Archivi categoria: Filosofia politica

eBook di filosofia: R. Jaeggi, Forme di vita e capitalismo

Forme di vita e capitalismo

Rahel Jaeggi, Forme di vita e capitalismo

“Come dovremmo vivere? Le odierne società capitalistiche permettono effettivamente alle nostre forme di vita di fiorire? O invece, esponendole a condizioni di dominazione e sfruttamento, cooperano ad arrestarne e inibirne i processi di sviluppo?
Sono le domande di fondo a cui Rahel Jaeggi cerca di offrire una risposta in questo volume. Di contro alla neutralità etica liberale, viene rilanciato il tema della «vita offesa» e «alienata», caro alla tradizione della Scuola di Francoforte. Proseguendo e radicalizzando l’operazione critica e diagnostica intrapresa da Axel Honneth, di cui è stata allieva, Jaeggi insiste con decisione sul versante negativo: cioè sulle crisi e i problemi da cui si deve partire per sviluppare una critica delle forme di vita che risulti incisiva ed estranea a ogni paternalismo ed essenzialismo.
Una posizione teorica che aggiorna il metodo della critica immanente di matrice hegeliana e, nel contempo, utilizza alcuni strumenti concettuali dell’attuale ontologia sociale per tentare di scardinare l’idea tradizionale dell’economia come qualcosa a sé stante, interpretando così il capitalismo come una forma di vita tra altre.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia politica

eBook di filosofia: I.A. Richichi, La teocrazia. Crisi e trasformazione di un modello politico nell’Europa del XVIII secolo

“Lo studio analizza la crisi e le trasformazioni della teocrazia come modello politico in Europa nella prima metà del ‘700. Il lavoro si focalizza sul passaggio da una considerazione seicentesca positiva e normativa della teocrazia, associata al popolo ebraico, alla sua descrizione nel ‘700 quale modello universale, negativo, primitivo. A tal fine vengono esaminati tre autori, quali figure emblematiche di tale cambiamento: Jacques Basnage, John Toland e Giambattista Vico. Lo studio evidenzia poi una fase di radicalizzazione in Francia a metà ‘700 nelle opere di Nicolas Antoine Boulanger e si conclude con la descrizione della teocrazia boulangeriana nell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert.”

1 Commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Filosofia politica

Consecutio rerum: una rivista online di filosofia politica

consecutio rerum

Consecutio rerum è la giovane rivista online semestrale con comitato editoriale e peer review che propone di istituire una connessione stabile tra ricerca storico-filosofica, orientata in particolare al pensiero moderno e contemporaneo, e teoria sociale critica.

“Consecutio rerum” nasce con il fine di contribuire a delineare i tratti teoretici ed etico-politici di una “ragione possibile”, che, accogliendo in sé tutte le ragioni dell’emozione e dell’affetto come luoghi del senso e del fondamento della vita, sappia determinare nuovi percorsi della socializzazione e dell’individuazione, sottraendo nel contempo entrambe al ruolo canonico di estremi di una reciproca esclusione, e anzi tracciando le molteplici linee della loro inestricabile congiunzione e della loro possibile cooperazione: nella convinzione che ogni prospettiva di emancipazione debba oggi in primo luogo mirare a creare le condizioni non solo economico-politiche, ma anche affettive e relazionali, dell’autorealizzazione di ogni singolo, nella propria irripetibile unicità.
 
In continuità con la precedente esperienza di «Consecutio temporum», questo rinnovato progetto editoriale mira in primo luogo a istituire una connessione stabile tra ricerca storico-filosofica, orientata in particolare al pensiero moderno e contemporaneo, e teoria sociale critica. Nel perseguire questi intenti, la rivista si avvale del contributo di una pluralità di tradizioni teoriche, di indirizzi e metodologie, volgendosi, a partire dalla propria specificità, al dialogo e al confronto multidisciplinare con l’intero campo delle scienze umane e sociali.

1 Commento

Archiviato in Filosofia contemporanea, Filosofia politica, Periodici

Agone. Philosophie, Critique & Littérature: una rivista di filosofia politica

couv_3035

Agone. Philosophie, Critique & Littérature è la rivista che pubblica articoli e saggi di filosofia, di storia sociale, politica e letteratura “impegnata” fondata a Marsiglia nel 1990.

Ogni numero è tematico e presenta contributi di giovani ricercatori, dibattiti e traduzioni.

Si possono visionare e scaricare online i numeri pubblicati tra il 1990 e il 2012.

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia politica, Periodici

Krisis. Journal for contemporary history: la rivista online dedicata alla filosofia politica contemporanea

Krisis. Journal for contemporary history è l’interessante rivista open access dedicata alla filosofia contemporanea. La rivista, pubblicata in Olanda e rivolta a un pubblico internazionale,  pubblica articoli, saggi e recensioni con un occhio di riguardo per l’ambito sociale, culturale e politico.

Krisis is a platform for original articles, essays and book reviews with regards to social, cultural and political thought. Krisis is particularly interested in contributions that employ philosophy in understanding current societal, cultural and political developments. Over the last 35 years, Krisis has always published original contributions in political and social philosophy, cultural theory, philosophies of media, science and technology, and empirical philosophy, which was partly created in the Netherlands. Krisis has, from its early beginnings, played an important part in introducing new, upcoming thinkers in the Netherlands. Theorists such as Etienne Balibar, Seyla Benhabib, Jodi Dean, Sally Haslanger, Axel Honneth and Bruno Latour published with Krisis.

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia contemporanea, Filosofia politica, Periodici

eBook di filosofia: G. Chivilò e M. Menon (a cura), Tirannide e filosofia con un saggio di Leo Strauss ed un inedito di Gaston Fessard

Tirannidi-grecia-riassunto-storia

Giampiero Chivilò e Marco Menon (a cura di), Tirannide e filosofia con un saggio di Leo Strauss ed un inedito di Gaston Fessard

“Che cosa fu il tiranno e che cos’è la tirannide? Come restituire problematicità speculativa a queste due nozioni usurate da indeterminatezza e discredito? I saggi della prima parte di questo volume indagano il senso della tirannide attraverso la ripresa di otto figure decisive: la coppia archetipica Giobbe-Edipo, il momento-Machiavelli, l’Illuminismo francese, Weber, Heidegger, Voegelin, Hayek e Aron. La seconda parte ricostruisce, a partire da testi inediti, lo scenario del classico dibattito che vide protagonisti Strauss e Kojève. Ad integrazione di tali indagini viene proposta la traduzione di due saggi di Strauss e Fessard, ed una bibliografia aggiornata. ”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia politica

eBook di filosofia: J. Searle, Coscienza, linguaggio, società

searle

John Searle, Coscienza, linguaggio, società

“Negli ultimi anni Searle ha prodotto una teoria che delinea le caratteristiche fondamentali della realtà sociale in cui viviamo e degli oggetti che ne fanno parte. Questo libro espone con chiarezza straordinaria le posizioni di Searle e permette di seguirne gli approfondimenti e le evoluzioni. Anche chi ha meno familiarità con gli sfondi culturali a cui Searle si richiama – specie i risultati della neurobiologia e l’analisi linguistica – non potrà non stupire per la ricchezza e per la capacità di rispettare la complessità dei problemi di cui il testo dà prova. Searle inscrive la coscienza e la libertà entro un “naturalismo biologico” che però per non essere riduzionistico contempla la possibilità che vi siiano livelli diversi di descrizione dello stesso ambito di realtà. Il linguaggio è il luogo privilegiato per mostrare la relazione tra ciò che sta entro la mia mente e oggetti circostanti. Tra gli atti linguistici, che mostrano ricchezza e varietà di modi di adattarsi alla realtà, quello che più interessa oggi Searle è quello che sta all’origine della società. Infatti oltre alla capacità di rappresentare il mondo o di modificarlo, il linguaggio possiede la singolare possibilità performativa di creare un adattamento attraverso la semplice rappresentazione dell’adattamento stesso come già avvenuto. Dichiarando che “la seduta è tolta” non si “causa” la chiusura della seduta stessa, ma la si rappresenta come già conclusa. Attraverso il linguaggio si possono così imporre a cose e persone funzioni che prima non avevano, si generano cioè funzioni di status, come quando si dichiara che qualcuno è presidente degli Stati Uniti e, da allora in poi, gli si riconosce una serie di poteri reali.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia del linguaggio, Filosofia politica

eBook di filosofia: C. Larmore, Dare ragioni. Il soggetto, l’etica, la politica

larmore

Charles Larmore, Dare ragioni. Il soggetto, l’etica, la politica

“Un volume edito solo in italiano, in cui il noto filosofo americano condensa il suo percorso che si misura con le grandi questioni dell’etica, della verità, del soggetto, della politica. Senza essere scettico, il suo approccio soppesa le ragioni di una scelta filosofica riconoscendo che altre scelte hanno anc’hesse buone ragioni per essere fatte valere: è ciò che egli chiama la “legge della conservazione dell’imbarazzo”. Proprio per il fatto che la filosofia affronta problemi reali, e dunque complessi, tali cioè da lasciarsi attraversare secondo diverse prospettive, il dubbio resta legittimo. Contro il dubbio scettico vale solo ridiscutere e approfondire le ragioni delle scelte. Si tratta di far valere le buone ragioni (ossia buoni argomenti), nella consapevolezza però che esse rispondono a ragioni obiettive, ossia a principi che ci obbligano senza che per questo siano stati posti dalla ragione. Dare ragioni non significa insomma istituire norme, ma rispondere, sul piano etico, nella vita quotidiana, in politica, a principi che riconosciamo buoni e di cui siamo in grado di dar conto argomentando. La verità, dice Larmore, è qualcosa che appare capace di catturare al meglio il modo in cui sono fatte realmente le cose. Questo “realismo”, questo convincimento che esistano ragioni obiettive, si svolge, sul piano morale e su quello della teoria della verità, in una direzione che Larmore stesso chiama platonica. In politica esso conduce a una radicalizzazione della posizione liberal nel senso della grande tradizione del liberalismo classico, come visione del mondo prima che come concezione politica. Curato da Ugo Perone, il volume prosegue la serie in collaborazione con la Scuola di Alta Formazione Filosofica, che ogni sei mesi invita a Torino un grande filosofo contemporaneo per un seminario avanzato.”

“Charles Larmore (1950), è stato Chairman alla Columbia University e professore di Filosofia e Scienze Politiche all’Università di Chicago. Attualmente insegna alla Brown University. Larmore appartiene alla schiera di filosofi morali e politici post-rawlsiani che hanno caratterizzato la filosofia politica e morale americana dell’ultimo trentennio. Difensore di una posizione realista in morale, ha mosso una radicale critica a Rawls e appartiene senz’altro a quel gruppo di filosofi che ha avanzato le questioni relative alla legittimità, ai fondamenti, alla relazione fra etica e politica, fra conoscenza e etica. Formatosi, oltre che a Harvard e Yale, in Germania (Università di Münster) e in Francia (Ecole Normale Superieure), è presente nel dibattito filosofico europeo con contributi in francese e in tedesco.” (tratto da http://sdaff.it/vips/charles.larmore)

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Etica, Filosofia politica

eBook di filosofia: G. Sibertin-Blanc (dir.), Violences. Anthropologie, politique, philosophie

violence

Guillaume Sibertin-Blanc (dir.), Violences. Anthropologie, politique, philosophie

“Cet ouvrage comporte une série d’études sur la question de la violence dans la pensée du XXe siècle. Chaque étude interroge à sa façon la circularité critique que la question de la violence introduit entre pensée politique et anthropologie. À partir d’Arendt, de Fanon ou d’Althusser, de Deligny ou de Girard, de Deleuze ou de Balibar, chacune met en question la possibilité d’une fondation anthropologique de la politique, et la possibilité d’un discours anthropologique qui ne présuppose déjà une politique.”

Lascia un commento

Archiviato in Antropologia, eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia politica

eBook di filosofia: C. Mastroberti, Assoggettamento e passioni nel pensiero politico di Judith Butler

mastroberti

Chiara Mastroberti, Assoggettamento e passioni nel pensiero politico di Judith Butler

“Chiara Mastroberti ripercorre i momenti più decisivi dell’opera di Judith Butler con l’intento di approfondirne il pensiero in merito al rapporto tra assoggettamento politico e passioni individuali. Rileggendo La vita psichica del potere e Parole che provocano (1997), passando per Vite precarie (2004) e Critica della violenza etica (2005), l’autrice analizza la trattazione butleriana di paura, paranoia, melanconia e desiderio, inquadrandola nella più ampia riflessione etico-politica della filosofa. Al centro di questa riflessione è la dialettica della “vita psichica”, oscillante tra adesione e resistenza alla norma sociale: proprio le passioni sono la chiave di lettura di questo testo per comprendere l’origine e il limite del soggetto contemporaneo, la sua “passività” e il segreto della sua sopravvivenza.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia politica