Archivi tag: Banche-dati

Mirabile, la banca dati dedicata alla cultura medievale, free fino al 15 maggio

Mirabile

La banca dati MIRABILE. Archivio digitale della cultura medievale, disponibile anche nella Biblioteca digitale Unimiè free fino al 15 maggio. La banca dati è promossa dalla Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino e dalla Fondazione Ezio Franceschini di Firenze, in collaborazione con altri enti.

Queste sono le numerose risorse a cui potrete accedere:

DB latini:

  • MEL – «Medioevo latino. Bollettino bibliografico della cultura europea da Boezio a Erasmo – secoli VI-XV»
  • BISLAM – «Bibliotheca Scriptorum Latinorum Medii Recentiorisque Aevi»
  • CALMA – «Compendium Auctorum Latinorum Medii Aevi»
  • MEM – «Medioevo musicale. Bollettino bibliografico della musica medievale»
  • RICaBIM – «Repertorio di Inventari e Cataloghi delle Biblioteche Medievali, di area latina, dall’Alto Medioevo sino al 1520»
  • Canticum – «Repertorio dei codici che tramandano commenti al Cantico dei Cantici»
  • ABC – «Antica biblioteca camaldolese»
  • ROME – «Repertorio degli omeliari del medioevo»
  • TETRA – «Te.Tra. La trasmissione dei testi latini del Medioevo»
  • TRAMP – «La tradizione medievale dei Padri»
  • MADOC – «Manuscripta doctrinalia (sec. XIII-XV)»

DB romanzi

  • LIO – «Lirica italiana delle origini»
  • BAI – «Biblioteca agiografica italiana»
  • MAFRA – «Repertorio dei manoscritti gallo-romanzi copiati in Italia»
  • TECOLM – «Testi e codici della Lombardia medievale»
  • TRALIRO – «Repertorio ipertestuale della tradizione lirica romanza delle Origini»

DB agiografici

  • MATER – «Manoscritti agiografici di Trento e Rovereto»
  • MAGIS – «Manoscritti agiografici dell’Italia del Sud»
  • BAI – «Biblioteca agiografica italiana» (consultabile anche tra i DB italiani)
  • MAGI – «Manoscritti agiografici latini nei codici della Biblioteca Medicea Laurenziana».

Sono inoltre disponibili la bibliografia relativa ai manoscritti per gli anni 2009-2011 e un indice di autori medievali, opere e manoscritti derivato da MEL, BISLAM e CALMA.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia medievale, Manoscritti

#iorestoacasa #iostudioacasa: una selezione ebook disponibili nella #bibliotecadigitaleunimi

E-Book-620x465

Continiamo a segnalarvi le tante risorse presenti nella Biblioteca digitale Unimi. Oggi ci soffermiamo su altri ebook acquistati (non  solo di argomento filosofico) .

Vi ricordiamo che potete accedere a tutti gli ebook da questo indirizzo web: http://www.sba.unimi.it/ebook. Potete cercare gli ebook per titolo (presente nei file riportati in basso) o per editore/piattaforma:

  • oltre 1.000 ebook dell’editore SpringerNature. Qui, trovate l’elenco. Vi segnaliamo anche gli ebook delle collezioni documento MS-Excel History 2016-2018 e documento MS-Excel Political Science and International Studies 2018.
  • 144 nuovi ebook degli editori Giappichelli, Franco Angeli, Biblioteca Apostolica Vaticana, L’Erma di Bretschneider sono disponibili attraverso la piattaforma TorrossaLink verso un sito esterno di Casalini
  • ebook dell’editore Cambdrige University Press (sono disponibili ricercando nel campo editore/piattaforma: Cambridge University Press)
  • ebook dell’editore WileyLink verso un sito esterno: circa 22.000 testi qui documento MS-Excel elenco dei titoli. Attivo al momento un trail
  • 254 ebook delle collezioni BloomsburyLink verso un sito esterno: Hart Publishin Pack 2017, Hart Publishing Pack 2018, C.H. Beck/Hart/Nomos – Pack 2017 e C.H. Beck/Hart/Nomos – Pack 2018 (qui: elenco dei titoli).

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia

#iostudioacasa #bibliotecadigitaleunimi: Proquest Dissertation & Theses: tesi in full-text

proquest

In questi giorni di chiusura obbligatoria per emergenza sanitaria, ci soffermiamo sulle banche dati presenti nella Biblioteca digitale Unimi. Ricordatevi di accedere alla banca dati dall’elenco digitando il nome della banca dati da qui: http://www.sba.unimi.it/banchedati

Oggi ci occupiamo di ProQuest Dissertations & Theses Full Text: The Humanities and Social Sciences Collection‎: è la banca dati che include il testo completo in formato PDF di più di un milione di tesi di laurea e di dottorato a partire dal 1997. Si tratta di elaborati attinenti all’area delle discipline umanistiche e delle scienze sociali.

Qui trovate una playlist di una serie video sulle diverse modalità di ricerca. Sono presenti anche delle guide sui seguenti argomenti nella pagina dedicata:

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia, Tesi

#iorestoacasa #bibliounimidacasa #bibliotecadigitaleUnimi: #Darwinbooks: #ebook italiani pubblicati da Il Mulino

logo-ombra

In questi giorni di chiusura obbligatoria per emergenza sanitaria, ci soffermiamo sulle banche dati presenti nella Biblioteca digitale Unimi. Ricordatevi di accedere alla banca dati dall’elenco digitando il nome della banca dati da qui: http://www.sba.unimi.it/banchedati

Oggi ci occupiamo di DarwinBooks. Questa banca dati è l’archivio digitale dei libri pubblicati dalla casa editrice Il Mulino. Al suo interno trovate oltre seicento testi di ricerca, di autori italiani, pubblicati a stampa tra il 2000 e l’anno in corso, organizzati in collezioni disciplinari:

I libri si possono consultare, stampare e scaricare. In particolare la stampa e il download sono consentite se vi registrate; la registrazione è gratuita. Il link per accedere alla registrazione è nel box in alto a destra.  Qui, potete trovare informazioni sul download dei singoli capitoli.

È disponibile anche per i singoli capitoli il QR code:

Il QR code serve per scaricare i singoli capitoli sul proprio smartphone. In alternativa al download sul computer, è possibile fotografare questo codice che accompagna ogni capitolo disponibile anche in formato ebook e trasferirlo direttamente sul proprio device mobile.

Potete trarre citazioni testuali complete di dati bibliografici, inserire appunti personali a commento di parole o frasi, esportare i riferimenti più significativi nei principali social network, inserire bookmark. Qui, trovate una guida.

Per avere più informazioni su Darwinbooks, sono disponibili alcune slide  che presentano contenuti, funzionalità e servizi.

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia

Tutorial per banche-dati: Philoshoper’s Index

FINAL-50-Script-SingTier-NewRed2wLtGold300b

Continuiamo in questi giorni in cui la biblioteca è chiusa per emergenza sanitaria ad aiutarvi a usare meglio le banche dati presenti nella nostra ricca Biblioteca digitale.

Vi ricordiamo  che dovete usate le credenziali Unimi di posta elettronica accedendo alle diverse risorse dai seguenti link:

Oggi ci occupiamo di “Philosopher’s Index“, la banca dati di riferimento per la filosofia:

“The database provides global coverage, with source publications from more than 135 countries, and has records from 1940 to present, with additional records dating back to 1902. It includes more than 530,000 records in 37 languages.”

Nel sito del fornitore, Proquest,  è presente la Guida con video alla banca dati: https://proquest.libguides.com/philosophersindex

La guida si articola in più sezioni. Vi segnaliamo le principali:

Per una rassegna di risorse in rete di Ateneo e nel web di filosofia, consultate la sezione Strumenti per la ricerca in filosofia del nostro sito web.

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Filosofia antica, Filosofia contemporanea, Filosofia medievale, Filosofia moderna

Video tutorial per banche-dati: JSTOR

jstor-logo

Approfittiamo di questi giorni in cui la biblioteca è chiusa per emergenza sanitaria, per aiutarvi a usare meglio le banche dati presenti nella nostra ricca Biblioteca digitale.

Vi ricordiamo  che per accedere alle risorse, dovete usate le credenziali Unimi di posta elettronica. Ecco i link utili per accedere:

Cominciamo da JSTOR, una banca dati che contiene le digitalizzazioni di moltissime riviste accademiche di ambito umanistico (non gli ultimi numeri).

Ecco due guide con suggerimenti per la ricerca:

Qui invece una lista di guide su risorse tematiche in JSTOR:

Per una rassegna di risorse in rete di Ateneo e nel web di filosofia, consultate la sezione Strumenti per la ricerca in filosofia del nostro sito web.

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Biblioteche digitali

Iberian Books: il database dei libri pubblicati e stampati in Spagna, Portogallo e Americhe

Iberian Books

Iberian Books è il database online che dà notizia dei libri pubblicati e stampati in Spagna, Portogallo e Americhe tra il 1472 e il 1700. Quando è presente la versione digitalizzata del testo, viene riportato il link alla stessa. Il progetto è curato dalla School of History dell’University College di Dublino.

Al momento il database contiene 31.000 notizie bibliografiche che si riferiscono a 640.000 copie fisiche disseminate in 2.300 biblioteche, in tutto il mondo.

“Iberian Books will need to continue to evolve and develop over generations if it is to be as authoritative as some of the other national short title cataloguing projects. However, this should not detract from what is being accomplished by the project team. Iberian Books offers a powerful aid to scholars interested in the rich history, literature and culture of Golden-Age Spain and Portugal. It offers up opportunities to explore the development of the publishing industries on the Peninsula, issues such as the complex political developments that led up to the War of Succession, the tentative beginnings of the periodical press and the growing news culture, the invention and popularisation of genres such as the relaciones de comedias, and the impact of the Junta de Comercio on the Spanish book trade from the 1680s onwards.”

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia moderna

Système d’Information en Philosophie des Sciences (SIPS): una banca dati bibliografica free di filosofia della scienza

sips

Il Système d’Information en Philosophie des Sciences (SIPS) è la banca dati bibliografica free che mette a disposizione dei ricercatori, ed anche di un pubblico più ampio, l’insieme dei riferimenti bibliografici (singoli volumi, articoli di periodici, saggi raccolti in volumi collettivi, recensioni, tesi di dottorato…) nel campo della Filosofia della scienza dell’Otto-Novecento.

Ideato dal Centre de documentation et de bibliographie philosophiques (CDBP) dell’Università della Franca Contea (Besançon) – una sezione del Laboratoire de recherches philosophiques sur les sciences de l’action (EA 2274) –, il programma è stato posto in opera alla Maison des sciences de l’homme et de l’environnement (MSHE) Claude-Nicolas Ledoux (USR-CNRS 3124).

Il progetto conta anche sulla collaborazione attiva dei seguenti centri di ricerca :

  1. Philosophy Documentation Center (Charlottesville, Virginia, USA) ;
  2. Institut d’Histoire et Philosophie des Sciences et des Techniques (CNRS UMR 8590, Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne, ENS-Ulm) ;
  3. Laboratoire de Philosophie et d’Histoire des Sciences – Archives Henri-Poincaré (CNRS UMR 7117, Université de Nancy 2) ;
  4. Centre d’Épistémologie et d’Ergologie Comparative (CNRS UMR 7034, Université de Provence) ;
  5. Centro de Filosofia das Ciências da Universidade de Lisboa.

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia della scienza

Epistolari di René Descartes: bancadati online di diverse edizioni delle lettere di Cartesio

220px-Descartes3

Epistolari di René Descartes è la banca dati online che rende disponibile on line l’edizione dell’epistolario di René Descartes pubblicato nel Seicento da Claude Clerselier (1614-1684), ossia 362 lettere comprendenti 39 lettere latine delle quali viene data anche la versione francese e 19 lettere che non sono di Descartes, insieme a una nuova edizione che comprende le lettere ultimamente ritrovate (in totale 736).

Si tratta, complessivamente, di quattro prodotti (due dei quali sono editati in linguaggio XML e due in formato immagine):

  1. Clerselier I
  2. Clerselier II
  3. Clerselier III
  4. EDeX

“– in XML sono i voll. I, II, III delle Lettres de Monsieur Descartes (Clerselier-XML) che Claude Clerselier aveva dato alle stampe a Parigi tra il 1657 e il 1667 presso l’editore Charles Angot e l’edizione completa delle lettere (Epistolario-EDeX);

– in formato immagine sono gli originali a stampa dell’esemplare (collocazione: n° 14185-14186-14187) custodito presso la Bibliothèque Mazarine (Clerselier I, II, III) e dell’esemplare (Clerselier-Institut I, II, III) custodito presso la Bibliothèque de l’Institut de France (MS 4469-4470-4471). Quest’ultimo corredato di postille manoscritte a margine e di becquets collazionati da Jean-Baptiste Legrand († 1704) e Adrien Baillet (1649-1706) su autografi oggi in gran parte perduti [vedi: Dalle edizioni secentesche alle moderne edizioni].

Clerselier-XML, Clerselier e Clerselier-Institut sono visibili l’uno di fianco all’altro, così da consentire un confronto immediato tra le minute trascritte in Clerselier-XML e stampate in Clerselier da una parte e tra questi due prodotti e gli autografi ricostruiti in Clerselier-Institut dall’altra.

Clerselier-XML riporta in testa a ciascuna lettera l’indicazione delle pp. in cui essa è presente in Clerselier, AT, BLet [vedi: Edizioni di riferimento], Epistolario-EDeX. Di queste stesse edizioni, nel corpo del testo di ciascuna lettera, sono indicati i cambi pagina.

Clerselier-XML è corredato da simboli che consentono la visualizzazione (e l’ingrandimento), mediante una finestra di pop-up, di figure e formule di Clerselier e dei becquets di Clerselier-Institut [vedi: Cosa si può fare].

Clerselier-XML è corredato da due ordini di note: di rinvi infratestuali a Clerselier I, II, III, a Clerselier-Institut e a Epistolario-EdeX; e bio-bibliografiche di informazioni essenziali sui personaggi citati.

L’edizione Clerselier-XML è stata curata da Siegrid Agostini (vol. I e vol. III: pp. 1-21 n.n. e pp. 1-332) e da Francesca Manno (vol. II e vol. III: pp. 332-646). All’edizione hanno collaborato, a vario titolo, Francesca Giuliano, Tania Lovascio, Emanuela Orlando, Alice Ragni, dottorande del dottorato italo-franco-tedesco in Forme e storia dei saperi filosofici. La revisione dei testi francesi è di Véronique Thiebot e Hélène Leblanc.”

In particolare l’Epistolario-EDeX, curato da Chiara Catalano, è una edizione normalizzata secondo la grafia moderna e il cui corpus è stato aggiornato alle più recenti acquisizioni: contiene gli autografi ritrovati da Erik-Jan Bos delle lettere di Descartes a Mersenne (27 maggio 1641) e a Matthias Pasor (26 maggio 1645); sostituisce (lettera n. DCCXXIV) il resoconto della lettera di Descartes a Clerselier del 6 novembre 1649 (Baillet II 387-388) con il testo della lettera (Baillet II 383) non pubblicato né da AT né da BLet. Valentina Pastorelli aveva segnalato nella sua tesi di dottorato (Adrien Baillet: La vie de Monsieur Descartes. L’epistolario cartesiano come trama del testo, Lecce, 5 maggio 2009) la presenza della lettera in Baillet senza precisare che essa non fosse stata mai pubblicata, cosa che, invece, ha fatto Erik-Jan Bos nel corso di una conferenza tenuta ad Uberlandia nel settembre 2013.

Molto utile è Dalle edizioni secentesche alle moderne edizioni, l’introduzione che chiarisce la storia delle edizioni della corrispondenza di Cartesio

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Biblioteche digitali, Filosofia moderna, Lettere

Project Agon: bibliografia e banca dati sulle “dispute” di età moderna

AGON

Il Project Agon. La dispute: cas, querelle, controverse and création à l’époque moderne è l’interessante progetto di ricerca online sulle dispute che videro “fronteggiarsi” in età moderna in Francia e in Inghilterra letterati, filosofi e scienziati e sul loro rapporto con la produzione scritta.

All’interno del ricco sito vi segnaliamo:

  • la bibliografia
  • la banca dati AGON che riporta per ogni voce le informazioni sulle dispute (partecipanti, cronologia, bibliografia, documenti…). É possibile fare ricerche per persona, data, tema e scorrere tutte le dispute inserite.

“The major debates of the early modern period probed epistemological, religious and philosophical questions. They divided scholars and intellectuals across the Republic of Letters. These conflicts were both local and had repercussions throughout Europe, were formulated in a variety of genres from treatises to correspondence, periodicals to pamphlets. They grew out of meetings and discussions in salons, clubs, Academies and cafés. It is thus essential to get a sense of the practices and interactions at play in these milieu: the developing literary field in France is characterised by both the world of the salons (a female, mondain space), and that of the academies (a male, scholarly space); but the querelles tended to transcend these two worlds.  In England, the spaces of cultural and literary interaction were different, composed of coffee-houses, clubs, academies and societies. But in both countries, the modus operandi of these spaces encouraged participants to think about their practice, and sometimes, their discipline. Distinctions between areas of knowledge, between ways of thinking and writing were debated, giving rise to new conceptions of genre and discipline.”

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia moderna