Archivi categoria: Filosofia moderna

eBook di filosofia: I.A. Richichi, La teocrazia. Crisi e trasformazione di un modello politico nell’Europa del XVIII secolo

“Lo studio analizza la crisi e le trasformazioni della teocrazia come modello politico in Europa nella prima metà del ‘700. Il lavoro si focalizza sul passaggio da una considerazione seicentesca positiva e normativa della teocrazia, associata al popolo ebraico, alla sua descrizione nel ‘700 quale modello universale, negativo, primitivo. A tal fine vengono esaminati tre autori, quali figure emblematiche di tale cambiamento: Jacques Basnage, John Toland e Giambattista Vico. Lo studio evidenzia poi una fase di radicalizzazione in Francia a metà ‘700 nelle opere di Nicolas Antoine Boulanger e si conclude con la descrizione della teocrazia boulangeriana nell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert.”

Annunci

1 Commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Filosofia politica

Revista Eletrônica Estudos Hegelianos: una rivista online dedicata ad Hegel

Revista Hegel

La Revista Eletrônica Estudos Hegelianos è la rivista online nata nel 2004 della Sociedade Hegel Brasileira (SHB) con la finalità di pubblicare articoli di studiosi brasiliani sulla filosofia hegeliana.

Nel 2017 è iniziata una nuova fase per la rivista con il supporto del Prof. Manuel Moreira da Silva, segretario della SHB;  la rivista infatti si apre a contributi (articoli, saggi, recensioni e traduzioni) sulla filosofia classica tedesca con un attenzione particolare agli studi su Hegel.

 

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia moderna, Periodici

Bibliographia Kircheriana: una bibliografia online dedicata ad Athanasius Kircher

Kircher1

Bibliographia Kircheriana è una sezione  del Gregorian Archives Texts Editing (GATE), il progetto collaborativo sviluppato dagli Archivi storici della Pontificia Università gregoriana che si propone di pubblicare in rete il ricco patrimonio archivistico dell’importante ateneo.

In particolare nella bibliografia potete trovare una lista aggiornata di testi, articoli e saggi dedicati a Kircher. La bibliografia si basa principalmente su due fonti ma tutti possono contribuire alla segnalazione di nuove risorse, usando il form online:

  • László Polgár, Bibliographie sur l’histoire de la Compagnie de Jésus, 1901-1980, Roma, Institutum Historicum S.I., 1981-1990;
  • la bibliografia annuale pubblicata nell’Archivum Historicum Societatis Iesu che dal 1981 prosegue l’opera di Polgár

 

Lascia un commento

Archiviato in Bibliografie, Filosofia moderna

eBook di filosofia: C. Ferrini, L’invenzione di Cartesio. La disembodied mind negli studi contemporanei: eredità o mito?

Cartesio

Cinzia Ferrini, L’invenzione di Cartesio. La disembodied mind negli studi contemporanei: eredità o mito?

“Nel Colloquio con Burman, Cartesio afferma la legittimità di separare essenza ed esistenza nel pensiero, in quanto possiamo concepire qualcosa senza la sua esistenza in atto (sine actuali existentia), “come una rosa in inverno”. Dalla possibilità di concepire la mens come distinta dal corpo, ut rosa in hieme, la filosofia della mente e la ricerca storico-filosofica contemporanea, a partire dal cognitivismo di tradizione anglo-americana, hanno sviluppato la tendenza ad attribuire a Cartesio l’invenzione storica di una mente autonoma dalla sua corporeità, i cui stati sono individuati unicamente dal loro disincarnato ruolo funzionale. Si è così andata diffondendo un’immagine dell’uomo cartesiano come intrinsecamente duplice ed eterogeneo, risultante da una mente, paragonabile a uno spirito angelico, congiunta alla macchina di un corpo animale. Di contro, un’opposta linea interpretativa rivendica un Cartesio critico del dualismo mente-corpo, sostenendo che l’unione delle due sostanze nell’uomo, la res cogitans e la res extensa, costitusce una vera unità psicofisica, date le profonde trasformazioni che essa comporta sia a livello psichico che fisiologico. A partire da questo dibattito, testi più o meno frequentati, anche delle stesse Meditazioni, vengono riesaminati per capire se l’invenzione di una ‘mente disincarnata’ sia effettivamente un lascito del pensiero cartesiano o, per contro, un mito storiografico. Ci siamo chiesti se il dualismo metafisico di sostanza pensante ed estesa sia effettivamente incompatibile con l’unità intrinseca dell’essere umano; se la mente sia direttamente accessibile a se stessa e caratterizzata da processi cognitivi indipendenti da immaginazione e sensibilità e solo accidentalmente connessa a cose al di fuori di essa, o se invece le sia connaturata la comprensione di contenuti empirici e particolari nella dimensione dell’universalità; e infine quale significato abbia, per l’interazione mente-corpo, il ricorso di Cartesio a modelli analogici, algebrici e fisici, sul filo della differenza, spesso ignorata, tra mens e res cogitans.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna

Journal of Early Modern Studies (JEMS)

jems_cover

Journal of Early Modern Studies (JEMS) è la rivista open access internazionale dell’Università di Firenze dal taglio interdisciplinare che pubblica saggi e articoli sulla cultura europea della prima età moderna.

“It provides a platform for international scholarly debate through the publication of outstanding work over a wide disciplinary spectrum: literature, language, art, history, politics, sociology, religion and cultural studies. JEMS is open to a range of research perspectives and methodological orientations and encourages studies that develop understanding of the major problematic areas relating to the European Renaissance.”

Dal 2016 è iniziata anche la pubblicazione dei QJ – Quaderni di JEMS.

“The specific intent of these a latere publications, however, is that of highlighting and examining in depth specific issues, focalising on distinct topics, which are of  significant interest as contributions to the comprehension of early modern culture. These may comprise the outcome of linguistic research, especially – but not exclusively – in a historical perspective, the critical edition of brief and rare texts, or of hitherto unpublished texts, essays and debates comparing different perspectives and approaches by various authors on a given problem, epistolary exchanges or pamplets which illustrate political, religious, historical, social or artistic themes and contexts, and also accounts of the ‘state of the art’ regarding issues of special topical and historical importance.”

1 Commento

Archiviato in Filosofia moderna, Periodici

rousseauonline.ch: tutte le opere di Rousseau online (prima edizione)

Rousseau

rousseauonline.ch è il sito, sviluppato in collaborazione con la Bibliothèque de Genève e con il progetto svizzero e-rara.ch, che contiene la versione digitalizzata di tutta l’opera di Rousseau, così come venne pubblicata la prima volta, in 17 volumi, a Ginevra tra il 1780 e il 1789.

Il sito è articolato in queste sezioni:

  • table des matières: indice con la versione in html, EPUB e PDF dell’opera
  • images: le illustrazioni originali, le pagine dei titoli e le immagini contenute nei diversi capitoli
  • recherche: motore di ricerca testuale
  • carte interactive: mappa geografica-storica delle 400 lettere scritte da Rousseau tra il 1732 e il 1776 e pubblicate nell’edizione ginevrina.

1 Commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Lettere

eBook di filosofia: S. Parigi, Teoria e storia del problema di Molineux

Molyneux_(1656-1698)

Silvia Parigi, Teoria e storia del problema di Molineux

“Nel 1693, William Molyneux sottopose al suo amico John Locke un “problema curioso”: se un uomo nato cieco recupera la vista e gli si chiede di riconoscere un cubo e una sfera, che egli già era perfettamente in grado di riconoscere con il tatto, sarà capace di vederli e dire quale sia la sfera e quale il cubo senza toccarli?

Questo enigma,che Locke incluse nella seconda edizione del Saggio sull’intelletto umano (1694), era destinato a divenire uno dei problemi filosofici più importanti del ‘700, specialmente a partire dal 1728, quando il chirurgo William Chesselden riuscì chirurgicamente a restituire la vista a un ragazzo di 14 anni nato cieco, e esaminò il suo comportamento dopo l’operazione.

In questo saggio mostrerò che: a) il problema di Molyneux non costituì una prova decisiva nel confronto tra empirismo e innatismo; b) il caso di Chesselden non funse da experimentum crucis; c) George Berkeley fu l’unico a dare una risposta empiristica coerente al problema di Molyneux.”

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia della scienza, Filosofia moderna

Project Agon: bibliografia e banca dati sulle “dispute” di età moderna

AGON

Il Project Agon. La dispute: cas, querelle, controverse and création à l’époque moderne è l’interessante progetto di ricerca online sulle dispute che videro “fronteggiarsi” in età moderna in Francia e in Inghilterra letterati, filosofi e scienziati e sul loro rapporto con la produzione scritta.

All’interno del ricco sito vi segnaliamo:

  • la bibliografia
  • la banca dati AGON che riporta per ogni voce le informazioni sulle dispute (partecipanti, cronologia, bibliografia, documenti…). É possibile fare ricerche per persona, data, tema e scorrere tutte le dispute inserite.

“The major debates of the early modern period probed epistemological, religious and philosophical questions. They divided scholars and intellectuals across the Republic of Letters. These conflicts were both local and had repercussions throughout Europe, were formulated in a variety of genres from treatises to correspondence, periodicals to pamphlets. They grew out of meetings and discussions in salons, clubs, Academies and cafés. It is thus essential to get a sense of the practices and interactions at play in these milieu: the developing literary field in France is characterised by both the world of the salons (a female, mondain space), and that of the academies (a male, scholarly space); but the querelles tended to transcend these two worlds.  In England, the spaces of cultural and literary interaction were different, composed of coffee-houses, clubs, academies and societies. But in both countries, the modus operandi of these spaces encouraged participants to think about their practice, and sometimes, their discipline. Distinctions between areas of knowledge, between ways of thinking and writing were debated, giving rise to new conceptions of genre and discipline.”

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, Bibliografie, Filosofia moderna

Philosophical Readings: una rivista online di filosofia

logo Philosophical Reading

Philosophical Readings è la rivista online open access con comitato editoriale che pubblica articoli, dibattiti, traduzioni, recensioni e bibliografie nel campo della filosofia. Non è legata a una “scuola” nè ad un ente in particolare ma è interessata a suscitare e animare il dibattito filosofico.

“Philosophical Readings is a Open Access journal devoted to the promotion of competent and definitive contributions to philosophical knowledge. Not associated with any school or group, not the organ of any association or institution, it is interested in persistent and resolute inquiries into root questions, regardless of the writer’s affiliation. The journal welcomes also works that fall into various disciplines: religion, history, literature, law, political science, computer scnfoience, economics, and empirical sciences that deal with philosophical problems.”

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia antica, Filosofia contemporanea, Filosofia medievale, Filosofia moderna, Periodici

eBook di filosofia: P. Stewart, Éditer Rousseau. Enjeux d’un corpus (1750-2012)

Rousseau

Philip Stewart, Éditer Rousseau. Enjeux d’un corpus (1750-2012)

“Rousseau was always afraid that his works might be forged and that the Rousseau who reached future generations would be someone other than himself. Over a long period of time, he was most often in disagreement with Voltaire, except when they were both considered to be the most glorious or most reprehensible representatives of the Enlightenment.
Firstly here, through his correspondence and that of his printers and intermediaries, we follow his struggle to leave his works in safe hands, and then the long story, covering more than two and a half centuries, of the editions of his collected works in their many and controversial incarnations. Each edition obviously represents a financial investment but also an artistic, ideological, pedagogical, and even political, challenge.
This diachronic comparison draws together often inadequately catalogued material from a large number of libraries. There is, therefore, wide variety in terms of format, presentation, criticism and content. Finally, the 20th century saw the emergence of more scientific publications, the results of a large number of studies which culminated in the latest editions published to mark the author’s tercentenary.”

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna