Archivi tag: filosofia araba

eBook di filosofia: A. Pozzobon, La tradizione latina dell’Ihsa al-ulum (Catalogo delle scienze) di al-Farabi

Al-Farabi

Anna Pozzobon, La tradizione latina dell’Ihsa al-ulum (Catalogo delle scienze) di al-Farabi

Tesi di dottorato discussa presso l’Università degli Studi di Padova (2012)

“La presente ricerca intende analizzare gli scambi filosofici e scientifici intercorsi tra la cultura araba e quella latina nel corso del Medioevo. Questa problematica storico-filosofica è stata sviluppata attraverso lo studio della tradizione latina dell’Ihsa al-ulum (Catalogo delle scienze) di al-Farabi«. L’opera offre una sistematizzazione delle scienze, capace di includere sia quelle trasmesse dalla tradizione greca, sia le scienze arabo-islamiche. Questo testo costituisce un’opera chiave per la comprensione del processo di trasformazione del sapere che prende avvio nella cultura arabo-islamica nel corso del X secolo. Grazie alle due traduzioni latine prodotte da Gerardo da Cremona e Domenico Gundisalvi, il sistema farabiano del sapere divenne il modello di ordinamento delle scienze per i maestri latini nel corso del XII e XIII secolo.
Il primo capitolo indaga la struttura metafisica ed epistemologica dell’opera farabiana, che è direttamente connessa ai prolegomeni alessandrini, trasmessi attraverso le versioni siriache. Si è posta particolare attenzione a due elementi che hanno dato impulso al sistema farabiano delle scienze: la necessità di legittimare la filosofia e le scienze all’interno della comunità arabo-islamica e il dibattito sui rispettivi meriti della lingua araba e della logica greca, che prese avvio nella Bagdad del X secolo.
Il secondo capitolo si focalizza sulla traduzione latina dell’Ihsa al-ulum eseguita da Gerardo da Cremona. Al fine di mettere in luce il processo di appropriazione e trasformazione dell’opera farabiana nel contesto latino, ho fornito la traduzione italiana del De scientiis, attraverso l’analisi dei concetti e dei termini tecnici arabi e, in parallelo, un esame di quelli latini.
Il terzo capitolo mette in evidenza le vie di trasmissione attraverso le quali il modello epistemologico farabiano è pervenuto ai diversi centri culturali europei, come ad esempio Toledo, Oxford, Parigi fin dal XII secolo. La traduzione latina dell’ Ihsa al-ulum è stata trasmessa grazie al Divisione philosophiae di Domenico Gundisalvi, che ha costituito il principale canale attraverso cui il nuovo modello scientifico e filosofico è entrato nei curricula delle Università nel corso del XIII secolo. Grazie all’analisi di alcuni importanti lavori latini di classificazione delle scienze, la presente ricerca ha inteso dimostrare l’influenza dell’Ihsa al-ulum di al-Farabi nella fondazione scientifica di alcuni ambiti del sapere, come l’ottica, la musica, la scienza dei pesi e dei procedimenti ingegnosi.
L’Ihsa al-ulum di al-Farabi fornisce un eccezionale esempio dell’effetto a lungo termine che la ricezione di uno specifico sistema epistemologico ha avuto nel Medioevo latino.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba, Filosofia medievale, Tesi

eBook di filosofia: S. Minetti, La questione morale in ‘Abid Al Jābirī

mohamedabedaljabri-e1505386190333

Stefano Minetti, La questione morale in ‘Abid Al Jābirī

Tesi di dottorato discussa presso l’Università Cattolica di Milano aa(2010/2011)

“La tesi illustra il pensiero del filosofo marocchino contemporaneo M.A. al-Jābirī (al-Jabri), uno dei principali filosofi arabi del XX secolo. Dopo una breve introduzione, la tesi illustra la struttura teoretica del pensiero di Jabiri e, dopo averlo contestualizzato nel panorama della filosofia araba contemporanea, si concentra sulla questione morale, illustrando come il pensatore marocchino ritenga si sia evoluta la filosofia morale in ambito arabo islamico. L’analisi si caratterizza per un approccio storico-filologico, benché i contributi teoretici elaborati da Jabri non siano trascurabili. Segue un ultimo capitolo che mette in evidenza alcune delle critiche mossegli – in particolare da un autore arabo, George Tarabishi, e da uno studioso italiano, Massimo Campanini – rispetto alla visione di Jabri. La tesi si conclude con alcune riflessioni personali del redattore di tesi.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Etica, Filosofia araba, Filosofia contemporanea, Tesi

eBook di filosofia: F. Forte, La poesia come politica di verità. Una lettura del commento di Averroè alla Poetica di Aristotele.

averroes-picture

Francesca Forte, La poesia come politica di verità. Una lettura del commento di Averroè alla Poetica di Aristotele.

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba

Il catalogo delle opere di Ibn ‘Arabi

220px-Muhammad_ibn_al-`Arabi

Nel sito della Muhyiddin Ibn ‘Arabi Society trovate il catalogo delle opere di Ibn ‘Arabi e dei rispettivi manoscritti. Si tratta di un elenco in cui vengono riportati i titoli delle opere, le fonti manoscritte, le edizioni critiche in lingua araba e le traduzioni in lingua inglese e francese.

É disponibile anche un database ricercabile con le digitalizzazioni dei manoscritti ma l’accesso deve essere richiesto a librarian@ibnarabisociety.org.

 

Lascia un commento

Archiviato in Cataloghi, Filosofia araba

G2A Web Application: il software che raffronta testi di filosofia greca con le traduzioni in arabo

G2A-Web-APP-600x379

G2A Web Application for computational philology. Greek into Arabic. Philosophical Concepts and Linguistics Bridges è l’interessante applicativo sviluppato da Andrea Bozzi, Simone Marchi e dall’ILC-CNR (Istituto di Linguistica computazionale “A.Zampolli”) che presenta in modo sinottico il raffronto tra testi originali e traduzioni.

Al momento in G2A sono confrontabili questi tre testi scritti in greco e tradotti in lingua araba: Pseudoteologia di Aristotele, gli apoftegmi dei Sette Saggi e l’Epistola sulla scienza divina. É presente anche una parte della Metafisica di Aristotele n fase di riversamento

Per ciascun testo sono disponibili i riferimenti bibliografici, l’indicazione della tradizione manoscritta, la descrizione della struttura della traduzione araba e una bibliografica ricercabile che contiene in tutto duecento titoli.

É possibile fare ricerche testuali nel testo greco e arabo (per singole parole e/o lemmi)  e inserire commenti.

Vi si può accedere tramite un accesso free o con le credenziali da richiedere all’ILC-CRN

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Filosofia antica, Filosofia araba, Traduzioni

eBook di filosofia: M. Campanini, La Surah della Caverna. Meditazione filosofica sull’unicità di Dio

170px-FirstSurahKoran_(fragment)

Massimo Campanini, La Surah della Caverna. Meditazione filosofica sull’unicità di Dio, Firenze, La Nuova Italia, 1986

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba, Filosofia medievale, Uncategorized

Traduzioni e Saggi dal sito del progetto “Thomas Aquinas and Arabs”

St-thomas-aquinas

Nel sito dell’interessante progetto internazionale “Thomas Aquinas and Arabs” trovate una sezione dedicata alla traduzione del Commento alle Sentenze di Pietro Lombardo dell’Aquinate, opera scelta per far emergere la profonda influenza esercitata dalla tradizione araba/islamica sullo sviluppo del pensiero filosofico di Tommaso d’Aquino. Al momento, sono disponibili solo parti di queste traduzioni che si possono condividere con la licenza Creative Commons.

Nella sezione dedicata ai Saggi, trovate invece una selezione di saggi presentati nelle diverse conferenze organizzate dal progetto:

 

 

Vi invitiamo inoltre a consultare il sito del progetto che riporta notizie e aggiornamenti sul progetto, saggi e articoli pubblicati, una ricca e interessante linkografia sulla filosofia araba, greca e latina  e una lista di tesi e dissertazioni dedicate all’argomento

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Filosofia araba, Filosofia medievale, Linkografia, Traduzioni

Les Amis de Henry & Stella Corbin: il sito dedicato a Henry Corbin

hc dessin

Les Amis de Henry & Stella Corbin è il sito dedicato a Henry Corbin, storico del pensiero e orientalista francese che studiò le correnti filosofiche e religiose del mondo iranico e arabo.

“Henry Corbin ha rivelato all’occidente l’esistenza di un modo fino ad allora completamente sconosciuto: la profonda spiritualità dei grandi mistici sciiti e la filosofia sviluppata nell’oriente musulmano, in particolare in Iran, dopo la morte di Averroé. La sua opera, centrata sulla conoscenza e la spiritualità islamica, ma sviluppata nel contesto delle tre grandi religioni del monoteismo, comprende un numero considerabile di studi sui riti, così come sulle traduzioni e le edizioni degli antichi testi inediti, arabi e persiani, che recuperò egli stesso, pazientemente, nelle biblioteche di Turchia e dell’Iran.”

 

Nel sito trovate:

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Bibliografie, Biografie, Filosofia araba, Filosofia contemporanea, Registrazioni audio

Bibliografie sulla filosofia araba medievale

il-teologo

Se siete interessati alla filosofia e teologia araba medievale, vi segnaliamo che nella pagina di Thérèse-Anne Druart, direttore del Center of Medieval and Byzantine Studies della Catholic University of America, trovate delle bibliografie che segnalano i testi e gli articoli usciti sul tema.

Al momento, è presente questa lista:

 

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Filosofia araba, Filosofia medievale

eBook di filosofia: Liber de causis

caus-07

Liber de causis

” Il Liber de causis procedeva per aforismi, estratti per lo più da Proclo (alcuni da Plotino), seguiti da un commento in genere piuttosto breve elaborato nel circolo di al-Kindi. L’Uno procliano era stato trasformato nella Causa prima, che produce l’essere, e dalla quale procedono le cause successive che danno all’essere forme successive: intelletto, anima, natura (mondo dei corpi).  Come i bizantini, anche i filosofi arabi conobbero inoltre idee di provenienza orientale sull’origine della realtà, veicolate da testi come il Libro dei segreti della creazione, attribuito a Balinus che era considerato un discepolo di Ermete Trismegisto. In questo testo il processo di produzione della realtà ad opera di un Dio, la cui trascendenza rimaneva assoluta, veniva descritto in termini paragonabili a quelli dell’emanazione procliana: Dio produce il verbo, il verbo produce l’azione, l’azione produce (o si esprime come) le due coppie inscindibilmente connesse di movimento/quiete, calore/freddo, da cui deriva il mondo materiale attraverso le dinamiche degli elementi.” (tratto da Manuale di Filosofia Medievale on-line)

Per ulteriori approfondimenti: Pasquale Porro, Cenni sulle principali trasformazioni del concetto di causa nel Medioevo

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia araba, Filosofia medievale