Archivi tag: Stati Uniti

eBook di filosofia: H. Arendt, A Lecture, 1966/1967 (mai pubblicato)

ARendt1

Hannah Arendt, Never-Before-Published Hannah Arendt on What Freedom and Revolution really mean

“In the 1960s, some years after the publication of her book On Revolution, Hannah Arendt lived in a world of revolutionary events, to which she was particularly sensitive. Such events included the expulsion of Krushchev in the Soviet Union; the construction of the Berlin Wall dividing Germany into two states; the Cuban missile crisis; the so-called “Quiet Revolution” in Canada, nationalistic in character; the Civil Rights movements here and abroad; anti-war protests, some of which were deadly, here and in Europe; military coups in South Korea, Vietnam, and Greece; Pope John XXIII’s profoundly revolutionary Second Vatican Council; the horror of the Cultural Revolution in China; the scientific revolution best known as “the conquest of space”; and the ongoing decolonization and independence battles in formerly imperial domains.

This manuscript, never before published, is marked “A Lecture” and dated “1966-67.” Where and when it was delivered, or if it was delivered, is not known. The manuscript seems too long for a single lecture. It might have been given at the University of Chicago where Arendt was teaching at the time in the School on Social Thought. Or it could have been at the Graduate Faculty of the New School for Social Research, which Arendt agreed to join in 1967, primarily to be in New York, close to her husband, Heinrich Bluecher, who was unwell. The where and when of the lecture have not been confirmed, though extant records have been thoroughly searched.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia politica

A Comprehensive Bibliography of the Published Works of Charles Sanders Peirce with a Bibliography of Secondary Studies

Peirce1

Nel sito del Peirce Edition Project potete trovare la digitalizzazione de “A Comprehensive Bibliography of the Published Works of Charles Sanders Peirce with a Bibliography of Secondary Studies” curata da Kenneth L. Ketner, Christian J. W. Kloesel, Joseph M. Ransdell, Max H. Fisch e Charles S. Hardwick e pubblicata nel 1977 e infine revisionata nel 1986 dal prof.  Ketner sotto l’egida del “Philosophy Documentation Center”.

Si tratta della “Third Digital Edition of The Published Works of Charles Sanders Peirce” ed è articolata in due parti. Le notizie precedute dalla lettera P indicano le pubblicazioni di Peirce (si tratta di articoli e recensioni) mentre quelle precedute dalla lettera O si riferiscono ad articoli e saggi di altri autori su Peirce (fino al 1934).

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Filosofia contemporanea

eBook di filosofia: J. Rawls, Uma Teoria da Justiça

Rawls

John Rawls, Uma Teoria da Justiça

“Tra i maggiori filosofi della morale e della politica della seconda metà del Novecento, in contrasto con le dottrine utilitaristiche classiche dominanti nella riflessione etico-politica anglosassone, Rawls propose una teoria neocontrattualistica della giustizia sociale, riprendendo la tradizione di Locke, Rousseau e soprattutto di Kant. Tale teoria, elaborata in innumerevoli articoli (Outline of a decision procedure for ethics, in Philosophical review, 1951; Justice as fairness, in Philosophical review, 1958; The sense of justice, in Philosophical review, 1963; Distributive justice, in Philosophy, politics, and society, 1967) e nella sua opera fondamentale (A theory of justice, 1971; trad. it. Una teoria della giustizia), si fonda sul presupposto della scelta razionale, da parte di ciascun membro di un ipotetico «stato di natura», dei principi cui dovrebbero conformarsi le istituzioni per essere considerate giuste. Il punto di partenza è dato da un’ipotetica «posizione originaria» caratterizzata da un «velo di ignoranza» circa il ruolo che ogni membro occuperà nella società, e quindi da una condizione necessariamente imparziale in cui in tutti è presente almeno l’intenzione di non venire danneggiati a causa della posizione sociale che si andrà a occupare. A partire da tale condizione ciascuno sceglierebbe razionalmente due principi fondamentali su cui basare il funzionamento delle istituzioni. Il primo stabilisce che a ciascun membro della società spetteranno uguali diritti, doveri e libertà; il secondo (noto come principio di differenza) individua le condizioni per un’equa giustizia distributiva e stabilisce che le ineguaglianze economiche e sociali verrebbero tollerate soltanto nel caso in cui apportassero vantaggi ai gruppi sociali più svantaggiati (secondo il criterio del maximin della teoria dei giochi, consistente nel massimizzare i guadagni minimi). L’innovazione della teoria etico-politica di R. consiste soprattutto nella ridefinizione del contrattualismo classico attraverso l’utilizzazione dei modelli di comportamento razionale di tipo economico, con la conseguenza che una giustizia equa costituisce non solo un ideale etico-politico, ma anche il risultato di una strategia ottimale per la salvaguardia dei diritti fondamentali di ciascun individuo. Le proposte di R. sono state al centro di un vasto dibattito (Nozick, Harsanyi, Habermas, Hart, ecc.) sui principi cui si dovrebbero ispirare le istituzioni liberal-democratiche e sul ruolo e le finalità di tali istituzioni rispetto alla società civile. ” (tratto da Treccani.it, Dizionario di Filosofia)

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia politica

eBook di filosofia: M. Fiorucci e G. Lopez (a cura di), John Dewey e la pedagogia democratica del ‘900

Dewey

Massimiliano Fiorucci e Gennaro Lopez (a cura di), John Dewey e la pedagogia democratica del ‘900

“John Dewey teorizzò un’educazione democratica per una democrazia che non si risolvesse semplicemente nel diritto di voto, ma si realizzasse ponendo tutti in condizioni eguali nella lotta contro le difficoltà della vita; per lui, non può esserci scuola democratica se non in una società democratica e non può esserci società democratica se non con una scuola democratica, che educhi i giovani al significato profondo della partecipazione, della socialità e della corresponsabilità. Dewey critica con uguale forza sia lo sfrenato egoismo di un capitalismo individualistico e selvaggio sia un collettivismo che porta all’annullamento dell’individuo e mostra come, a differenza di altri regimi politici, la democrazia non costituisce un punto d’arrivo, bensì un processo o un ideale mai interamente compiuto. Di conseguenza, mutamento e transitorietà sono condizioni intrinseche alle relazioni umane. Di più, la democrazia è anche una cultura capace di trasformare il modo di rappresentare se stessi e gli altri. Proprio per questo egli postula un processo educativo permanente. La società democratica doveva – a suo avviso – ispirare una sua propria filosofia, avere una sua nozione della funzione e del metodo della conoscenza, una sua visione del mondo e della verità. E quanto è condivisibile Dewey quando afferma che è l’autonomia di giudizio piuttosto che l’autonomia economica la qualità della quale una democrazia ha soprattutto bisogno? Essa è una qualità morale, che ha la forza di diventare la più importante virtù civile e politica, tanto è vero che è la manipolazione del consenso che segna e accompagna la sua degenerazione. Dunque la stabilità della democrazia consiste nella stessa possibilità dei cittadini di rapportarsi tra di loro come esseri liberi e diversi, ma uguali nel rispetto e nella considerazione, disponibili perciò al dissenso e al conflitto, non soltanto al consenso.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Pedagogia

Physics History Network: il portale dedicato ai fisici americani

phn-long

Physics History Network è il portale sviluppato dall’History Programs dell’American Institute of Physics che contiene risorse biografiche su più di 850 fisici e scienziati americani e sulle istituzioni presso cui si sono svolte le loro ricerche.

Il portale è organizzato in 4 grandi sezioni connesse tra loro:

É possibile inoltre accedere alle digitalizzazioni dell’Archivio Emilio Segrè, ad altre collezioni digitali dell’American Institute of Physics, a interviste (dal 1960 a oggi) e a guide agli archivi.

1 Commento

Archiviato in Archivi, Bibliografie, Biografie, Fisica, Inventari, Scienza

eBook di filosofia: P. Singer, La sofferenza degli animali (estratto)

Australian philosopher Peter Singer poses for an portrait at Yale University Press office in London

Peter Singer, La sofferenza degli animali (tratto da Liberazione animale)

“Pur appartenendo alla tradizione analitica, ne ha fortemente ridimensionato l’orientamento metaetico, proponendo in sua vece il recupero di un’etica normativa entro cui difendere valori eticamente vincolanti. In una prospettiva utilitaristica ha discusso problemi centrali quali l’eutanasia, l’aborto e il razzismo verso gli animali (in base al quale gli animali sarebbero privi di diritti in quanto inferiori agli uomini).” (tratto da Treccani.it)

1 Commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Etica, Filosofia ambientale, Filosofia contemporanea

eBook di filosofia: H. Feigl W. Sellars (a cura di), Readings In Philosophical Analysis

sellars

Herbert Feigl Wilfrid Sellars (a cura di), Readings In Philosophical Analysis

con saggi di Quine, Frege, Russell, Carnap, Nagel, Hempel,  Schlick ed altri

“filosofia analitica. In senso lato, ogni impostazione metodologica basata su tecniche concettuali che, pur differenziandosi a seconda dei vari campi di applicazione, s’imperniano tutte sull’analisi, concepita come strumento essenziale dell’indagine. In questo senso si può parlare di f. a. a proposito del Saggio sull’intelletto umano lockiano, delle ricerche di Hume, di certe analisi kantiane, herbartiane e husserliane. In senso specifico, l’espressione indica un orientamento di pensiero sviluppatosi soprattutto in Inghilterra dagli inizi del sec. 20°, e volto prevalentemente allo studio del linguaggio nei suoi vari aspetti (logici, scientifici, quotidiani, etici, ecc.), privilegiando l’analisi di problemi specifici rispetto all’elaborazione di sistemi ampi e comprensivi.” (tratto da Treccani.it)

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia analitica

William James Studies: una rivista online dedicata a James

header3

William James Studies è la giovane rivista open access interdisciplinare pubblicata dalla William James Society  che pubblica articoli e saggi sulla vita e sul pensiero del filosofo americano.

Nel sito della rivista trovate altre risorse interessanti su James:

 

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Filosofia contemporanea, Mostre on-line, Periodici

eBook di filosofia: D. K. Lewis, La convenzione: studio filosofico

parole

David Kellog Lewis, La convenzione: studio filosofico

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia del linguaggio

Tom Regan Animal Rights Archive: l’inventario dell’archivio di Tom Regan

RSPCA-cover

Tom Regan Animal Rights Archive è il sito curato dalle biblioteche della North Carolina University che dà l’accesso all’inventario dell’archivio di Tom Regan, costituito nel 2000: Animal Rights and Welfare.

L’archivio raccoglie sia articoli, saggi e testi che documentano il suo ruolo chiave nel movimento dei diritti degli animali sia documentazione sulla storia culturale, sociale e politica dei movimenti di protezione degli animali.

Il sito fornisce inoltre anche un elenco organizzato in categorie di siti sui diritti degli animali.

 

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Etica, Filosofia contemporanea, Inventari