Archivi tag: USA

Risorse bibliografiche su George Santayana

200px-George_Santayana

Il sito The Santayana Edition dell’Indiana University contiene risorse interessanti sul pensiero e l’opera di George Santayana:

Nella linkografia trovate inoltre il link alle opere digitalizzate del filosofo:

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Periodici

Hannah Arendt Collection: la biblioteca personale della Arendt catalogata e digitalizzata

main1

Hannah Arendt Collection è il progetto che si propone di preservare, catalogare e digitalizzzare i testi appartenuti alla biblioteca personale della filosofa acquisita nel 1976 dal Bard College.

Il fondo comprende circa 4.000 volumi e phamplet che originariamente si trovavano nell’ultimo appartamento newyorchese della pensatrice. Di grande interesse sono i testi che contengono annotazioni, sottolineature e marginalia della Arendt insieme a quelli a lei dedicati da numerose personalità come  Martin Heidegger, Gershom Scholem, Rudolf Bultmann, W.H. Auden e Randall Jarrell e molti altri.

Nel sito potete fare ricerche testuali e visionare una parte dei testi annotati dalla Arendt.

Lascia un commento

Archiviato in Cataloghi, Filosofia contemporanea

eBook di filosofia: C.S. Pierce, Principles of Philosophy (1931)

220px-charles_sanders_peirce

Charles Sanders Peirce,  Principles of Philosophy in The Collected Papers (1931)

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea

Biblioteca della libertà (Bdl): la rivista online del Centro Einaudi di Torino

Unpacking-Rawls-BDL

Biblioteca della libertà (Bdl) è la rivista online, peer-reviewed, quadrimestrale, edita dal Centro Einaudi di Torino. Fondata nel 1964, la “Bdl” pubblica articoli di ricerca e recensione di teoria politica, declinati secondo prospettive filosofico-politiche, politico-sociali, giuridiche ed economico-internazionalistiche.  Nel sito sono presenti gli articoli della rivista (non tutti visualizzabili) a partire dal 2009.

Vi segnaliamo che l’ultimo numero (Unpacking Rawls) è dedicato alla riscoperta e alla valorizzazione del pensiero di Jophn Rawls, in particolare al suo tentativo di conciliare il liberalismo e il solidarismo, in occasione dei quarantanni trascorsi dalla pubblicazione di A Theory of Justice.

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia politica, Periodici

eBook di filosofia: C. S. Peirce, The Collected Papers, V: Pragmatism and Pragmaticism (1931)

220px-charles_sanders_peirce

Charles Sanders Peirce, The Collected Papers, V:  Pragmatism and Pragmaticism (1931)

“I suoi scritti filosofici trattano di una grande varietà di temi e di problemi. I primi abbozzi di una filosofia sistematica sono fortemente influenzati dalla Critica della ragion pura (tendendo a un’analisi critica delle categorie kantiane, rifiutate sulla base dell’inadeguatezza della logica formale a esse connessa), oltre che da motivi speculativi di tipo platonico, dal pensiero di Duns Scoto e dalle elaborazioni logico-ontologiche degli scolastici. La necessità di strumenti logici più aderenti alle sue effettive esigenze speculative spinsero successivamente P. a una serie di ricerche nel campo della logica, che saranno determinanti per il costituirsi di questa in disciplina scientifica, anticipando genialmente molti sviluppi posteriori; in questo campo vanno notati i suoi contributi, valorizzati poi da Ernst Schröder nelle Vorlesungen über die Algebra der Logik (1890-1905), in materia di algebra di Boole, modificata e radicalmente trasformata per estenderne le applicazioni, l’introduzione di un anello di collegamento tra logica delle classi e logica delle proposizioni e l’elaborazione, sviluppando idee di De Morgan, di una logica delle relazioni, forse il suo apporto maggiore. Lo studio dei modi d’inferenza lo condusse anche, oltre che ad approfondimenti in campo logico, a formulare una teoria della probabilità e a un esame rigoroso dei principi del metodo scientifico, sottolineandone, anche in connessione con le più generali teorie della conoscenza, le caratteristiche di ipoteticismo e di fallibilismo. La teoria epistemologica di P. forse più nota è peraltro quella che, espressa per la prima volta nel saggio How to make our ideas clear (1878; trad. it. Come rendere chiare le nostre idee), fu poi diffusa e divulgata da James (1898) con il nome di pragmatismo: partendo dall’analisi della situazione di dubbio-credenza (belief) presente all’avvio di ogni ricerca, P., dopo aver chiarito il valore del belief come abitudine (habit) utile alla sopravvivenza e definito l’habit come ciò che collega l’azione ai suoi effetti, giunge alla conclusione che l’oggetto della ricerca non è che l’insieme degli habits che lo riguardano; in altri termini, null’altro che l’insieme degli effetti pratici e delle conseguenze sperimentabili cui dà luogo. Le indagini nel campo della logica e le ricerche di un’adeguata teoria della conoscenza indussero infine P. alla costruzione di una semiotica, come teoria dei segni, in cui convergono molteplici fili delle sue indagini; il processo di pensiero, colto a livello segnico, mostra la necessità della presenza di una particolare relazione, considerata da P. irriducibile, quella triadica, relazione caratterizzante il processo segnico che va sempre in effetti concettualizzato secondo tre aspetti: dell’oggetto (o referente), del segno e dell’interpretante; in altri termini, ogni segno, per essere tale, ha bisogno di un referente e di un interpretante, concepito come una sequenza tendenzialmente infinita di azioni che interpretino il segno originario. La stessa logica delle relazioni permise inoltre a P. di elaborare una complessa classificazione delle scienze. Negli ultimi anni si nota l’evolversi della riflessione di P. in direzione nettamente metafisica: il mondo è visto come un continuum, come un organismo vivente, e P. abbozza le linee di una cosmologia evolutiva in cui dal caos originario sarebbe emerso l’attuale Universo, in cui il peso del caso tende progressivamente a ridursi. Il pensiero di P., oltre alle accennate influenze in campo logico, ha avuto enorme importanza per le filosofie contemporanee: si rifanno in varia misura a P. sia il pragmatismo di Dewey, sia la semiotica di Morris, sia le correnti di filosofia della scienza sorte in ambito americano come, per es., l’operazionismo di Bridgman e certe posizioni metodologiche di Quine. Gli scritti di P., usciti pressoché tutti postumi, sono stati in gran parte pubblicati negli 8 voll. dei Collected papers (a cura di P. Weiss e di Ch. Hartshorne i primi 6, 1931-35, a cura di W. Burks i rimanenti 2, 1958; trad. it. parziale in Scritti di logica e in Le leggi dell’ipotesi: antologia dai Collected papers).” (tratto da Treccani.it)

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea

The Commens Dictionary of Peirce’s Terms: un dizionario dedicato a Pierce

berlin

The Commens Dictionary of Peirce’s Terms  è il dizionario dei termini usati da Peirce spiegati con citazioni tratte dalle opere dello stesso filosofo. All’interno di ogni voce,  le citazioni di Pierce  sono ordinate cronologicamente. Il dizionario non ha la pretesa di “coprire” tutta l’opera e il pensiero di Peirce, né fornisce un’introduzione al pensiero del fondatore del pragmatismo, ma si offre come strumento utile per i ricercatori e gli studenti.  Il dizionario è inserito nell’interessante e ricco progetto Commens Web Site  itneramente dedicato a Peirce e curato dal Metaphysical Club dell’Università di Helsinky.

The dictionary has been compiled according to the following set of principles:

  • All definitions and characterisations are by Peirce himself; editorial input is limited to the selection and highlighting of relevant quotations, in addition to abbreviations of certain passages (marked with brackets).
  • The dictionary does not attempt to synthesise the various definitions or explain variations in Peirce’s terminology; secondary comments are separated from the main entries and open up in new browser windows (requires javascript).
  • Terms are identified and individuated by the actual words used. That is, different words are treated as different terms, except in cases where synonymy is deemed to be beyond all doubt and no significant differences can be ascertained in Peirce’s use of the different words.
  • Attention is paid to Peirce’s conceptual development; the quotations are listed in reverse chronological order. Passages from undated manuscripts are placed last.
  • Anyone can suggest additions or corrections to the dictionary, but the editors reserve the right to select and edit the entries.”

Per le segnalazioni di nuove voci da inserire è disponibile una web-form da compilare. Ogni nuovo contributo sarà poi sottoposto al comitato editoriale.

 

Lascia un commento

Archiviato in Dizionari, Filosofia contemporanea

Risorse su Peirce nel sito del Centro Studi Peirce (CSP)

220px-Charles_Sanders_Peirce

Il Centro Studi Peirce (CSP) è il primo centro di ricerca in Italia dedicato a Charles Sanders Peirce (1839-1914), il pensatore, filosofo e scenziato americano. Il Centro Studi, fondato da Carlo Sini e Rossella Fabbrichesi, è confluito nel 2007 all’interno dell’Associazione Culturale Pragma, che si propone di operare come punto di riferimento e di coordinamento dei ricercatori italiani che si occupano o sono interessati al pragmatismo, sia americano che italiano.

Nel sito trovate moltissime risorse interessanti su Peirce:

Vi segnaliamo inoltre il portale dei manoscritti, che fornisce l’orientamento necessario per individuare, localizzare e consultare i manoscritti di Peirce e la tavola sinottica dei manoscritti pubblicati (a cura di Marco Annoni e Gabriele Gava) che è uno strumento valido per facilitare la ricerca dei manoscritti pubblicati e  tradotti di Charles Sanders Peirce.

Vi ricordiamo inoltre che la Biblioteca di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano è l’unica sede in Italia a disporre dei manoscritti di C.S Peirce  in microfilm nonché l’unica al mondo a permetterne la consultazione tramite copie digitalizzate in formato pdf. Entrambe le copie sono considerate appartenenti al fondo archivistico Peirce e pertanto richiedono un’autorizzazione per essere consultate.

A questo fine, i passi necessari da compiere sono quattro:

  1. contattare il Centro Studi Peirce inviando una mail all’apposito indirizzo centrostudipeirce@gmail.com, nella quale si indica il giorno e l’orario (mattina/pomeriggio) nel quale si vogliono consultare i manoscritti;
  2. scaricare il  modulo per la richiesta di consultazione (disponibile anche presso il sito della Biblioteca di Filosofia);
  3. far controfirmare il modulo dalla Prof.ssa Fabbrichesi. In ogni caso il Centro Studi si premura di rendere disponibile un docente per la firma o un responsabile che consenta di effettuare la consultazione;
  4. consegnare il modulo presso la Biblioteca di Filosofia, dove si riceverrano le indicazioni per la consultazione del materiale richiesto.

Altri interessanti materiali sono presenti nella sezione Downloads del sito (tesi di laurea, appunti sulla fotografia, studi e documenti).

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Bibliografie, Biblioteca di Filosofia, Biografie, Filosofia contemporanea, Manoscritti

Bibliografie su Stanley Cavell

stanley_cavell_1039_460

Se siete interessati alla figura e al pensiero del filosofo americano Stanley Cavell, docente emerito di Estetica presso l’Università di Harvard, vi segnaliamo nel blog Ordinary Language Philosophy & Literary Studies Online la bibliografia delle opere di Cavell e la bibliografia secondaria (testi e articoli) su Cavell.

Nello stesso blog trovate segnalazioni di testi, articoli e convegni dedicati al filosofo.

 

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Estetica, Filosofia contemporanea

Risorse bibliografiche su Leo Strauss

strauss_straight_ahead_medium

Il Leo Strauss Center di Chicago  offre molto materiale sulla vita e l’opera del filosofo ebreo emigrato negli Stati Uniti dalla Germania nazista. Vi segnaliamo alcune interessanti risorse:

2 commenti

Archiviato in Archivi, Bibliografie, Filosofia contemporanea, Inventari, Registrazioni audio

L’archivio di James Hillman

hillman

Se siete interessati alla figura e al pensiero di James Hillman, vi segnaliamo il sito dedicato al suo archivio conservato nell’OPUS Archives & Research Center presso il Pacific Graduate Institute di Santa Barbara.  Vi trovate la descrizione dell’archivio, una piccola galleria fotografica e una dettagliata bibliografia degli scritti di Hillman articolata in queste sezioni:

A. – Book or Monograph
B. – Collaborative Volume
C. – Edited Volume
D. – Published Essay or Lecture
E. – Contribution to the Eranos Yearbook (Jahrbuch)
F. – Preface/Occasional Writing
G. – Unpublished Writing
H. – Interview/Conversation

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Bibliografie, Inventari, Psicanalisi