Archivi categoria: Filosofia araba

A Digital Corpus for Graeco-Arabic Studies: online le traduzioni medievali arabe di opere filosofiche, mediche e astronomiche scritte in lingua greca

DigitalDigital1

A Digital Corpus for Graeco-Arabic Studies è il portale che offre  230 opere in lingua greca affiancate dalla traduzione in lingua araba. Vi potete trovare anche un consistente numero di commentari e fonti bio-bibiografiche. I testi possono essere consultati singolarmente o insieme con la traduzione araba.

I testi presenti sono per la maggior parte opere filosofiche e mediche; soprattutto Aristotele, Galeno e Ippocrate. A questi testi si aggiungono opere di matematica, astronomia, biologia, zoologia e psicologia.

“Between the 8th and 10th centuries CE, hundreds of Greek philosophical, medical and scientific works were translated into Arabic. These translations helped shape the development of philosophy and science in the Islamic world. Through later Latin translations, they also exerted some influence in the Latin West.

Most importantly, Arabic translations were crucial for preserving, transmitting and extending ancient Greek thought: many Greek texts were lost in the intervening centuries and are now only extant in Arabic translation. The Arabic translators also had access to manuscripts that were often several centuries older and potentially closer to the Greek originals than those available to editors of ancient Greek texts today.

The Arabic translators’ understanding of their Greek sources was informed by their historical, cultural, religious and linguistic background. Their reading of these texts offers a new perspective on the ancient world that has the potential to enhance our own understanding.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba, Filosofia medievale, Matematica, Traduzioni

eBook di filosofia: A. de Libera, J.-B. Brenet e I. Rosier-Catach (a cura di ), Dante et l’averroïsme

DanteDetail

Alain de Libera, Jean-Baptiste Brenet e Irène Rosier-Catach (a cura di ), Dante et l’averroïsme

“Dante averroïste ? Le plus grand poète du Moyen Âge fut-il le disciple du plus grand philosophe arabe ? La Divine Comédie place Averroès, l’auteur du « Grand commentaire » d’Aristote, en Enfer, et en Paradis son disciple latin Siger de Brabant qui, dans l’actuelle « rue du Fouarre » à Paris, mettait en syllogismes « des vérités importunes ». Jugement de Salomon ?

Ce volume collectif traite en détail l’un des chapitres les plus controversés de l’histoire comme de l’historiographie de la philosophie et de la théologie médiévales. Revisitant les textes philosophiques et poétiques de Dante, de la Vita nova au Convivio, au De vulgari eloquentia et à la Monarchia, examinant les productions et les thèses de ses contemporains, interlocuteurs, amis et adversaires, médecins, philosophes et poètes, rappelant et discutant les thèses de ses lecteurs anciens et modernes, les meilleurs spécialistes des domaines concernés, philosophes et italianistes, dressent le bilan de deux siècles d’études sur Dante, mais aussi sur Cavalcanti et sur l’averroïsme latin.

Suivant trois grands axes, le langage et la pensée, les émotions, la politique, c’est au coeur de l’histoire et de la culture européennes, à Paris, à Florence, sur les routes de l’exil, que les contributions ici rassemblées plongeront lectrices et lecteurs amoureux de Dante, de l’Italie et de la littérature.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba, Filosofia medievale, Filosofia politica

eBook di filosofia: A. Pozzobon, La tradizione latina dell’Ihsa al-ulum (Catalogo delle scienze) di al-Farabi

Al-Farabi

Anna Pozzobon, La tradizione latina dell’Ihsa al-ulum (Catalogo delle scienze) di al-Farabi

Tesi di dottorato discussa presso l’Università degli Studi di Padova (2012)

“La presente ricerca intende analizzare gli scambi filosofici e scientifici intercorsi tra la cultura araba e quella latina nel corso del Medioevo. Questa problematica storico-filosofica è stata sviluppata attraverso lo studio della tradizione latina dell’Ihsa al-ulum (Catalogo delle scienze) di al-Farabi«. L’opera offre una sistematizzazione delle scienze, capace di includere sia quelle trasmesse dalla tradizione greca, sia le scienze arabo-islamiche. Questo testo costituisce un’opera chiave per la comprensione del processo di trasformazione del sapere che prende avvio nella cultura arabo-islamica nel corso del X secolo. Grazie alle due traduzioni latine prodotte da Gerardo da Cremona e Domenico Gundisalvi, il sistema farabiano del sapere divenne il modello di ordinamento delle scienze per i maestri latini nel corso del XII e XIII secolo.
Il primo capitolo indaga la struttura metafisica ed epistemologica dell’opera farabiana, che è direttamente connessa ai prolegomeni alessandrini, trasmessi attraverso le versioni siriache. Si è posta particolare attenzione a due elementi che hanno dato impulso al sistema farabiano delle scienze: la necessità di legittimare la filosofia e le scienze all’interno della comunità arabo-islamica e il dibattito sui rispettivi meriti della lingua araba e della logica greca, che prese avvio nella Bagdad del X secolo.
Il secondo capitolo si focalizza sulla traduzione latina dell’Ihsa al-ulum eseguita da Gerardo da Cremona. Al fine di mettere in luce il processo di appropriazione e trasformazione dell’opera farabiana nel contesto latino, ho fornito la traduzione italiana del De scientiis, attraverso l’analisi dei concetti e dei termini tecnici arabi e, in parallelo, un esame di quelli latini.
Il terzo capitolo mette in evidenza le vie di trasmissione attraverso le quali il modello epistemologico farabiano è pervenuto ai diversi centri culturali europei, come ad esempio Toledo, Oxford, Parigi fin dal XII secolo. La traduzione latina dell’ Ihsa al-ulum è stata trasmessa grazie al Divisione philosophiae di Domenico Gundisalvi, che ha costituito il principale canale attraverso cui il nuovo modello scientifico e filosofico è entrato nei curricula delle Università nel corso del XIII secolo. Grazie all’analisi di alcuni importanti lavori latini di classificazione delle scienze, la presente ricerca ha inteso dimostrare l’influenza dell’Ihsa al-ulum di al-Farabi nella fondazione scientifica di alcuni ambiti del sapere, come l’ottica, la musica, la scienza dei pesi e dei procedimenti ingegnosi.
L’Ihsa al-ulum di al-Farabi fornisce un eccezionale esempio dell’effetto a lungo termine che la ricezione di uno specifico sistema epistemologico ha avuto nel Medioevo latino.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba, Filosofia medievale, Tesi

eBook di filosofia: S. Minetti, La questione morale in ‘Abid Al Jābirī

mohamedabedaljabri-e1505386190333

Stefano Minetti, La questione morale in ‘Abid Al Jābirī

Tesi di dottorato discussa presso l’Università Cattolica di Milano aa(2010/2011)

“La tesi illustra il pensiero del filosofo marocchino contemporaneo M.A. al-Jābirī (al-Jabri), uno dei principali filosofi arabi del XX secolo. Dopo una breve introduzione, la tesi illustra la struttura teoretica del pensiero di Jabiri e, dopo averlo contestualizzato nel panorama della filosofia araba contemporanea, si concentra sulla questione morale, illustrando come il pensatore marocchino ritenga si sia evoluta la filosofia morale in ambito arabo islamico. L’analisi si caratterizza per un approccio storico-filologico, benché i contributi teoretici elaborati da Jabri non siano trascurabili. Segue un ultimo capitolo che mette in evidenza alcune delle critiche mossegli – in particolare da un autore arabo, George Tarabishi, e da uno studioso italiano, Massimo Campanini – rispetto alla visione di Jabri. La tesi si conclude con alcune riflessioni personali del redattore di tesi.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Etica, Filosofia araba, Filosofia contemporanea, Tesi

eBook di filosofia: V. Aruta, Il tema della città felice in Platone e al-Farabi, una lettura comparata di filosofia politica

Mappa-Atlantide

Valentina Aruta, Il tema della città felice in Platone e al-Farabi, una lettura comparata di filosofia politica

Tesi di dottorato a.a. 2014/2015, Università degli Studi di Catania

“Il presente lavoro di ricerca analizza la filosofia politica di Platone e al-Farabi, filosofo del medioevo islamico, mediante il ricorso ad una metodologia di tipo comparativo. La riflessione politica farabiana accoglie dichiaratamente alcuni passaggi fondamentali del platonismo, insieme a diverse concezioni ereditate dalla tradizione aristotelica e neoplatonica, per sviluppare un pensiero filosofico nuovo incardinato entro i binari della religione musulmana. La tesi si articola in cinque capitoli: nel primo viene affrontato il tema della trasmissione e della rielaborazione del sapere greco nel mondo islamico, fenomeno culturale che è necessario tener presente per comprendere il nesso tra la filosofia platonica e farabiana; nel secondo viene trattato il rapporto degli autori con il loro proprio contesto storico-culturale; nel terzo viene analizzata la relazione vigente tra la filosofia politica e le altre principali aree tematiche di loro interesse, come la gnoseologia, l’etica, la psicologia e la religione, al fine di chiarire il significato che la politica assume nei rispettivi sistemi filosofici; nel quarto sono esposti i contenuti delle loro principali opere politiche; ed infine nell’ultimo capitolo è svolta un analisi comparata tra Platone e al-Farabi sulle principali questioni inerenti al tema della città ideale. Tra i temi in esame sono presenti: la definizione della felicità come scopo del governo ideale; l’isomorfismo uomo / città / cosmo; il profilo del sovrano; il ruolo della legge e l analisi delle città devianti.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia antica, Filosofia araba, Filosofia politica

eBook di filosofia: F. Forte, La poesia come politica di verità. Una lettura del commento di Averroè alla Poetica di Aristotele.

averroes-picture

Francesca Forte, La poesia come politica di verità. Una lettura del commento di Averroè alla Poetica di Aristotele.

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba

History of Philosophy without any gaps: podcast di storia della filosofia

history-of-philosophy-without-any-gaps

History of  Philosophy without any gaps è il portale che raccoglie podcast sulla storia della filosofia ad ampio raggio: è inclusa anche quella indiana e araba e in generale pensatori ritenuti “minori”.

Il portale è curato da Peter Adamson, docente di Filosofia presso Professor of Philosophy la  LMU di Monaco e il  King’s College di Londra.

“Basically it means that I cover minor figures as well as major ones, and try to tell a continuous story. I also take it to mean paying attention to material that is arguably not “philosophical,” but is at least of importance to the history of philosophy, such as natural science, theology and mysticism, as well as a fair amount of plain old historical context. On the blog I put up a series of “rules” for doing the history of philosophy, spelling out this methodology and its motivations at greater length. Two important consequences of the approach are that I am covering women in the history of philosophy as much as possible, and looking at non-Western cultures (apart from the aforementioned series on India, Islamic philosophy has already been dealt with in immense detail).”

 

1 Commento

Archiviato in Filosofia antica, Filosofia araba, Filosofia indiana, Filosofia medievale, Podcast

Il catalogo delle opere di Ibn ‘Arabi

220px-Muhammad_ibn_al-`Arabi

Nel sito della Muhyiddin Ibn ‘Arabi Society trovate il catalogo delle opere di Ibn ‘Arabi e dei rispettivi manoscritti. Si tratta di un elenco in cui vengono riportati i titoli delle opere, le fonti manoscritte, le edizioni critiche in lingua araba e le traduzioni in lingua inglese e francese.

É disponibile anche un database ricercabile con le digitalizzazioni dei manoscritti ma l’accesso deve essere richiesto a librarian@ibnarabisociety.org.

 

Lascia un commento

Archiviato in Cataloghi, Filosofia araba

G2A Web Application: il software che raffronta testi di filosofia greca con le traduzioni in arabo

G2A-Web-APP-600x379

G2A Web Application for computational philology. Greek into Arabic. Philosophical Concepts and Linguistics Bridges è l’interessante applicativo sviluppato da Andrea Bozzi, Simone Marchi e dall’ILC-CNR (Istituto di Linguistica computazionale “A.Zampolli”) che presenta in modo sinottico il raffronto tra testi originali e traduzioni.

Al momento in G2A sono confrontabili questi tre testi scritti in greco e tradotti in lingua araba: Pseudoteologia di Aristotele, gli apoftegmi dei Sette Saggi e l’Epistola sulla scienza divina. É presente anche una parte della Metafisica di Aristotele n fase di riversamento

Per ciascun testo sono disponibili i riferimenti bibliografici, l’indicazione della tradizione manoscritta, la descrizione della struttura della traduzione araba e una bibliografica ricercabile che contiene in tutto duecento titoli.

É possibile fare ricerche testuali nel testo greco e arabo (per singole parole e/o lemmi)  e inserire commenti.

Vi si può accedere tramite un accesso free o con le credenziali da richiedere all’ILC-CRN

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Filosofia antica, Filosofia araba, Traduzioni

eBook di filosofia: M. Campanini, La Surah della Caverna. Meditazione filosofica sull’unicità di Dio

170px-FirstSurahKoran_(fragment)

Massimo Campanini, La Surah della Caverna. Meditazione filosofica sull’unicità di Dio, Firenze, La Nuova Italia, 1986

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba, Filosofia medievale, Uncategorized