Archivi tag: Pico

eBook di filosofia: G. Ventura (a cura), Pico tra cultura e letteratura dell’Umanesimo

Pico_della_Mirandola

Giacomo Ventura (a cura), Vico tra cultura e letteratura dell’Umanesimo. Giornata di studi in occasione del 550° anniversario della nascita (1463-2013)

“Assieme alla grandezza del suo ingegno, ciò che non manca mai di sorprendere di Giovanni Pico della Mirandola è la brevità della sua vita. Una parabola esistenziale racchiusa tra il 1463 – anno in cui, non si dimentichi, Ficino aveva finito di tradurre il Corpus Hermeticum, destinato a divenire testo di riferimento per la cultura filosofica fiorentina e per il nostro – e il 1494, l’annus horribilis con cui sarebbe iniziato il progressivo disfacimento culturale e politico delle signorie italiane e in cui passava a miglior vita, insieme a Pico, anche l’altro astro fulgente della Firenze medicea e suo intimo amico: Angelo Poliziano. Durata appena trentun anni, la vita di Pico continua a suggestionarci per la sua densità, unica e irripetibile, e per i suoi connotati prodigiosi, leggendari. La “Fenice degli ingegni” è infatti un giovane dagli interessi intellettuali tormentati, mosso da un’incessante e irrequieta attività di studio che lo avrebbe portato a spaziare oltre i confini del sapere filosofico della sua epoca e a distinguersi per il suo genio anche presso gli umanisti più preparati del Rinascimento italiano, assumendo presto, suo malgrado, un’aura sovrannaturale, mitica. “

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna

Pico in English: bibliografia e traduzioni in inglese delle opere di Pico della Mirandola

Pico2nd

Pico in English: a Bibliography è il ricco sito curato da M. V. Dougherty. Vi trovate risorse interessanti:

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Biblioteche digitali, eBook di Filosofia, Filosofia moderna

eBook di filosofia: Pico della Mirandola, De Ente et uno

PICO DELLA MIRANDOLA

Pico della Mirandola, De Ente et uno (trad. in inglese)

Dalle opere di P. emergono chiaramente le linee di un pensiero fortemente personale in cui rifluisce una vastissima dottrina: conoscitore dell’aristotelismo arabo e scolastico, della tradizione platonica, della speculazione patristica e della mistica ebraica quale si esprime soprattutto nella cabala, P. torna insistentemente sulla «concordia» fondamentale delle diverse filosofie (sulla traccia di Ficino), unificate dall’unico vero che di esse è principio e oggetto. La prospettiva platonica costituisce senza dubbio la nota dominante: Dio principio originario della realtà, assolutamente inaccessibile al pensiero ma termine ultimo cui il pensiero tende, assolutamente altro eppure principio che regge nell’essere tutte le creature, ovunque presente; rimane costante il tema neoplatonico della ‘circolarità’ del tutto che da Dio procede per riconvertirsi in lui. Attorno a questi temi P. raccoglie le testimonianze sia della tradizione neoplatonica sia della patristica cristiana e della cabala, nella quale vede uno degli strumenti più idonei a penetrare i segreti della Bibbia e della creazione.” (tratto da Treccani.it)

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna