Archivi categoria: Epistemologia

eBook di filosofia: A. Molaro, “Ja, Gesistigkeit ist (hier) alles!”: dialettica dell’umano ed epistemologia tra Sigmund Freud e Ludwig Binswanger

Ludwig Binswanger

Aurelio Molaro, “Ja, Gesistigkeit ist (hier) alles!”: dialettica dell’umano ed epistemologia tra Sigmund Freud e Ludwig Binswanger

Tesi di dottorato (a.a. 2014/2015). Correlatore: prof. Alfredo Civita

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Epistemologia, Filosofia contemporanea, Logica, Psicanalisi, Psichiatria, Tesi, Uncategorized

eBook di filosofia: A. Altobrando, Il problema dell’infinito nell’orizzonte fenomenologico husserliano

Husserl3

Andrea Altobrando, Il problema dell’infinito nell’orizzonte fenomenologico husserliano. Tesi di dottorato (Università di Padova, 2012)

“Scopo del presente lavoro è la chiarificazione del significato di ‘infinito’ all’interno di una prospettiva fenomenologica, in particolare nel quadro della teoria della conoscenza e della percezione di Husserl.
Nel primo capitolo descrivo sommariamente i tratti fondamentali della fenomenologia husserliana della conoscenza. Dopo di che approfondisco le questioni concernenti la riduzione al ‘reellen Bestand’, il quale nelle “Ricerche logiche” è considerato il terreno di verificazione delle intenzioni. Quindi propongo un’interpretazione dell’intuizione categoriale come diretta alle leggi seguite da un’’Auffassung’ nell’organizzazione dei dati sensoriali relativi a un oggetto.
Nel secondo capitolo espongo brevemente la fenomenologia della percezione di Husserl e mostro in che modo la percezione si possa considerare un’esperienza intenzionale. Dopo di che mi concentro sulla costituzione dello spazio e della cosa (Ding). Mostro in che senso le strutture di entrambe le costituzioni dipendono dalle sensazioni e dalle cinestesi che un soggetto esperisce.
Nel terzo capitolo giungo infine ad affrontare il problema dell’infinito. Mi confronto dapprima con alcune recenti interpretazioni della teoria della percezione di Husserl secondo le quali l’infinito è in qualche modo connesso con – e persino intuito attraverso – la percezione di cosa (Dingwahrnehmung). Sostengo che la percezione di cosa non può essere considerata un accesso all’infinito, vale a dire che nessuna percezione di cosa è percezione di qualcosa in quanto infinito. Sulla base di alcuni manoscritti di Husserl e attraverso un confronto con l’Analitica del sublime di Kant, giungo a sostenere che l’infinito può essere intuito a livello sensibile nei sensi di illimitato e di informe. Quindi mostro che l’intuizione categoriale è necessaria al fine di costituire il significato dell’infinito matematico, vale a dire un intero senza fine di parti discrete. Infatti, l’idea di una tale “entità” dipende dalla capacità di cogliere la legge di una produzione seriale.
Nelle conclusioni rilevo che l’infinito matematico è l’unico tipo di infinito che non può trovare un correlato sensibile. Questo dipende dal fatto che esso è un significato composto da due prescrizioni contraddittorie tra loro: ‘raggiungi l’illimitato’ e ‘vai avanti senza fine’. Conseguentemente affermo che l’idea di infinito è fondata sull’esperienza sensibile e che non necessita di alcuna origine sovrannaturale.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Epistemologia, Filosofia contemporanea

Roars Transactions, a Journal on Research Policy and Evaluation (RT): una rivista online sulla ricerca universitaria, epistemologia e filosofia della scienza

ROARS

Roars Transactions, a Journal on Research Policy and Evaluation (RT) è la rivista online (open-access) semestrale accademica, diretta emanazione e sviluppo di “Return on Academic ReSearch (ROARS)“, il blog collettivo italiano dedicato alla ricerca universitaria e ai processi di valutazione.
La rivista si propone di proseguire questa traccia ampliando e sollecitando da una prospettiva multidisciplinare contributi scientifici sull’argomento.

“Contributions are solicited from all fields of natural, social, and human sciences in the following areas:

  • Research and teaching evaluation methodologies and practices
  • Use and extension of quantitative indicators for the study of research and higher education systems
  • Current policy issues concerning higher education institutions, including perspective evaluation of ongoing reforms and retrospective assessment of past ones
  • Case studies, including historical ones, on reforms or restructuring of specific research or higher education institutions, or systems thereof
  • Theoretical and empirical studies on ethical issues in science, including data access and retention, selective      publication of results, fraud and plagiarism, and experimentations on humans and animals
  • Case studies and comparative analysis on legal aspects, law-making and design of law regarding research evaluation and policy
  • Empirical studies, also in a historical perspective, on the influence of  science and technology on society, especially of science and technology policy and institutions.
  • Reflections from a philosophy and history of science point of view on the themes described above.”

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Epistemologia, Filosofia della scienza, Periodici

eBook di filosofia: José María Ariso (a cura), Augmented Reality. Reflections on Its Contribution to Knowledge Formation

Augmented reality

José María Ariso (a cura), Augmented Reality. Reflections on Its Contribution to Knowledge Formation

“There is at present no publication specifically dedicated to analyzing the philosophical implications of augmented reality, especially regarding knowledge formation, which constitutes a fundamental trait of knowledge society. That is why this volume includes an analysis of the applications and implications of augmented reality. While applications cover diverse fields like psychopathology and education, implications concern issues as diverse as negative knowledge, group cognition, the internet of things, and ontological issues, among others. In this way, it is intended not only to generate answers, but also, to draw attention to new problems that arise with the diffusion of augmented reality. In order to contemplate these problems from diverse perspectives, the auhors are from a variety of fields – philosophy, computer sciencess, education, psychology, and many more. Accordingly, the volume offers varied and interesting contributions which are of interest to professionals from multiple disciplines.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Epistemologia

eBook di filosofia: E. Pacuit R. Parikh, Introduction to Formal Epistemology

Conoscenza

Eric Pacuit Rohit Parikh, Introduction to Formal Epistemology

“Formal epistemology explores knowledge and reasoning using “formal” tools, tools from math and logic. For example, a formal epistemologist might use probability theory to explain how scientific reasoning works. Or she might use modal logic to defend a particular theory of knowledge.

The questions that drive formal epistemology are often the same as those that drive “informal” epistemology. What is knowledge, and how is it different from mere opinion? What separates science from pseudoscience? When is a belief justified? What justifies my belief that the sun will rise tomorrow, or that the external world is real and not an illusion induced by Descartes’ demon?

And yet, the tools formal epistemologists apply to these questions share much history and interest with other fields, both inside and outside philosophy. So formal epistemologists often ask questions that aren’t part of the usual epistemological core, questions about decision-making or the meaning of hypothetical language, for example.

Perhaps the best way to get a feel for formal epistemology is to look at concrete examples. We’ll take a few classic epistemological questions and look at popular formal approaches to them, to see what formal tools bring to the table. We’ll also look at some applications of these formal methods outside epistemology.”

(tratto dalla Stanford Encyclopedia of Philosophy)

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Epistemologia

Lyceum: una rivista online di metafisica

LyceumLogo

Lyceum è la rivista online del Dipartimento di Filosofia del “Saint Anselm College” che si occupa di metafisica, epistemologia, morale e di storia della filosofia.

La rivista è al momento aggiornata al 2014.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Epistemologia, Filosofia morale, metafisica, Periodici, Uncategorized

eBook di filosofia: M. Ciastellardi, Le architetture liquide. Dalle reti di pensiero al pensiero in rete

ciastellardi-med

Matteo Ciastellardi, Le architetture liquide. Dalle reti di pensiero al pensiero in rete

La crescita esponenziale delle tecniche e degli strumenti di informazione digitale non innesca semplicemente una trasformazione delle pratiche quotidiane e delle risorse cognitive: ciò che muta nel contesto delle attuali forme elettroniche è anche il modo di percepire oggetti, ambienti, persone, concetti e idee. Il pensiero cambia così nel suo atto costitutivo e proiettivo, venendo reinvestito e ri(pro)dotto dagli stessi media che lo articolano. Il volume porta l’indagine sull’interazione tra le forme canonizzate e rigide delle risorse di una cultura informatica e le reti polivoche del pensiero, ricostruendo nel paradigma delle architetture liquide un modello trasversale di rilettura dei dispositivi di conoscenza e di comunicazione ed esaminando quella particolare iper-cultura propria di un mondo in cui i legami interpersonali si rimodulano tra accesso e scambio, tra reti brevi e reti lunghe, tra insiemi di segni liquidi, che mutano la loro cifra significativa ogni volta che li si ri legge e li si re interpreta. Le architetture liquide si propongono così come un percorso da affrontare non solo alla luce degli aspetti tecnologici di fattibilità dei dispositivi, ma anche assieme all’intero apparato culturale di ogni società, che vive l’evoluzione dei media e dei loro caratteri peculiari di velocità e d’interattività: in esse si ravvisa il momento di rottura con il tradizionale riscontro esegetico di ogni forma antica del sapere, condizione indispensabile per poter tradurre le pratiche, troppo spesso confinate nei paradigmi rigidi e negli schemi sociali propri della tecnica, in un ambito di applicazione in cui il patrimonio umanistico e filosofico gioca un ruolo di disvelamento assolutamente nuovo.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Epistemologia

Principia. An international journal of epistemology: una rivista online di epistemologia

logo-principia

Principia. An international journal of epistemology è la rivista online quadrimestrale di epistemologia e filosofia della scienza. Vengono pubblicati articoli, saggi, dibattiti e recensioni.

Sono accettati per la pubblicazioni lavori scritti in portoghese, spagnolo, inglese e francese.

“The journal aims to publish original scholarly work especially in epistemology area , with an emphasis on material of general interest to academic philosophers”

 

Lascia un commento

Archiviato in Epistemologia, Periodici

eBook di filosofia: Hugo Dingler, Method instead of Epistemology and Philosophy of Science

DinglerHugo_1

Hugo Dingler, Method  instead  of  Epistemology  and  Philosophy  of  Science, in  “Science  in  Context” 2, no. 2(1988) pp.  369–408 [pubblicato originariamente in “Kant-­Studien  41(1936), pp. 346–379]. Tradotto da Peter  McLaughlin

Professore alla Technische Hochschule di Darmstadt (1932-34), si occupò soprattutto di logica e metodologia delle scienze, tendendo ad avvicinare il convenzionalismo scientifico al kantismo. Uno dei maggiori esponenti dell’«operazionismo europeo», ne accolse l’assunto di fondo secondo cui il significato di un concetto coincide con l’insieme di operazioni mediante il quale è applicato, per arrivare a una definizione operativa univoca degli oggetti della fisica e della matematica. Alla base delle scienze fisico-matematiche vi sarebbe, secondo D., un sistema di principi metodologici che costituiscono i presupposti logici ed epistemologici della sperimentazione scientifica, configurandosi come una sorta di a priori che trascende la verificazione empirica. La gnoseologia pragmatico-operazionista di D. approda quindi a una «metafisica» il cui nucleo volontaristico – una filosofia della vita e dell’azione – verrà sistematicamente esteso a riflessioni etiche, ontologiche e filosofico-religiose (Metaphysik als Wissenschaft vom Letzten, 1929). Alcuni elementi delle teorie filosofiche di D. verranno ripresi e sviluppati dalla scuola costruttivista di Erlangen fondata da Paul Lorenzen. Tra le altre opere: Geschichte der Naturphilosophie (1932; trad. it. Storia filosofica della scienza); Die Methode der Physik (1938; trad. it. Il metodo della fisica); Über die Geschichte und das Wesen des Experimentes (1952).”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Epistemologia, Filosofia della scienza

eBook di filosofia: E. Paganini, La teoria manipolativa della causalità e il problema della retrocausazione

epistemologia

Elisa Paganini, La teoria manipolativa della causalità e il problema della retrocausazione

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Epistemologia