Archivi tag: manoscritti

The Monastic Manuscript Project: il portale con le digitalizzazioni dei manoscritti monastici della prima età medievale

990_banner

The Monastic Manuscript Project è il portale, curato da Albrecht Diem, docente presso la Syracuse University, che rimanda alle versioni digitalizzate dei manoscritti della prima età medievale presenti nei monasteri europei (e non). L’interesse è focalizzato sui testi relativi alla vita monastica ma sono presenti anche altre tipologie di opere.

“We provide lists of manuscripts for each of these texts, which are linked to manuscript descriptions. The purpose is to offer a tool for reconstructing not only the manuscript dissemination of early medieval monastic texts but also to give access to the specific contexts in which a text appears. “

Nel portale trovate anche altre risorse interessanti: cataloghi di manoscritti, bibliografia e linkografia.

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteche digitali, Filosofia medievale, Manoscritti

Mirabile, la banca dati dedicata alla cultura medievale, free fino al 15 maggio

Mirabile

La banca dati MIRABILE. Archivio digitale della cultura medievale, disponibile anche nella Biblioteca digitale Unimiè free fino al 15 maggio. La banca dati è promossa dalla Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino e dalla Fondazione Ezio Franceschini di Firenze, in collaborazione con altri enti.

Queste sono le numerose risorse a cui potrete accedere:

DB latini:

  • MEL – «Medioevo latino. Bollettino bibliografico della cultura europea da Boezio a Erasmo – secoli VI-XV»
  • BISLAM – «Bibliotheca Scriptorum Latinorum Medii Recentiorisque Aevi»
  • CALMA – «Compendium Auctorum Latinorum Medii Aevi»
  • MEM – «Medioevo musicale. Bollettino bibliografico della musica medievale»
  • RICaBIM – «Repertorio di Inventari e Cataloghi delle Biblioteche Medievali, di area latina, dall’Alto Medioevo sino al 1520»
  • Canticum – «Repertorio dei codici che tramandano commenti al Cantico dei Cantici»
  • ABC – «Antica biblioteca camaldolese»
  • ROME – «Repertorio degli omeliari del medioevo»
  • TETRA – «Te.Tra. La trasmissione dei testi latini del Medioevo»
  • TRAMP – «La tradizione medievale dei Padri»
  • MADOC – «Manuscripta doctrinalia (sec. XIII-XV)»

DB romanzi

  • LIO – «Lirica italiana delle origini»
  • BAI – «Biblioteca agiografica italiana»
  • MAFRA – «Repertorio dei manoscritti gallo-romanzi copiati in Italia»
  • TECOLM – «Testi e codici della Lombardia medievale»
  • TRALIRO – «Repertorio ipertestuale della tradizione lirica romanza delle Origini»

DB agiografici

  • MATER – «Manoscritti agiografici di Trento e Rovereto»
  • MAGIS – «Manoscritti agiografici dell’Italia del Sud»
  • BAI – «Biblioteca agiografica italiana» (consultabile anche tra i DB italiani)
  • MAGI – «Manoscritti agiografici latini nei codici della Biblioteca Medicea Laurenziana».

Sono inoltre disponibili la bibliografia relativa ai manoscritti per gli anni 2009-2011 e un indice di autori medievali, opere e manoscritti derivato da MEL, BISLAM e CALMA.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia medievale, Manoscritti

eBook di filosofia: M. A. Keeler, Discovering the Future in the Past. How C.S. Peirce’s 19th Century Ideas Challenge 21st Century Technology

Peirce1

Mary A. Keeler, Discovering the Future in the Past. How C.S. Peirce’s 19th Century Ideas Challenge 21st Century Technology

Versione preprint caricata dall’autrice in Research Gate

Here is an account of C.S. Peirce’s manuscript archive, how much is still unpublished, and how his ideas encourage us to improve access. We intend this volume to be a “handbook” for those who might join us in continuing to improve access to Peirce’s archive of manuscripts. In the first half (chapters 1-7), we attempt to collect and preserve essential historical records of what has been done to provide access to C.S. Peirce’s manuscripts, followed by examination of how current technology can be used to improve access to help us continue discovering and developing his ideas. The last half of the volume (chapters 8-14) offers incentive for continuing to improve access to Peirce’s unpublished late work, which challenges us to invent new technology to represent his ideas. As a whole, we intend this volume to serve as a handbook for comprehending and navigating Peirce’s archive, an effort that will continue to be essentially collaborative. For more detail on the history and condition of the Peirce papers, see André De Tienne’s “The Peirce Papers: How to Pick up Manuscripts That Fell to the Floor.” Also see Nathan Houser’s “The Fortunes and Misfortunes of the Peirce Papers.”

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Manoscritti

Peirce Archive: tutti i manoscritti online di Pierce

group10

Il Peirce Archive è l’interessante sito del progetto dell’Università Humbolt di Berlino che contiene le digitalizzazioni dei numerossimi manoscritti di Pierce. I manoscritti spaziano dalla matematica alla logica, alla geologia, alla semiotica e storia della scienze e si caratterizzano per l’abbondanza di illustrazioni, schizzi, annotazioni,  elementi essenziali per la comprensione del pensiero del filosofo.

Le digitalizzazioni presenti attingono all’Archivio del filosofo conservato presso l’Hougthon Library dell’ Harvard University.

Convinced as he was that thought is done in the making, and that the creativity of our minds is only deployed when the latter is endowed “with pencil and plenty of paper”, Peirce manipulated his own papers as a sort of laboratory of his philosophical and scientific ideas. The reductions of this extraordinary laboratory to printed versions (which is, of course, ineludible) inevitably entails a loss of philosophical complexity.

The project aims at making up for this loss. To this point a specific dimension of the project’s work is also related, which concerns in particular the philosophical and interpertive importance of the non-textual and figurative material that is contained in Peirce’s Nachlass. Peirce was famously convinced of the pivotal role of images (and their experimental manipulation) for the production of intellectual content. Relying on this conviction, he put forth a diagrammatic logical calculus that has gained worldwide recognition as the most powerful non-verbal formalization of thought ever proposed. Over and above this, however, his papers literally bristle with countless drawings of all kinds (from scientific illustrations to caricatures and doodles) which strongly call for systematic examination.

 

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Biblioteche digitali, Filosofia contemporanea, Inventari, Manoscritti

Walter Benjamin Digital: manoscritti online con trascrizione di Walter Benjamin

walter-benjamin
“A slider bar in the upper left controls the crossfading. By fully crossfading the transcript it can be viewed on its own. The manuscript page can additionally be shifted around the page with the mouse and smoothly zoomed in and out on with the mouse wheel. Further graphical transformations are available in the symbol menu in the above left. Run your cursor over the symbols to display an explanation of the various functions. In need of additional explanation are the project markers, which frame text passages including certain notes, drafts, or editions. The person marking lists the people appearing on the page and highlights them red in the transcript.”
Nella sezione “Edition” troverete i manoscritti nell’ordine riportato nella versione pubblicata da Suhrkamp Verlag (Walter Benjamin, Werke und Nachlaß. Kritische Gesamtausgabe), mentre in “Archives” i manoscritti sono elencati secondo le sedi archivistiche di appartenenza e secondo la loro segnatura. La sezione “Projects” offre invece gli stessi manoscritti secondo criteri tematici.
É possibile inoltre effettuare ricerche libere per parole o per frasi nei manoscritti. Per le precisazioni sulle modalità di ricerca, vi suggeriamo di consultare il Manuale.
É disponibile inoltre una sezione “Names” che riporta gli autori citati da Benjamin.

Lascia un commento

Archiviato in Archivi, Banche-dati, Filosofia contemporanea, Inventari, Manoscritti

Les Pensées de Blaise Pascal: la versione elettronica con le diverse edizioni e i manoscritti originali

Pensées Pascal

Les Pensées de Blaise Pascal è l’interessante e preziosa versione elettronica dell’omonima opera del filosofo francese che permette di scoprire le diverse edizioni del testo e i manoscritti originali. È possibile navigare nelle diverse edizioni e fare ricerche testuali.

Sono presenti nel sito altre sezioni interessanti (alcune in costruzione) che consentono di approfondire l’opera e la “critica” testuale:

  • Notions et thémes
  • Documents
  • Ètudes techniques

“Cette édition d’un genre nouveau propose à la fois le texte tel qu’il apparaît dans les éditions classiques, texte modernisé et accompagné de commentaires nécessaires, et toutes les étapes qui y conduisent, du Recueil des originaux des Pensées de Pascal, et des Copies manuscrites qui en ont été établies peu de temps après la mort de Pascal, entre 1662 et 1666, puis des éditions établies par Port-Royal jusqu’aux principales éditions savantes majeures. Elle propose aussi au chercheur les manuscrits originaux accompagnés d’une analyse qui tient compte de l’état des connaissances actuelles sur le texte, les papiers et les écritures qui apparaissent sur le manuscrit et les copies.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Edizioni critiche, Filosofia moderna, Manoscritti

Ptolemaeus Arabus et Latinus (PAL): il sito web con le versioni in lingua araba e latina delle opere di Tolomeo

tolomeo

Ptolemaeus Arabus et Latinus (PAL) è il progetto  della Bayerische Akademie der Wissenschaften, al momento in versione beta, che si propone l’edizione e lo studio delle versioni in lingua araba e latina, pubblicate fino al 1700, del Corpus Ptolemaicum .

“Corpus Ptolemaicum includes three categories of texts:

  1. Ptolemy’s authentic works, comprising the Almagest, the Tetrabiblos and the minor works Analemma, Phases of the Fixed Stars, Planetary Hypotheses and Planisphaerium.
  2. Pseudepigrapha (works falsely attributed to Ptolemy), i.e. mainly the Centiloquium, but also other astronomical and astrological works, about 30 of which are known in Arabic and Latin.
  3. Commentaries on the texts under A and B above.”

 Al momento il sito contiente:

  • Works: 120 voci dedicate alle traduzioni latine di Tolomeo
  • Manuscripts: più di 250 voci descrittive sui manoscritti latini che riportano le opere di Tolomeo
  • Glossary: quasi 2000 termini tecnici in lingua greca e araba tratti da testi selezionati (Almagest I-II, Planetary Hypotheses, Planispherium, Tetrabiblos).

Sono presenti due trascrizioni:

  • Almagest, nella versione latina di Gerardi da Cremona
  • Almagestum parvum

Le riproduzioni digitali saranno progressivamente implementate fino alla fine dell’anno.

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteche digitali, Dizionari, Filosofia della scienza, Manoscritti, Scienza

Latin and Greeks Manuscripts. Digital Image: digitalizzazioni a manoscritti medievali

manoscritto
Latin and Greeks Manuscripts. Digital Images di Pieter Beullens dell’Università di Lovanio è il ricchissimo portale che raccoglie i link alle collezioni di manoscritti digitalizzati di epoca medievale.
La linkografia è davvero corposa e indirizza a digitalizzazioni di manoscritti presenti in Europa, negli Stati Uniti e nel Canada.

1 Commento

Archiviato in Filosofia medievale, Manoscritti, Uncategorized

Greek Manuscripts: il portale dei manoscritti in lingua greca della British Library

salmo

Greek Manuscripts è il portale della British Library che offre online le digitalizzazioni dei manoscritti in lingua greca, scritti a partire dal III secolo a. C.  fino ai primi anni del ‘900, patrimonio della biblioteca nazionale inglese.

É possibile fare ricerche libere o navigare entro sezioni tematiche. Sono presenti anche brevi introduzioni  ai materiali e video

” Many of the most famous items in the collections, such as the Golden Canon tables, the Theodore Psalter or the Aristotelian Constitution of the Athenians, are included on the site, but so are many lesser-known volumes that are of major importance in their own way.”

Lascia un commento

Archiviato in Biblioteche digitali, Manoscritti

Il catalogo delle opere di Ibn ‘Arabi

220px-Muhammad_ibn_al-`Arabi

Nel sito della Muhyiddin Ibn ‘Arabi Society trovate il catalogo delle opere di Ibn ‘Arabi e dei rispettivi manoscritti. Si tratta di un elenco in cui vengono riportati i titoli delle opere, le fonti manoscritte, le edizioni critiche in lingua araba e le traduzioni in lingua inglese e francese.

É disponibile anche un database ricercabile con le digitalizzazioni dei manoscritti ma l’accesso deve essere richiesto a librarian@ibnarabisociety.org.

 

Lascia un commento

Archiviato in Cataloghi, Filosofia araba