Archivi categoria: Filosofia moderna

eBook di filosofia: Tolerance. The Beacon of the Enlightenment (antologia di testi sulla tolleranza)

Tolerance

Caroline Warman (et ali),  Tolerance. The Beacon of the Enlightenment

Antologia di testi sulla tolleranza

“Inspired by Voltaire’s advice that a text needs to be concise to have real influence, this anthology contains fiery extracts by forty eighteenth-century authors, from the most famous philosophers of the age to those whose brilliant writings are less well-known. These passages are immensely diverse in style and topic, but all have in common a passionate commitment to equality, freedom, and tolerance. Each text resonates powerfully with the issues our world faces today. Tolerance was first published by the Société française d’étude du dix-huitième siècle (the French Society for Eighteenth-Century Studies) in the wake of the Charlie Hebdo assassinations in January 2015 as an act of solidarity and as a response to the surge of interest in Enlightenment values. With the support of the British Society for Eighteenth-Century Studies, it has now been translated by over 100 students and tutors of French at Oxford University.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Filosofia politica

EBSCO Open Dissertation: online tesi di laurea e di dottorato

EBSCO

EBSCO Open Dissertation è la nuova banca dati online che offre l’accesso ad oltre 800.000 tesi di laurea e dottorato in formato elettronico, provenienti da oltre 30 istituzioni. Per accedere al testo integrale delle tesi, dopo aver effettuato la ricerca, bisogna cliccare all’interno della scheda nell’URL riportata.

Gli autori possono chiedere l’inclusione della tesi nel portale.

Lascia un commento

Archiviato in Banche-dati, eBook di Filosofia, Filosofia antica, Filosofia contemporanea, Filosofia medievale, Filosofia moderna, Tesi

eBook di filosofia: J. P. Hornbeck e M. Van Dussen (a cura di), Europe After Wyclif

front_cover

J. Patrick Hornbeck II e Michael Van Dussen (a cura di), Europe After Wyclif

“This volume brings together scholarship that discusses late-medieval religious controversy on a pan-European scale, with particular attention to developments in England, Bohemia, and at the general councils of the fifteenth century. Controversies such as those that developed in England and Bohemia have received ample attention for decades, and recent scholarship has introduced valuable perspectives and findings to our knowledge of these aspects of European religion, literature, history, and thought. Yet until recently, scholars working on these controversies have tended to work in regional isolation, a practice that has given rise to the impression that the controversies were more or less insular, their significance measured in terms of their local or regional influence. Europe After Wyclif was designed specifically to encourage analysis of cultural cross-currents—the ways in which regional controversies, while still products of their own environments and of local significance, were inseparable from cultural developments that were experienced internationally. “

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna

Noctua: una rivista online di storia della filosofia del Rinascimento

Noctua

Noctua. Rivista internazionale di storia della filosofia è un periodico online dell’Università di Parma che pubblica articoli e saggi sui problemi della storia della filosofia dai suoi inizi all’età moderna, con particolare attenzione per la filosofia del Rinascimento e quella della prima modernità.

Sono pubblicati anche contributi in ambiti affini, quali la storia delle idee, la storia intellettuale e la storia della scienza.

Lascia un commento

Archiviato in Filosofia moderna, Periodici

eBook di filosofia: J.-J. Rousseau, Discorso sopra l’origine ed i fondamenti della ineguaglianza fra gli uomini

rousseau

Jean-Jacques Rousseau,  Discorso sopra l’origine ed i fondamenti della ineguaglianza fra gli uomini

“Scritto (1754) di J.-J. Rousseau in cui si descrive, in opposizione al giusnaturalismo precedente, il costituirsi della società civile a partire da un ipotetico stato di natura («uno stato che non esiste più, che forse non è mai esistito, che probabilmente non esisterà mai»). Mediante quel che si può «ricavare dalla natura dell’uomo coi soli lumi della ragione», Rousseau ricostruisce il passaggio dal primitivo stato di felicità, libertà e indistinzione della proprietà, alla moderna situazione di disuguaglianza e ingiustizia, sancita e giustificata da istituzioni politiche che, di fatto, stabiliscono la legge del più forte e il dispotismo. L’invenzione dell’agricoltura e della metallurgia hanno provocato, con l’appropriazione della terra e dei prodotti del lavoro, il sorgere della proprietà privata; il progresso delle conoscenze e delle tecniche, allontanando l’uomo dall’originario stato di felicità (che, secondo Rousseau, ancora vigeva fra i selvaggi), ha accentuato e fissato le disuguaglianze culturali ed economiche.” 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Filosofia politica

eBook di filosofia: I. H. Grant, E. C. Corriero (a cura di), Filosofie della natura dopo Schelling

schelling1

 

Iain Hamilton Grant,  Emilio Carlo Corriero (a cura di), Filosofie della natura dopo Schelling

“Ripercorrendo la filosofia della natura di Schelling, in un costante dialogo con le opere scientifiche del suo tempo, questo saggio non si limita a esporre le tesi originali della fisica speculativa del filosofo tedesco come un semplice episodio della storia del pensiero.
Il programma filosofico intrapreso e sviluppato da Schelling è infatti presentato da Iain Hamilton Grant come un percorso tuttora praticabile, e anzi necessario come rimedio al rifiuto della metafisica all’atteggiamento “antifisico” che pervade buona parte della filosofia contemporanea.
Non solo una pietra miliare per gli studi schellinghiani, dunque, ma un’autentica, originale proposta filosofica.”

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna

The Encyclopedia of Concise Concepts by Women Philosophers (ECC)

ECC2

The Encyclopedia of Concise Concepts by Women Philosophers (ECC) è l’interessante enciclopedia online che propone le idee e le teorie elaborate da filosofe dall’Antichità ad oggi. Il progetto è curato da Mary Ellen Waithe e da Ruth Hagengruber dell’Università di Paderbon e si inserisce nel quadro delle numerose iniziative del gruppo di ricerca “History of Women Philosphers and Scientists” dello stesso Ateneo.

Tutte le voci sono curate da esperti in materia e sono fornite di bibliografia primaria e secondaria e di link a fonti online (quando presenti). Sono inoltre state assegnate a ogni lemma parole chiave ricercabili. É sempre aperta una call per contribuire all’enciclopedia.

 

Lascia un commento

Archiviato in Enciclopedie, Filosofia antica, Filosofia contemporanea, Filosofia medievale, Filosofia moderna

eBook di filosofia: A. Chiessi, Mandeville e l’umorismo del male minore

NPG 1261; Unknown man, formerly known as Sir James Thornhill by John Closterman

Alessandro Chiessi, Mandeville e l’umorismo del male minore

Tesi di dottorato, Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Filosofie della cultura, 25 Ciclo (2013)

“Questa ricerca propone una lettura comparata degli scritti di Bernard Mandeville. L’intento è di porre in relazione gli argomenti morali, etici e politici con le “grandi voci” dell’epoca: primi fra tutti Hobbes e Locke. L’impianto interpretativo è strutturato in modo da delineare il metodo adottato nelle riflessioni filosofiche mandevilliane e da qui, mantenendo una divisione di piani, rintracciare i concetti di riferimento sia dal punto di vista metafico sia da quello ontologico. Si ritiene, allora, che il metodo basato sull’uomorismo, come forma oggettivante del fenomeno – sociale e non – porti alla definizione della nozione di natura umana a partire da una conzione di natura in sé corrotta metafisicamente. Ciò trova nel paradigma di “naturalismo fisiologico” un riferimento da cui muovere l’analisi antropologica e morale degli uomini in società. Un’indagine che rintraccia nell'”etica del male minore” un modello con cui valutare le scelte e le azioni in ambito collettivo e pubblico. La lettura dei vari testi, allora, mostra come la politica sia influenzata da questo modello nello strutturare istituzioni che stimolino la produzione e l’incremento della ricchezza, seppur questo non sia alla portata di tutti. La sperequazione economica, allora, a fronte di un benessere collettivo elevato appare come un “male minore”.”

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia moderna, Filosofia morale, Filosofia politica

eBook di filosofia: G. Frilli, Ragione, desiderio, artificio. Hegel e Hobbes a confronto

Frilli

Guido Frilli,  Ragione, desiderio, artificio. Hegel e Hobbes a confronto

“Che cos’è il desiderio? Quali sono i poteri della ragione? Che cosa spinge gli uomini a oltrepassare la natura? Dove cercare le basi e le forme fondamentali della convivenza? Seguendo il filo di queste domande, lo studio ambisce a impostare un confronto teorico tra Hegel e Hobbes, nella convinzione che un dialogo a tutto campo tra i due filosofi possa contribuire a una migliore comprensione dei rispettivi sistemi. L’esame delle molte affinità di impostazione problematica, così come delle radicali divergenze di soluzione, lascia emergere in controluce il profilo di una modernità autocritica, sensibile alle ipoteche e ai presupposti del progetto di autoaffermazione umana mediante la ragione e l’artificio. “

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Filosofia contemporanea, Filosofia moderna, Filosofia politica

eBook di filosofia: C. L. Montesquieu (trad. R. Campi), Saggio sul gusto nelle cose della natura e dell’arte

montesquieu-1

Charles Louis Montesquieu (traduzione di Riccardo Campi), Saggio sul gusto nelle cose della natura e dell’arte

“Il gusto è particolarmente importante, perché consente agli individui di effettuare delle operazioni di classificazione mediante le quali attribuiscono un ordine e un senso al mondo naturale e sociale in cui vivono. Il suo funzionamento però è ancora in gran parte un mistero. I primi studiosi a cercare di comprenderlo sono stati i filosofi, a cominciare da Montesquieu, che ha pubblicato nel 1757 il suo Saggio sul gusto all’interno della celebre Enciclopedia curata da Diderot e D’Alembert. In tale saggio il gusto veniva considerato come la facoltà umana di scoprire il livello di piacere che il soggetto può ricevere da parte di ogni oggetto che entra nel suo ambito di percezione. L’interpretazione di Montesquieu ci fa comprendere come nel XVIII secolo la concezione del gusto si sia profondamente modificata. L’imporsi nella società della cultura moderna, basata sul culto della razionalità umana e sulla centralità del punto di vista del singolo individuo, ha messo bruscamente in discussione infatti la tradizionale concezione del ruolo dell’estetica, i cui canoni derivavano dalla natura o comunque da qualcosa che era indipendente dall’esperienza umana. L’individuo moderno invece si è posto il problema di conciliare la soggettività della sua percezione, cui è attribuita per la prima volta una notevole importanza, con l’oggettività di tutto quello che è presente al suo esterno.” Vanni Codeluppi , Gusto in http://www.doppiozero.com

 

Lascia un commento

Archiviato in eBook di Filosofia, Estetica, Filosofia moderna