Archivi categoria: Filosofia contemporanea

Stance. An International Undergraduate Philosophy Journal: una rivista online di filosofia scritta da studenti

StanceLogo

Stance. An International Undergraduate Philosophy Journal è la rivista online annuale che pubblica articoli e saggi di studenti universitari di filosofia.

Potete contribuire inviando un vostro contributo (tra le 1500 e le 3500 parole) entro la metà di dicembre al seguente indirizzo mail: ballstatestance@gmail.com. Saranno pubblicati quelli più originali e meglio documentati.

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia contemporanea, Periodici

eBook di filosofia: U. Dogà, Dall’orlo estremo di un’ età sepolta: il Valéry di Walter Benjamin

Valery

Ulisse Dogà, Dall’orlo estremo di un’ età sepolta: il Valéry di Walter Benjamin in “Prospero. Rivista di letterature e culture straniere”, XVIII (2013), Trieste, 2013, pp. 65-80

“The article aims to analyze the presence of the French poet and writer Paul Valéry in the work of German philosopher Walter Benjamin. For many reasons – that will be investigated in detail – no interpreter seems to be more akin to Valéry than Walter Benjamin. Benjamin payed particular attention to Valéry: he followed his development, admired his greatness and reserved him special praise, that of having acquired the authority of a classic author. The article aims to show that Valéry remains for Benjamin intrinsically linked to the heroic period of the European bourgeoisie and that he is one of the most noble examples of what Benjamin calls “the old European humanism”, of which Benjamin himself is one of the greatest protagonists, but also a disillusioned interpreter and relentless critic. The interpreter Benjamin recognized in Valéry was undoubtedly an “allied”, as he found in his vision of the world a poetic image full of wit and melancholy. This image was also Benjamin’s own, and he remained paradoxically faithful to it even in times of more fervent political and revolutionary passion. These are the principal points from which the article will start to rebuild and rethink the elective affinity between the French poet and the great German critic.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea

eBook di filosofia: A. Lossi, L’io postumo: autobiografia e narrazione filosofica del sé in Friedrich Nietzsche

Nietzsche1882

Annamaria Lossi, L’io postumo: autobiografia e narrazione filosofica del sé in Friedrich Nietzsche

“La strana coincidenza di autore e personaggio nell’autobiografia costituisce uno strano “paradosso” che impedisce una definizione precisa di questo genere letterario. Accanto al complesso mondo autobiografico è possibile individuare un’altra modalità di auto-narrazione, connessa all’autobiografia: la narrazione filosofica del sé di Friedrich Nietzsche (1844-1900) mette in opera una strategia che coinvolge l’“io” in maniera riflessiva, fisiologica e psicologica e costituisce un tratto saliente del suo stesso filosofare. Questa originalità stilistico-narrativa caratterizza già i primi scritti, ma è difficilmente catalogabile come “costruzione”, “ritrovamento” o “invenzione” del sé, tipici dell’autobiografia, avvicinandosi semmai ad una particolare forma di identità narrativa. I tentativi autobiografici del giovane Nietzsche si modificano man a mano in testi che, sulla scorta delle riflessioni filologico-filosofiche, giungono con esiti diversi a Ecce Homo. Soprattutto a partire dallo scritto del 1885 Al di là del bene e male l’approccio stilistico-narrativo evidenzia l’esigenza autoriale di riproporre attraverso nuovi paratesti, le prefazioni del 1886, una filosofia che non è altro che l’«autoconfessione involontaria» del proprio autore che si è sempre compreso come inattuale. Questi tratti culmineranno in Ecce Homo, un testo narrativamente difficile da definire, in cui tuttavia si ritrovano i motivi tipici dell’autonarrazione filosofica di Nietzsche.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Tesi

eBook di filosofia: R. Martinelli, William James e Carl Stumpf. Un rapporto scientifico e personale attraverso le lettere

220px-William_James_b1842c   220px-Carlstumpf

Riccardo Martinelli, William James e Carl Stumpf. Un rapporto scientifico e personale attraverso le lettere

Tesi di dottorato discussa presso l’Università di Trieste (a.a. 2013/2014)

“William James e Carl Stumpf. Un rapporto scientifico e personale attraverso le lettere Come annuncia senza equivoci il titolo di questo lavoro, tema della nostra ricerca è il rapporto scientifico e personale che William James e Carl Stumpf hanno sviluppato nel corso degli anni, a partire dal loro primo incontro praghese, e che si è realizzato quasi solo del tutto in forma epistolare. Punto centrale è stato (anche) per questa ragione lo studio della loro corrispondenza, attraverso la quale è stato possibile tenere unita la prospettiva cronologica insieme allo sguardo sugli aspetti più rilevanti delle rispettive biografie umane e intellettuali. A questo scopo abbiamo adoperato le lettere di James a Stumpf – quasi tutte interamente pubblicate e dunque accessibili – nonchè ovviamente quelle di Stumpf a James. Essendo queste ultime tuttavia solo parzialmente pubblicate, per ovviare alla mancanza di materiale bibliografico, ci siamo serviti direttamente delle lettere manoscritte (conservate nella biblioteca dell’Università di Harvard e concesse in consultazione), qui interamente trascritte e commentate nell’appendice critica che conclude il lavoro. Si è scelto di pubblicare in questa sede tutte le lettere manoscritte di Stumpf e non solo una selezione delle stesse perché si ritiene che esse, nella loro interezza appunto, siano un luogo privilegiato per la ricostruzione e lo studio del rapporto James-Stumpf. Segue peraltro una sintesi delle risposte di James, inserita pure in appendice allo scopo di aiutare il lettore a mantenere sempre visibile il filo rosso che connota a più livelli questa relazione. Nel corso di tre capitoli si è cercato di ripercorrere rispettivamente le origini, il farsi e il mutare di forma del rapporto James-Stumpf. Il tutto in un’impostazione, la più sfaccettata possibile, capace quindi di rendere conto della varietà che lo caratterizza. Nell’impianto del lavoro si è cercato inoltre di privilegiare non tanto una prospettiva duale volta a proporre il sistema di analogie e differenze scientifiche e intellettuali, quanto piuttosto i diversi livelli di significato di cui questa relazione è portatrice, per quanto – questo sì – siano emersi tanto elementi di compatibilità e di una condivisa tendenza teoretica, quanto segnali di una conflittualità più o meno eclatante. In questo senso è opportuno precisare che se la corrispondenza è stata luogo di studio imprescindibile per la ricostruzione di questo rapporto, il passaggio per alcune delle loro opere è stato in molti casi una necessità, con la conseguenza di una pur necessaria selezione degli argomenti affrontati. Non si è trattato quindi di proporre qui integralmente l’esame del pensiero di James e/o di Stumpf, ma di nuovo di ricostruirne la relazione, passando obbligatoriamente per certi momenti di sviluppo che, anche alla luce della testimonianza delle lettere, sono risultati particolarmente emblematici e significativi.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Lettere

Franz Brentano – Carl Stumpf: die Korrespondenz (1867 – 1917)

Franz_Brentano   220px-Carlstumpf

Nel sito dell’Internationale Franz Brentano Gesellschaft è disponibile: Franz Brentano – Carl Stumpf: die Korrespondenz (1867 – 1917). Si tratta dell’epistolario che comprende  321 lettere di Franz Brentano e Carl Stumpf.

Le lettere (visionabili cliccando sul numero progressivo) sono disponibili nella loro trascrizione e nel loro formato originale. Il progetto è stato realizzato dall’istituto dedicato a Brentato per conto dell’IFBG ed è stato sostenuto dalla German Research Foundation e dalla Fritz Thyssen Foundation. 

 

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia contemporanea, Lettere

eBook di filosofia: S. Di Paolo, Sulla lettura inferenzialista del primo Frege

Frege1

Silvia Di Paolo, Sulla lettura inferenzialista del primo Frege

Tesi di dottorato discussa presso l’Università “La Sapienza” di Roma nell’a.a. 2011/2012

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia della scienza, Logica

eBook di filosofia: F. Scutari, La questione estetica nella filosofia di Theodor Wiesengrund Adorno

Adorno1

Francesco Scutari, La questione estetica nella filosofia di Theodor Wiesengrund Adorno

Tesi di dottorato discussa nell’a.a. 2016/2017 presso l’Università “La Sapienza” di Roma

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Estetica, Filosofia contemporanea, Filosofia del linguaggio, Tesi, Uncategorized

eBook di filosofia: E. Crescimano, Implexe, fare, vedere. L’estetica nei Cahiers di Paul Valéry

Paul_Valery

Emanuele Crescimano, Implexe, fare, vedere. L’estetica nei Cahiers di Paul Valéry

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Estetica, Filosofia contemporanea

eBook di filosofia: A.Prouteau e Agnès Spiquel (a cura di), Lire les Carnets d’ Albert Camus

Camus2

Anne Prouteau e Agnès Spiquel (a cura di), Lire les Carnets d’ Albert Camus

“Albert Camus a vingt-deux ans quand il commence à écrire régulièrement dans ses « Cahiers » ; il ne cessera pas jusqu’à sa mort. Il en préparait alors la publication ; elle sera posthume, sous le titre de Carnets. Ces textes, aussi inclassables que divers (laboratoire de l’œuvre, « choses vues », notes de lectures, impressions de voyages, réflexions philosophiques et, de plus en plus vers la fin de sa vie, notations intimes) sont souvent cités ; ils n’avaient jamais été étudiés en tant que tels. Ils le sont ici, par des chercheurs d’horizons divers, qui interrogent les modalités et les enjeux de cette écriture très spécifique.

Les Carnets prennent ainsi toute leur place dans l’œuvre camusienne, dont ils mettent au jour les ressorts secrets. Au cœur de cette écriture fragmentaire, l’exigence artistique de Camus est aussi manifeste qu’ailleurs ; et c’est à ses Carnets qu’en 1937 – il a alors vingt-quatre ans – il confie sa certitude, qui ne se démentira pas : « Écrire, ma joie profonde ! ».

Lire les Carnets se révèle indispensable pour qui veut vraiment connaître Camus…”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea

Instantes y Azares. Escrituras Nietzscheanas: una rivista online dedicata a Nietzsche

Istantes

Instantes y Azares. Escrituras Nietzscheanas è la rivista online annuale edita dal 2000 e dedicata allo studio e alla ricerca sul pensiero e l’opera di Nietzsche e dei pensatori contemporanei post-Nietzsche.

La rivista, indicizzata nelle principali banche dati di filosofia, nasce nel 1992 con il titolo Perspectivas Nietzscheanas.

” En 2000 cambió su nombre a éste, que trata de dar cuenta del sentido de lo que acontece: aquello que no puede ser programado ni calculado, el azar de lo que se ofrece en el instante. – “Ahí está la barca, – quizá navegando hacia la otra orilla se vaya a la gran nada. ¿Quién quiere embarcarse en ese «quizá»?” Za, KSA 4, p. 259.”

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia contemporanea, Periodici