto avesse indicato nella lode, ciò che in ogni tempo significa l’inno, la natura più profonda del linguaggio dell’uomo (Rilke).
Che cos’è un inno e perché esso continua a dimorare in latenza tra le meditazioni che si attardano sul linguaggio, al punto da farsi momento privilegiato della filosofia?
Tre sezioni, dedicate all’analisi della questione nel mondo antico, esplorano la sua natura più propria, alleggerendolo dalle sovradeterminazioni esegetiche che lo schiacciano ora sotto il peso dell’encomio ora sotto quello della preghiera. L’inno è ritrovato nella sua genericità di composizione poetica che nulla giudica e nulla richiede, ma solo dice.
La ricerca dei suoi elementi propri trasporta lo studio nel regno della filosofia della parola: l’innico dimora nel nome, nell’epiteto, nell’epidissi del proprio linguaggio. Esso è nella vocazione e nella nominazione, e nel punto in cui queste, festive, si incontrano.
L’ultimo gruppo di riflessioni non abbandona l’orizzonte disvelato ma prova ad estendere la questione a un problema la cui soluzione non ha cessato di interpellarci: qual è la forma che la filosofia, resasi cosciente del proprio debito nei confronti della parola innica, ha in ogni tempo cercato di riafferrare?

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia antica, Tesi

Libri d’artista pubblicati da Onestar Press free online

book

La prestigiosa casa editrice d’arte Onestar Press rende disponibili gratuitamente i libri d’artista presenti nel suo catalogo. Cliccando sul singolo artista sono disponibili i pdf dei testi. Nella collezione sono disponibili, tra le altre, le edizioni limitate di progetti di Marina Abramović, Allora & Calzadilla, Ryan Gander, Jonathan MonkLawrence Weiner.

“Marina Abramović’s ‘100 PISAMA / 100 LETTERS‘ chronologically presents the first lines of 100 letters received by the artist “from the first notes received from my mother, in I965, up to the time I left Belgrade for ever in I979”, whilst Ryan Gander’s ‘Loose Associations and Other Lectures‘ explores a framework and methodology for dealing with found material, and ‘One in one hundred (child)‘ by Jonathan Monk plays with art history and fading reproduction techniques”.

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Estetica

eBook di filosofia: P. A. Rovatti, In virus veritas

In-virus-veritas_cover

Pier Aldo Rovatti, In virus veritas

Pier Aldo Rovatti ha raccolto alcune riflessioni scritte a Trieste tra fine febbraio e fine maggio 2020, nel periodo di tempo più duro del cosiddetto distanziamento sociale…

«Mi chiedo, come molti hanno fatto, se il virus abbia rivelato certi atteggiamenti, certe chiusure ma anche certe aperture del “regime di verità” (come direbbe Michel Foucault) nel quale stavamo tutti vivendo: soprattutto se abbia contribuito con la sua presenza minacciosa, con le sue manifestazioni visibili e non visibili, a produrre un contatto critico tra noi e noi stessi, incrinando almeno un poco il muro di resistenze che di solito ci impediscono di guardare dal di dentro le vite che conduciamo in maniera alquanto automatica.»

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea