Archivi tag: Biblioteca di Filosofia

Bookcity 2014 nella Biblioteca di Filosofia

Cardano    BookcityINT

Tra le numerose iniziative che si svolgeranno nel nostro Ateneo per Bookcity, vi segnaliamo che la biblioteca ospiterà il 14 novembre (dalle 17.30 alle 19.30) nel suggestivo spazio dell’antica Ghiacciaia l’evento

Un filosofo in carcere. Parole e musica per il Rinascimento. Una presentazione di volume con lettura di testi e musica.

Si parlerà di: Girolamo Cardano,Carcer (ediz. Olschki, 2014) con gli autori Marialuisa Baldi, Guido Canziani, Eugenio Di Rienzo modera il giornalista Dino Messina

Luca Toccaceli leggerà passi dell’autobiografia di Cardano; Cristina Miatello (voce) e Massimo Lonardi (liuto) eseguiranno il Lamento di Cardano e tre madrigali di Vincenzo Galilei, padre di Galileo.

In occasione dell’evento saranno esposti antichi esemplari delle opere di Cardano presenti in Ateneo.

L’ elenco dettagliato di tutti gli incontri organizzati dal Dipartimento di Filosofia è disponibile sul sito del Dipartimento

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteca di Filosofia

Sito della Mostra “Banfi a Milano: l’università, l’editoria e il partito”

2_0

In occasione del Convegno e della Mostra “Banfi a Milano: l’università, l’editoria e il partito” che si terranno il 22 maggio, la Biblioteca di Filosofia ha realizzato il sito della Mostra che si propone di presentare il Fondo Antonio Banfi e Daria Malaguzzi Valeri.

Il Fondo, acquisito dalla Biblioteca tra la fine del 2012  e l’inizio del 2013, comprende un lascito di manoscritti e documenti appartenuti ad Antonio Banfi (1886-1957), conservati e sommariamente ordinati dalla moglie Daria Banfi Malaguzzi Valeri, nel periodo che va dalla morte di Banfi alla pubblicazione del volume biografico Umanità, da lei curato nel 1967 per i tipi delle Edizioni Franco di Reggio Emilia.

La mostra inoltre conclude il percorso didattico e di ricerca che si è svolto nell’ambito delle attività della cattedra di Filosofia Morale del prof. Amedeo Vigorelli nell’A.A. 2013-2014. Nel laboratorio si è proceduto a una ricognizione storico-biografica della figura di studioso e di intellettuale di Antonio Banfi, utilizzando la bibliografia edita e le risorse presenti in biblioteca, ma procedendo contemporaneamente alla acquisizione della documentazione inedita conservata negli archivi pubblici. Gli studenti frequentanti hanno contribuito inoltre al lavoro di ricerca e di preparazione alla Mostra, con la decifrazione e trascrizione di lettere e manoscritti, messi a disposizione in versione digitale.

Nel sito trovate molte risorse interessanti:

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Biblioteca di Filosofia, Cataloghi, Filosofia contemporanea, Video

Testi e dispense di docenti del Dipartimento di filosofia in Spazio filosofico

leonardo_duodecendron

Vi segnaliamo che all’interno di Spazio filosofico, un’iniziativa curata dal Dipartimento di Filosofia dell’Università di Milano negli anni scorsi, nella sezione Saggi sono accessibili queste interessanti dispense scritte dai docenti dello stesso dipartimento (in parte pubblicate):

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteca di Filosofia, Biblioteche digitali, eBook di Filosofia

Newsletter della Biblioteca di Filosofia n.7

philosophers

E’ in distribuzione in biblioteca la Newsletter n. 7.  Ecco gli articoli:

  • Editoriale di Laura Frigerio: Ebook in biblioteca

La nostra biblioteca offre occasioni professionali sorprendenti: ci si occupa di libri di carta, ci si interroga sulla loro conservazione, sulla fragilità del supporto e sull’imbrunimento delle pagine e contemporaneamente si punta l’occhio al libro elettronico e alle possibili complesse ma improcrastinabili dinamiche del suo ingresso nelle biblioteche accademiche. Con non poche difficoltà di tipo economico, giuridico, tecnico.

Il dibattito sugli ebook apre anche a una dimensione più teorica di analisi del cambiamento in atto nelle modalità di lettura e di diffusione e conservazione della conoscenza. Il passaggio concettuale tra possesso di oggetti fisici e accesso a documenti elettronici destabilizza e crea la necessità di operare in una dimensione ibrida anche se affascinante.Lascio ai lettori della newsletter uno spunto di riflessione, che, su questo tema, ho tratto dalla relazione di Luca Ferrieri al convegno annuale 2013 per i bibliotecari al Palazzo delle Stelline. “I migranti all’ebook sono innanzitutto e soprattutto lettori forti e tossici, sedotti sulla via digitale da una grande, rivoluzionaria promessa: potrai avere il libro che vuoi in trenta secondi dovunque tu sia”. Chi sono i nostri utenti di oggi? Sarà davvero questa la loro aspettativa? Le nostre biblioteche potranno esaudirla? 

  • Orario estivo

    Dal primo agosto al 2 settembre: 9.30-13.30. Venerdì 16 agosto chiusura d’Ateneo.

    Per proroghe e informazioni: tel. 02/50312721; e-mail: biblio.filo@unimi.it

  • Dono libri Prof. Felice Mondella

    É in corso l’acquisizione di una parte della biblioteca personale del Prof. Felice Mondella, che fu docente di Filosofia della Scienza presso il nostro Dipartimento. Si tratta di testi che riflettono gli ambiti di interesse scientifico del donatore: filosofia della scienza, storia delle scienze e psicologia. Le opere, per volontà della moglie, Dott.ssa Anna Checchi, saranno disponibili per il prestito.

  • Fondo librario Guido Davide Neri

    Si è conclusa la catalogazione del fondo librario del Prof. Guido Davide Neri. Dei circa 800 titoli, sono ammessi al prestito solo i testi privi di annotazioni di Neri. A breve, sarà elaborato il catalogo a stampa del fondo.

  • Nuova postazione di lavoro

    Sono in corso le procedure amministrative preliminari all’allestimento di una nuova postazione nell’Ufficio di back-office della biblioteca. A partire dal mese di settembre, al punto-informazioni del seminterrato si alterneranno i bibliotecari. Saranno più vicini alle sale studio e risponderanno, come di consueto, alle richieste.

  • Trasferimento

    Dal 15 luglio, la Dott.ssa Monica Campeggi si trasferirà presso la Biblioteca di Scienze dell’Antichità e di Filologia moderna. A lei vanno i ringraziamenti per il lavoro svolto in biblioteca e i nostri migliori auguri per questa nuova “avventura” lavorativa.

  • Dispense CUEM

    Sono state acquistate le dispense di filosofia edite dalla CUEM e ormai fuori catalogo, per un totale di 120 titoli. Si tratta di testi di argomento filosofico scritti, in larga parte, dai docenti del Dipartimento di Filosofia. Presto saranno disponibili a scaffale

  • Sperimentazione nuovo orario

    Continua la sperimentazione del nuovo orario del venerdì: la permanenza nelle sale lettura del seminterrato è stata prolungata fino alle 16.

  • La biblioteca compra per te

    É disponibile sul sito della biblioteca la lista delle proposte d’acquisto inoltrate dagli utenti lo scorso aprile e dei libri pervenuti.

  • Nuovi abbonamenti a riviste

    Sono stati attivati i seguenti abbonamenti:

    • Bargfelder Bote
    • Ethique politique
    • Goethe Jahrbuch (disponibile)
    • Intellectica
    • New Jearbook for Phenomenology and Phenomenological Philosophy
    • Visual Resources
    • Visual Studies (disponibile)

    Sono state ordinate anche alcune annate dell’Archiv für systematische Philosophie. Per verificarne la disponibilità, si consiglia di consultare periodicamente l’OPAC. Sono state inoltre acquisite le annate mancanti di Segno Cinema.

  • Controllo inventariale

    Prosegue l’attività di restauro e di spolveratura dei libri antichi della biblioteca. Sono terminati invece il controllo inventariale e la ripulitura del fondo librario Giovanni Vailati. In giugno e in luglio, gli studenti collaboratori 150 ore provvederanno al controllo inventariale delle collezioni della biblioteca con il supporto dei bibliotecari. Verrà così avviata la complessa attività di revisione quinquennale della raccolta libraria.

In cantiere

Stiamo lavorando a:

  • nuovo sito web della biblioteca
  • piccole esposizioni tematiche su pensatori
  • collaborazione alla redazione della nuova guida per studenti neo-immatricolati sui servizi delle Biblioteche d’Ateneo

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteca di Filosofia

Risorse su Peirce nel sito del Centro Studi Peirce (CSP)

220px-Charles_Sanders_Peirce

Il Centro Studi Peirce (CSP) è il primo centro di ricerca in Italia dedicato a Charles Sanders Peirce (1839-1914), il pensatore, filosofo e scenziato americano. Il Centro Studi, fondato da Carlo Sini e Rossella Fabbrichesi, è confluito nel 2007 all’interno dell’Associazione Culturale Pragma, che si propone di operare come punto di riferimento e di coordinamento dei ricercatori italiani che si occupano o sono interessati al pragmatismo, sia americano che italiano.

Nel sito trovate moltissime risorse interessanti su Peirce:

Vi segnaliamo inoltre il portale dei manoscritti, che fornisce l’orientamento necessario per individuare, localizzare e consultare i manoscritti di Peirce e la tavola sinottica dei manoscritti pubblicati (a cura di Marco Annoni e Gabriele Gava) che è uno strumento valido per facilitare la ricerca dei manoscritti pubblicati e  tradotti di Charles Sanders Peirce.

Vi ricordiamo inoltre che la Biblioteca di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano è l’unica sede in Italia a disporre dei manoscritti di C.S Peirce  in microfilm nonché l’unica al mondo a permetterne la consultazione tramite copie digitalizzate in formato pdf. Entrambe le copie sono considerate appartenenti al fondo archivistico Peirce e pertanto richiedono un’autorizzazione per essere consultate.

A questo fine, i passi necessari da compiere sono quattro:

  1. contattare il Centro Studi Peirce inviando una mail all’apposito indirizzo centrostudipeirce@gmail.com, nella quale si indica il giorno e l’orario (mattina/pomeriggio) nel quale si vogliono consultare i manoscritti;
  2. scaricare il  modulo per la richiesta di consultazione (disponibile anche presso il sito della Biblioteca di Filosofia);
  3. far controfirmare il modulo dalla Prof.ssa Fabbrichesi. In ogni caso il Centro Studi si premura di rendere disponibile un docente per la firma o un responsabile che consenta di effettuare la consultazione;
  4. consegnare il modulo presso la Biblioteca di Filosofia, dove si riceverrano le indicazioni per la consultazione del materiale richiesto.

Altri interessanti materiali sono presenti nella sezione Downloads del sito (tesi di laurea, appunti sulla fotografia, studi e documenti).

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Bibliografie, Biblioteca di Filosofia, Biografie, Filosofia contemporanea, Manoscritti

Newsletter della Biblioteca di Filosofia, n.6

philosposhy-image

Sul sito della biblioteca potete scaricare l’ultima Newsletter della Biblioteca. Vi trovate, oltre all’editoriale dedicato al servizio di reference, segnalazioni di altre iniziative della biblioteca:

  • conservazione delle collezioni
  • nuovi posti a sedere nel seminterrato
  • Darwinbooks (abbonamento alla nuova e interessante collezione di e-book de Il Mulino) accessibile nella Biblioteca digitale d’Ateneo
  • potenziamento della rete wi-fi in biblioteca
  • l’incontro di “Vieni in biblioteca” dedicato alle risorse per la filosofia
  • “La Biblioteca di Filosofia compra per te”
  • prestito week-end  (dal mese di maggio)
  • la pagina della biblioteca in wikipedia

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteca di Filosofia

Gli inventari dell’Archivio Rodolfo Mondolfo sono on-line

images

E’ stato pubblicato nella Biblioteca Digitale della Direzione Generale per gli Archivi il volume “Archivio Rodolfo Mondolfo. Inventari“. Si tratta del testo curato da Stefano Vitalie e Piero Giordanetti,  in cui sono pubblicati gli inventari dei due nuclei dell’archivio Rodolfo Mondolfo conservati presso la Fondazione Turati di Firenze e presso la nostra biblioteca, la Biblioteca di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano. Vengono riunite nel testo le le due parti di un unico archivioche si collocano in una sostanziale sequenza cronologica: dal 1900 al 1939 la parte conservata a Firenze, dal 1939 – peraltro piuttosto limitata fino agli anni Cinquanta – fino alla morte di Mondolfo quelle conservate a Milano; in queste ultime la documentazione relativa ai corsi di lezioni all’università, prima di Torino poi di Bologna, risale al 1910, integrando così il nucleo documentario precedente. La discriminante cronologica indica con evidenza come la storia dell’archivio sia stata segnata dalle leggi razziali che portarono Mondolfo all’esilio sudamericano e dalle vicende politiche che lo indussero a distruggere gran parte della corrispondenza relativa alla sua militanza socialista prima di lasciare l’Italia. Nonostante questo grave depauperamento, rimane una nutrita corrispondenza che testimonia la fitta rete di rapporti epistolari che legarono Mondolfo a eminenti studiosi italiani e stranieri, sia nella fase bolognese che in quella argentina. Sono oltre 5000 le lettere rimaste sempre a Bologna e custodite ora presso la Fondazione Turati di Firenze, mentre quelle conservate a Milano, recuperate dall’Argentina, sono circa 2.400. I due nuclei dell’archivio comprendono anche lettere familiari e una cospicua quantità di manoscritti, appunti, materiali vari di lavoro, ritagli di stampa che testimoniano l’evolversi dell’attività scientifica di Mondolfo

L’ Archivio Mondolfo conservato presso la nostra biblioteca consta di 927 fascicoli ed è stato organizzato in cinque serie, alcune delle quali ulteriormente ripartite:

  • Biografia (fascc. 1-5);
  • Corrispondenza (fascc. 6-446);
  • Scritti di Rodolfo Mondolfo (fascc. 447-689);
  • Scritti su Rodolfo Mondolfo (fascc. 690-925);
  • Ritagli di giornale di articoli di e su Mondolfo (fascc. 926-927).
  • La serie concernente la Biografia raccoglie documenti relativi sia alla carriera scolastica ed universitaria di Mondolfo, sia anche all’adempimento dei suoi doveri militari.
  • La Corrispondenza è stata divisa in diversi fascicoli, innanzitutto la corrispondenza familiare (fascc. 6-20), segue un fascicolo (21) in cui sono raccolti gli originali delle lettere di Rodolfo Mondolfo sia ai corrispondenti presenti nel fondo sia a coloro che non compaiono nella corrispondenza varia; la corrispondenza varia (fascc. 22-413) ordinata secondo l’ordine alfabetico del corrispondente e all’interno del corrispondente in ordine cronologico; vanno, tra questi, segnalati inoltre due fascicoli; uno dei corrispondenti non-identificati (fascc. 412-413) e uno contenente fogli sparsi e appunti. e infine la corrispondenza con case editrici (fascc. 414-446).
  • La terza serie comprende due tipologie di documenti: gli Scritti di Mondolfo (fascc. 447-596) e i manoscritti e gli appunti redatti da Mondolfo (fascc. 447-595); seguono poi le note di lettura che Mondolfo soleva ricavare dai testi filosofici e critici da lui consultati (fascc. 596-600), note di lettura raggruppate in cinque fascicoli: i primi quattro raccolgono i documenti nella loro configurazione originaria; l’ultimo raccoglie le note di lettura sparse originariamente nel Fondo. Il contenuto dei singoli fascicoli è ordinato alfabeticamente per autore. Vi sono poi le redazioni manoscritte e/o dattiloscritte di “voci” approntate per diverse enciclopedie, italiane e straniere (fascc. 601-625); abbiamo inoltre da un lato gli appunti che Mondolfo redigeva in vista di lezioni universitarie (fascc. 626-655), dall’altro dispense dattiloscritte, approntate da studenti, delle lezioni tenute da Mondolfo (fascc. 656-674); infine gli scritti a stampa di Mondolfo presenti nel fondo (fascc. 675-689). Ove presente sono stati riportati i titoli originali dei fascicoli. Laddove la dizione originale è assente il titolo del documento che non compare fra virgolette né in corsivo è da intendersi come dovuto al curatore. Di seguito alla dizione viene indicato se trattasi di manoscritto, di dattiloscritto o di appunti e viene dato il numero delle carte. Dove è stato possibile è stata apposta una nota che cerca di dare spiegazioni sul documento anche con il rinvio alla bibliografia pubblicata da Sergio Anselmi. Innanzitutto sono stati inventariati i documenti di datazione sicura, quindi i documenti non datati. Per questi ultimi si è proceduto all’inventariazione in ordine alfabetico del titolo.
  • Gli Scritti su Mondolfo (fascc. 690-925) è stata divisa in: scritti su Mondolfo (fascc. 690-871), scritti su Mondolfo firmati con sigle (fasc. 872), scritti su Mondolfo non firmati ( fascc. 873-918), scritti su Mondolfo senza firma e senza data (fasc. 919), e un appendice (fascc. 920-925) che raccoglie scritti vari non riguardanti Rodolfo Mondolfo contenuti nel Fondo. Gli scritti su Mondolfo sono ordinati in ordine alfabetico d’autore e all’interno di ogni fascicolo in ordine cronologico. Laddove incompleti i titoli sono stati integrati.
  • Sotto il titolo Ritagli di giornale (fascc. 926-927) sono stati raccolti nella quinta serie i ritagli degli articoli pubblicati da Mondolfo stesso su quotidiani settimanali o mensili e gli stralci di quotidiani, settimanali o mensili in cui Mondolfo viene nominato. I ritagli sono ordinati in ordine cronologico di data di pubblicazione e non sono stati inventariati dettagliatamente.

A seguito del riordino sono state acquisite anche fotocopie delle lettere inviate da Mondolfo ai suoi corrispondenti raccogliendo così materiale dagli archivi Vittore Enzo Alfieri, Margherita Isnardi Parente e Mario Untersteiner.

 

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Biblioteca di Filosofia, Filosofia contemporanea, Inventari

Per orientarsi nella Biblioteca di Filosofia: lo schema delle collocazioni

girl-shelving

Quante volte vi siete inoltrati tra gli scaffali della nostra biblioteca alla ricerca disperata di un testo? Forse sarebbe più facile se conosceste meglio lo schema di collocazione della nostra biblioteca. Il modello di classificazione è opera del Prof. Corrado Mangione (docente di Logica) e della Prof.ssa Maria Assunta Del Torre (docente di Storia della storiografia filosofica) che lo elaborarono negli anni sessanta.

La collocazione dei volumi è composta da quattro campi:

  • Sezione: la stessa per tutti i testi : 3L.
  • Collocazione divisa a sua volta in classe, tipo e numero di catena:
  1. la classe individua il secolo o i secoli di riferimento rispetto all’autore o all’opera
  2. il tipo individua con la lettera T i testi di un autore (vengono prima a scaffale) e con la lettera S gli studi sul pensatore
  3. il numero di catena, un identificativo numerico attribuito ad ogni autore e utilizzato sia per i testi sia per i saggi a lui dedicati
  • Specificazione: codice numerico che corrisponde all’ordine di arrivo del testo in biblioteca
  • Sequenza: in caso di opere in più volumi.

In sintesi, la classe è una partizione tematica che vi aiuta a trovare non solo il testo che vi interessa ma anche altre opere di/sullo stesso autore o dello stesso secolo; in altre parole, andando a scaffale, con la collocazione “3L. 20. ….” troverete testi e studi su autori della filosofia del ventesimo secolo.

Ecco le 20 classi presenti :
01. (Testi e studi di filosofia orientale)

02. (Autori del VI e V sec. a.C.)

03. (Autori del IV sec. a.C.)

04. (Autori del III, II e I sec. a.C.)

05. (Autori del I, II e III sec. )

06. (Autori del IV, V e VI sec.)

07. (Autori del VII, VIII e IX sec.)

08. (Autori del X e XI sec.)

09. (Autori del XII sec.)

10. (Autori del XIII sec.)

11. (Autori del XIV sec.)

12. (Autori del XV sec.)

13. (Autori del XVI sec.)

14. (Autori della prima metà del XVII sec.)

15. (Autori della seconda metà del XVII sec.)

16. (Autori della prima metà del XVIII sec.)

17. (Autori della seconda metà del XVIII sec.)

18. (Autori della prima metà del XIX sec.)

19. (Autori della seconda metà del XIX sec.)

20. (Autori del XX sec.)

“Esempio:

La segnatura 3L. 19.T.173.013 corrisponde a

The *True and the Evident / by Franz Brentano ; edited by Oskar Kraus ; english edition edited by Roderick M. Chisholm ; translated by Roderick M. Chisholm … . – London : Routledge and K. Paul, 1966. – XXIX, 190 p. ; 22 cm.

Grazie agli elementi presenti nella segnatura è possibile stabilire che

  • 3L. : l’opera appartiene alla Biblioteca di Filosofia;

  • 19.: fa parte delle opere di autori della seconda metà del 19° secolo;

  • T.173.: è un testo di Franz Brentano ( 173 è il numero di catena assegnato all’autoreBrentano all’interno della classe 19);

  • 013: è il tredicesimo dei testi di Brentano acquisito dalla biblioteca”.

Tenete conto che la classe 20. (testi e studi su autori del ventesimo secolo) è stata ulteriormente divisa in 19 sottosettori in parte cronologici in parte tematici:

20b. (Autori di lingua italiana e studi a loro dedicati)

20c. (Autori di lingua cinese e studi a loro dedicati)

20d. (Autori di filosofia del linguaggio e studi a loro dedicati)

20e. (Autori di estetica e studi a loro dedicati)

20h. (Autori di lingua francese e studi a loro dedicati)

20k. (Autori di scienze della comunicazione e studi a loro dedicati)

20i. (Autori di lingua tedesca e studi a loro dedicati)

20l. (Autori di lingua inglese e studi a loro dedicati)

20m. (Autori di lingua russa e studi a loro dedicati)

20n. (Autori di lingue varie e studi a loro dedicati)

20o. (Autori di filosofia della scienza e studi a loro dedicati)

20p. (Autori di fisica e studi a loro dedicati)

20q. (Autori di scienze naturali e studi a loro dedicati)

20r. (Autori di matematica e studi a loro dedicati)

20s. (Autori di logica e studi a loro dedicati)

20u. (Autori di filosofia della storia e studi a loro dedicati)

20v. (Autori di intelligenza artificiale e studi a loro dedicati)

20w. (Autori di bioetica e studi a loro dedicati)

20z. (Autori di antropologia e studi a loro dedicati)

E ricordate che i testi sono tutti nella parte sinistra e in fondo alla Ghiacciaia. A destra invece trovate i periodici (messi sullo scaffale in ordine alfabetico), i manuali e i fondi Dal Pra e Neri. Buona ricerca!!

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteca di Filosofia

Gli inventari degli archivi Gandini/Borgese e Guido Davide Neri inseriti nel sito degli “Archivi del Novecento” e nella pagina web dei “Fondi del Centro Apice”

quaderni

Se volete esplorare il contenuto e fare ricerche testuali  negli inventari di due degli archivi conservati nella nostra biblioteca (archivio Gandini/Borgese e  archivio Guido Davide Neri), potete farlo nel sito di Archivi del Novecento e nella pagina dei Fondi del Centro Apice. E’ l’ultima fase del lavoro di riordino e descrizione che ha visto impegnata in questi anni la biblioteca, che si propone di riversare prossimamente sul web anche i cataloghi degli altri fondi.

Ecco una breve descrizione dei due archivi

L’archivio Elvira Gandini è stato donato alla Biblioteca di Filosofia nel 2009 dalla famiglia Carati. Si tratta di dispense originali dattiloscritte dei corsi di Estetica tenuti presso l’Università degli Studi di Milano dal prof. Giuseppe Antonio Borgese negli anni accademici dal 1927 al 1931. Per una descrizione più dettagliata: http://biblioteca.filosofia.unimi.it/index.php/fondi/105-fondo-elvira-gandini

Il Fondo archivistico Guido Davide Neri è stato  donato alla Biblioteca di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano a fine 2009 dal figlio del filosofo, Gabriele Neri. Consta di quaderni, corrispondenza, materiali di lavoro e carte personali del filosofo, allievo di Dino Formaggio. Per maggiori informazioni e per vedere altre risorse sull’archivio e sul pensatore: http://biblioteca.filosofia.unimi.it/index.php/fondi/127-fondo-guido-davide-neri

Nel sito degli Archivi del Novecento e in quello dei Fondi del Centro Apice, non vedrete sullo schermo del vostro PC i documenti dei due archivi, ma potrete fare delle ricerche testuali all’interno dei cataloghi (cliccando su “Ricerca semplice” e selezionando il fondo).  Avete a disposizione anche altre modalità più approfondite: la “Ricerca avanzata”  (su più di venti campi specifici) e la modalità “Ricerca specifica” (potete selezionare dalla lista “Ricerca su” la scheda descrittiva di vostro interesse).

Vi ricordiamo inoltre che se volete venire a consultarli presso la biblioteca, è necessario compilare questo modulo di richiesta che dovrà essere firmato dal Direttore scientifico della biblioteca. Se volete contattarci per ulteriori informazioni e richieste, mandateci una mail: biblio.filo@unimi.it

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Biblioteca di Filosofia, Cataloghi, Inventari

Incontro dedicato alle risorse elettroniche di Filosofia

index

Stamattina in Aula Zeta in via Mercalli si svolge l’incontro dedicato alle risorse elettroniche di Filosofia . E’ l’occasione per imparare a usare con più consapevolezza le risorse che offre la rete e per conoscere meglio i molti e utili strumenti presenti nella Biblioteca digitale d’Ateneo.

Dopo una prima parte dedicata alla navigazione in rete e alla valutazione delle risorse in internet, le bibliotecarie si soffermeranno con esempi pratici sulle potenzialità di alcune banche-dati di intereresse filosofico presenti in rete d’ateneo (Philosopher’s Index, Encyclopedia of Philosophy Gale, Routledge Encyclopedia of Philosophy) e sulle modalità di accesso ai periodici elettronici.

L’invito esteso a tutti (partecipanti all’incontro e non) è quello di contattarci per ulteriori chiarimenti o dubbi venendo in biblioteca o mandando una mail a: biblio.filo@unimi.it. Vi ricordiamo inoltre che potete venire in biblioteca anche se avete difficoltà a reperire testi/articoli per la vostra tesi o per i vostri esami. Vi aspettiamo!!

 

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteca di Filosofia