Archivi tag: tesi di dottorato

eBook di filosofia: R. Fumagalli, Philosophical foundations of Neuroeconomics: Economics and the revolutionary challenge from Neuroscience

neuroeconomics

Roberto Fumagalli, Philosophical foundations of neuroeconomics: economics and the revolutionary challenge from neuroscience

Tesi di dottorato discussa presso “The London School of Economics and Political Science” (2011)

“This PhD thesis focuses on the philosophical foundations of Neuroeconomics, an innovative research program which combines findings and modelling tools from economics, psychology and neuroscience to account for human choice behaviour. The proponents of Neuroeconomics often manifest the ambition to foster radical modifications in the accounts of choice behaviour developed by its parent disciplines. This enquiry provides a philosophically informed appraisal of the potential for success and the relevance of neuroeconomic research for economics. My central claim is that neuroeconomists can help other economists to build more predictive and explanatory models, yet are unlikely to foster revolutionary modifications in the economic theory of choice. The contents are organized as follows. In chapters 1-2, I present neuroeconomists’ investigative tools, distinguish the most influential approaches to neuroeconomic research and reconstruct the case in favour of a neural enrichment of economic theory. In chapters 3-7, I combine insights from neuro-psychology, economic methodology and philosophy of science to develop a systematic critique of Neuroeconomics. In particular, I articulate four lines of argument to demonstrate that economists are provisionally justified in retaining a methodologically distinctive approach to the modelling of decision making. My first argument points to several evidential and epistemological concerns which complicate the interpretation of neural data and cast doubt on the inferences neuroeconomists often make in their studies. My second argument aims to show that the trade-offs between the modelling desiderata that neuroeconomists and other economists respectively value severely constrain the incorporation of neural insights into economic models. My third argument questions neuroeconomists’ attempts to develop a unified theory of choice behaviour by identifying some central issues on which they hold contrasting positions. My fourth argument differentiates various senses of the term ‘revolution’ and illustrates that neuroeconomists are unlikely to provide revolutionary contributions to economic theory in any of these senses.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Neuroscienza, Tesi

eBook di filosofia: P. G. Baggi, Geometria e metodo tra Cartesio e Spinoza

cartesios

Paolo Giovanni Baggi, Geometria e metodo tra Cartesio e Spinoza

Tesi di dottorato discussa presso l’Università degli Studi di Bologna. 25 ciclo (2013)

“Il testo che segue è, in primo luogo, una lettura del Tractatus de intellectus emendatione di Spinoza. Tra i tanti filtri che potevano caratterizzare la lettura di quest’opera, quello che si è adottato ha avuto lo scopo di far emergere nei suoi tratti fondamentali la distanza tra l’approccio spinoziano al problema della conoscenza e del metodo per il suo raggiungimento e l’approccio cartesiano.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Tesi

eBook di filosofia: M. Scandella, La determinazione dell’esistenza: Nietzsche e Spinoza

nietzsche

Mattia Brancato, La determinazione dell’esistenza: Nietzsche e Spinoza

Tesi di dottorato discussa presso l’Università degli Studi di Bologna. Dottorato di ricerca in Filosofie della cultura, 25 Ciclo.

“La tesi indaga i temi fondamentali, i limiti e le implicazioni della relazione tra le filosofie di Nietzsche e di Spinoza, sia analizzando storiograficamente il ruolo di Spinoza nei testi di Nietzsche (I parte), sia sviluppando una proposta teoretica a partire dai due autori (II, III e IV parte). L’indagine storiografica procede presentando le riflessioni che Nietzsche dedica a Spinoza secondo un criterio tematico-cronologico. Durante l’esposizione sono discusse le fonti utilizzate da Nietzsche e il significato che le menzioni di Spinoza ricoprono nell’economia generale del pensiero nietzschiano. La seconda parte della ricerca indaga le ragioni per le quali la connessione tra Nietzsche e Spinoza può risultare teoreticamente convincente, in particolare a partire dall’istanza propriamente critica della loro riflessione, che si manifesta come domanda “empia” sul mondo delle credenze condivise. In particolare, è la nozione di “causa” a fungere da rifugio per la credenza metafisica nel soggetto anche all’interno dell’universo deterministico in cui opera la scienza. Come va invece pensato un determinismo che sia filosoficamente coerente? Le ultime due parti di questa ricerca sviluppano alcune ipotesi in proposito, considerando singolarmente le filosofie di Spinoza e di Nietzsche.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia moderna, Tesi

eBook di filosofia: B. Collina, Between Philosophy and Economics. A critical Re-Examination of Carl Menger’s Scientific Contribution

Merger

Beatrice Collina, Between Philosophy and Economics. A critical Re-Examination of Carl Menger’s Scientific Contribution

Tesi di dottorato discussa presso l’Università degli Studi di Bologna. Dottorato di ricerca in Science, cognition and technology, 28 Ciclo a.a. 2015/2016

“The aim of this dissertation is to offer an innovative revising of the methodological and economic contributions of the Austrian economist Carl Menger (1840-1921), and to shed light on the actual influence of his work in the history of the discipline of economics. From an economic standpoint, Menger is renowned for his contribution to the “marginal revolution” of the 19th century. However, during the past decades several critics have questioned the originality of his position. Menger was accused of having made full use of typical elements of the Aristotelian tradition and having employed economic principles already developed by his contemporaries. From a methodological standpoint, Menger’s approach has been investigated mostly with regard to the so-called “Methodenstreit”. However, this debate represents only one of the several relevant aspects at stake. The discrepancies and partiality of these criticisms induced me to fully reconsider Menger’s perspective, without a priori embracing any of the contrasting positions emerged so far. To this aim, in this dissertation I am proposing a rational reconstruction of Menger’s approach. Chapter 1 and Chapter 2 will be addressed to a survey of epistemological and methodological issues. I will especially discuss how Menger concretely applied his methodology to the study of political economy. Chapter 3 will be devoted to critically evaluate some widespread psychological readings of Menger’s work. Then, the last two Chapters will have instead a historical nature. In Chapter 4, I will investigate the neglected relationship between Menger and the German Historical School of Law. In Chapter 5, I will originally consider the mutual influences between Menger and his German colleagues. This multifaceted analysis of Menger’s contribution will also allow me to outline a fundamental contextualization of the state of affairs of the discipline of economics in the second half of the 19th century.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Tesi

eBook di filosofia: T. Possamai, Consulenza filosofica e soggettività

consulenza

Tiziano Possamai, Consulenza filosofica e soggettività

Tesi di dottorato di ricerca discussa nell’a.a. 2008/2009 presso l’Università di Trieste

“Questo lavoro di ricerca s’interroga, da un lato, sul possibile ruolo e significato di un fenomeno come la “consulenza filosofica”, cioè di qualcosa che ha a che fare con una pratica specifica, nel quadro della nostra società contemporanea, rispetto alla quale è vista, prima ancora che come un possibile agente attivo di soggettivazione o cura, come un effetto o sintomo; dall’altro, sui possibili effetti di questa pratica, e più in generale di ogni pratica discorsiva come questa, a livello del soggetto che noi siamo (in termini di costituzione, risignificazione, condizionamento, emancipazione ecc.) e di quel quadro contestuale all’interno del quale, insieme alle condizioni di produzione e di possibilità del primo, si situano anche le condizioni di produzione e di possibilità di quella stessa pratica. In altre parole, questa ricerca s’interroga sul ruolo e sul significato della consulenza filosofica in relazione al suo contesto di emergenza e ai soggetti che costituiscono e si costituiscono all’interno di quel contesto, nonché su alcuni nodi che scaturiscono dal porre la questione (ma forse sarebbe meglio dire le questioni) in questi termini, cioè dal lato delle sue condizioni di produzione e di possibilità. Condizioni di produzione e di possibilità (e quindi nodi) che in questa prospettiva non riguardano solo il fenomeno consulenza filosofica, evidentemente, ma anche quegli stessi contesti e quelle stesse soggettività da cui essa in qualche modo scaturisce.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Tesi

eBook di filosofia: F. Scutari, La questione estetica nella filosofia di Theodor Wiesengrund Adorno

Adorno1

Francesco Scutari, La questione estetica nella filosofia di Theodor Wiesengrund Adorno

Tesi di dottorato discussa nell’a.a. 2016/2017 presso l’Università “La Sapienza” di Roma

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Estetica, Filosofia contemporanea, Filosofia del linguaggio, Tesi, Uncategorized

eBook di filosofia: P. Cecere, La costruzione umana dello spazio

Costruzione-Tempio-Malatestiano-Basinio-Basini-BNF

Paolo Cecere, La costruzione umana dello spazio

Tesi di dottorato discussa presso l’Università Federico II di Napoli (a.a. 2013-2014)

“La ricerca mira ad approfondire il significato dello spazio architettonico, il senso che la sua edificazione riveste per l’uomo e per la costruzione del suo mondo e la sua importanza in relazione alla condizione umana. Lo studio mette in evidenza che lo spazio che l’uomo edifica svolge un ruolo decisivo nella conformazione del mondo materiale e nella formazione della cultura, del pensiero e della spiritualità e che, inoltre, solo nella sua forma architettonica lo spazio artificiale può garantire all’uomo una dimora degna d’essere abitata e tramandata, perché capace di accogliere in sé l’universo, la terra e gli elementi naturali, di prendersene cura e di renderli partecipi, assieme alla storia, di una realtà sempre singolare e densa di significati che vanno al di là di quelli puramente materiali e funzionali. Da questo punto di vista si chiarisce che l’aggettivo ‘umana’ presente nel titolo della tesi si lega al sostantivo ‘costruzione’ in un duplice senso: da un lato, segnalando che la città, la casa e ogni altro edificio sono frutto dell’opera costruttiva, dall’altro, che quest’ultima deve volgersi a edificare uno spazio entro il quale l’uomo possa pienamente realizzare la sua umanità e dal quale possa essere sollecitato a valorizzare se stesso, il suo mondo, il rapporto con i suoi simili e con la terra che da sempre lo accoglie. Questo spazio è quello a cui mette capo l’architettura quando ha modo di realizzarsi nella sua autentica natura di arte del costruire.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Estetica, Tesi

eBook di filosofia: L. Ferrara, Paradigmi della temporalità in Kant e Bergson

bergson1

Luca Ferrara, Paradigmi della temporalità in Kant e Bergson

Tesi di dottorato discussa presso l’Università degli Studi Napoli, a.a. 2015/2016

“Il nostro lavoro ha assunto come oggetto di indagine la nozione di tempo in Kant e Bergson. Nel primo capitolo viene analizzato in modo attento la bibliografia secondaria sul complesso tema del confronto tra Kant e Bergson, pervenendo alla necessità di superare l’impostazione metodologica degli unici due studiosi (Clifford Wellington Webb e Barthélemy-Madalue ) che si sono cimentati in un lavoro affine a quello svolto dal dottorando nella sua tesi. Inoltre, viene prestata particolare attenzione ai diversi paradigmi della temporalità, sedimentatisi nel corso della storia del pensiero occidentale. Nel secondo capitolo, viene studiato il rapporto tra tempo e spazio, come è teorizzato in Kant e Bergson, tenendo presente a riguardo la teorizzazione dei rispettivi autori del concetto di numero e le antinomie nelle interpretazioni dei due filosofi. Poi, nel terzo capitolo, quello più denso speculativamente, ho proposto una lettura dei due filosofi, facendo leva, da un lato sul rapporto tra tempo e coscienza, da un altro sulla relazione tra la coscienza e le sue stratificazioni. Infine, viene presentata in appendice una traduzione di un significativo inedito bergsoniano, sia da un punto di vista filologico, sia teoretico, che riguarda le Lezioni sulla filosofia moderna di Bergson dedicate alla Critica della ragion pura di Kant, dove sono anche elencate analiticamente tutte le occorrenze kantiane nei testi bergsoniani.”

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia del tempo, Tesi, Uncategorized

EBSCO Open Dissertation: online tesi di laurea e di dottorato

EBSCO

EBSCO Open Dissertation è la nuova banca dati online che offre l’accesso ad oltre 800.000 tesi di laurea e dottorato in formato elettronico, provenienti da oltre 30 istituzioni. Per accedere al testo integrale delle tesi, dopo aver effettuato la ricerca, bisogna cliccare all’interno della scheda nell’URL riportata.

Gli autori possono chiedere l’inclusione della tesi nel portale.

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia, Filosofia antica, Filosofia contemporanea, Filosofia medievale, Filosofia moderna, Tesi

eBook di filosofia: M. Tang, Cogito, sujet, subjectivité chez Foucault

Foucault

Mingjie Tang, Cogito, sujet, subjectivité chez Foucault. Tesi di dottorato (Philosophie. Université Panthéon-Sorbonne – Paris I, 2015)

” Les recherches foucaldiennes sur la question du sujet, du sujet de connaissance et de la subjectivité se manifestent depuis ses premières études sur la folie à l’âge classique, en passant par les archéologies des sciences humaines à l’âge classique et moderne, jusqu’à ses derniers recherches imparfaites sur la parrêsia de l’Antiquité au christianisme. La découverte foucaldienne des dispositions historiques du sujet ne sert pas à ruiner la subjectivité, la volonté ou la liberté de l’individu, mais à réélaborer la question traditionnelle du sujet universel en la replaçant dans l’histoire d’une manière non pas du primat mais du fonctionnement du sujet. Ainsi les problématisations du sujet se trouvent dans son rapport à la vérité comme une relation de véridiction, dans son rapport au pouvoir comme une relation de gouvernementalité (de soi et des autres), dans son rapport à soi comme une relation de spiritualité. Ce sont ces trois rapports variables à chaque époque et pour chaque individu qui constituent une généalogie de la question du sujet. Dans ces multiples modalités du sujet, dans cette ontologie historique de nous-mêmes, nous découvrons une sorte de liberté, d’espace du sujet, d’unité de notre subjectivité qui ne peut s’appliquer que de manière individuelle et vigilante. C’est-à-dire, le seul moyen qui peut nous faire sortir du dilemme du sujet, nous permettre de refuser d’être ni le sujet souverain ni l’objet soumis dans l’histoire ou par le langage, c’est de mener ses propres rapports individuels à la vérité, aux autres et à soi. “

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Tesi